Pasquale Mirra & Gabriele Mitelli @ Novara Jazz, 4 Giugno 2016

Postato il Aggiornato il

maurizio zorzi-21

Articolo di James Cook, immagini sonore di Maurizio Zorzi

Nei giorni scorsi ho ascoltato con vivo interesse “Water Stress” il nuovo album, pubblicato di recente dal duo “Groove&Move”, composto dal trombettista Gabriele Mitelli e dal vibrafonista Pasquale Mirra. Lo sviluppo spesso imprevedibile dei brani mi ha particolarmente coinvolto. All’interno degli stessi, dialoghi musicali intimi, a tratti si trasformano in corse a perdifiato, in cui i due strumenti s’inseguono e si rincorrono in un crescendo entusiasmante. I musicisti, accomunati da una fervida immaginazione sonora, hanno lasciato fluire la musica verso territori di pura improvvisazione, sia nel caso di composizioni originali, che nelle riletture di pezzi illustri del passato.
Il loro eclettismo li ha portati a rielaborare brani di Charles Mingus, Paul Motian, Carla Bley ed una composizione tradizionale sudafricana già proposto da Abdullah Ibrahim in un suo storico album di fine anni ‘70. Una curiosità: nel disco, in due tracce, (“Namhanje”, con Mirra al pianoforte e “Old man”), abbiamo l’occasione di ascoltare gli artisti anche alla voce.

maurizio zorzi-25

Di assoluto prestigio è il percorso di entrambi:
Mitelli suona la tromba e il flicorno, è performer, sperimentatore, band leader e compositore per diversi progetti. Si è esibito fra Italia ed Europa collaborando con un numero sempre crescente di importanti musicisti che lo hanno portato a spaziare fra il jazz e i suoni di confine. Recentemente è stato segnalato anche da “musica jazz” nella sezione “migliori nuovi talenti”.
Mirra, è uno dei vibrafonisti più attivi ed eclettici sia del nostro panorama, che di quello internazionale. Premiato da “Jazz it” nel 2015, nella classifica italiana del suo strumento, segnalato da “musica jazz” tra i migliori musicisti dell’anno, vanta anch’esso numerose e rilevanti collaborazioni, sia nazionali che internazionali.
Avendo bene in mente le belle sensazioni che mi ha trasmesso questo nuovo disco, non mi sono lasciato sfuggire l’occasione che ha visto presente il duo all’interno dell’eccellente cartellone di Novara jazz. La manifestazione, che Corrado Beldì dirige dal 2004, propone sempre più, ogni anno, un programma di notevole livello, che percorre a 360° il mondo del jazz e delle contaminazioni, spesso con esibizioni in anteprima assoluta.

maurizio zorzi-23

Nell’ambito del sotto cartellone denominato “taste novarajazz”, alle ore 13 di sabato scorso, nel cortile della prestigiosa biblioteca civica Carlo Negroni, in pieno centro storico, avvolti in un’atmosfera intima ed accogliente, si sono presentati i due musicisti, con il loro set di strumenti. Sul tappeto sonoro intessuto dal vibrafono di Mirra, Mitelli ha compiuto continue incursioni con pocket trumpet, tromba preparata e flicorni, oltre ad usare altri oggetti, quali una vecchia macchina da scrivere ed un piano giocattolo, per aggiungere ancor più sfumature di colori ai suoni prodotti dagli strumenti tradizionali.
Da parte sua Mirra ha utilizzato il vibrafono in modo altrettanto creativo, suonandolo anche con le mani, con l’archetto, ed avvalendosi di numerose piccole percussioni, per lo più costruite con molta fantasia.
Nel silenzio assoluto del cortile, inaspettate geometrie musicali hanno condotto gli attenti ascoltatori attraverso viaggi sonori che spesso cambiavano rotta, grazie alla fantasia e alla perfetta sintonia in atto fra i musicisti. Un lavoro di ricerca che ha veramente lasciato incantati i presenti, evidenziando un affiatamento fuori dall’ordinario sia per il livello, che per le inusuali caratteristiche. Il loro, in effetti, è un sodalizio collaudato da anni e, nello spettacolo dal vivo, parte da un insieme di brani che hanno caratterizzato la formazione di entrambi.

maurizio zorzi-17

Di comune accordo hanno sempre deciso di non voler seguire una scaletta, preferendo, come affermano, “spiazzarsi a vicenda ed essere spiazzati dalla musica”. Si esibiscono offrendo un misto fra improvvisazione libera e strutturale. In quest’ultima lavorano sugli accordi del pezzo, mentre la parte libera avviene proprio “in quel preciso istante”, divenendo così il filo conduttore del concerto. Sul palco è come se fosse presente un grande contenitore al quale accedere per prendere brani “al momento”, senza definirli prima di iniziare. Ognuno dei due musicisti è libero, si fa consigliare solo dall’improvvisazione quale pezzo scegliere. Una soluzione adottata per permettere alla musica di restare sempre molto viva, sprigionando, allo stesso tempo, un’energia creativa che, nella sua imprevedibilità, riesca a stupire sia l’ascoltatore che l’esecutore.
Il pubblico ha pertanto l‘opportunità, ogni volta, di assistere ad un evento unico, nel quale i brani si susseguono istintivamente in un continuum sonoro suggestivo, a tratti ipnotico.
Così come dimostrato quando, a fine concerto, un applauso liberatorio ha scosso i presenti, riportando alla realtà i tanti che si erano lasciati stregare. Il miracolo della musica e delle intense emozioni che sa trasmettere, ancora una volta si è rinnovato attraverso un duo che, per chi scrive, è una delle più belle scoperte degli ultimi mesi.
Per  suggellare al meglio un’esperienza vissuta all’insegna dell’ autenticità, Novara Jazz, grazie alla partecipazione della cantina vitivinicola Barbaglia e di produttori locali di salumi e formaggi, ha quindi concluso l’evento offrendo un’ottima degustazione a km zero…

maurizio zorzi-20

[Grazie ad Ellebi per il grande aiuto]

maurizio zorzi-24

maurizio zorzi-19

maurizio zorzi-26

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...