R E C E N S I O N E


Articolo di Chiara Bernini

“L’unione fa la forza” e i Lovecats lo sanno.
Con una carriera decennale alle spalle trascorsa in prima linea sulle scene underground italiane, i tre amici laziali Piero, Alessandro e Stefano, hanno unito le forze dando alla luce, il 4 Febbraio scorso, il primo EP della loro band omonima Lovecats. Composto da cinque tracce, esso, è il frutto delle esperienze che i tre hanno rispettivamente maturato nel corso del tempo, suonando per tutta Italia ed esibendosi, inoltre, nei più importanti centri musicali europei quali Inghilterra e Germania.

Lovecats band Off Topic recensione

Ebbene, proprio queste influenze estere, hanno fatto sì che i Lovecats avessero perfettamente chiaro lo stile che avrebbe dovuto contraddistinguerli.
Frutto della perfetta coesione tra la voce di Piero Meglio e gli strumenti utilizzati è, infatti, una melodia avvolgente e dolce che ci accompagna per tutto il corso dell’EP e che si tinge dell’inconfondibile sound indie rock/pop che sa tanto di fresco e che è in grado di suscitare nell’ascoltatore la sensazione di essere cullato.

Lovecats band recensione Off Topic

Intenzioni musicali, pertanto, decise e mirate che ci vengono trasmesse sin dalla traccia d’apertura, 3 Miles, che ci propone un’ingegnosa contrapposizione di voci che si sposano egregiamente con il ritmo scandito dalle chitarre e dalla batteria. Spostandosi sui toni tipici delle ballad classiche, il gruppo poi, con Mrs Moon – seconda traccia del lavoro, nonché primo singolo estratto – centra l’obiettivo di infondere quel senso di malinconia che pervade l’animo spezzato dalla sofferenza della fine di una storia, regalandoci una canzone il cui sound, che rimanda alla tradizione dei Death Cab for Cutie, risulta altamente curato.

A queste atmosfere indie si lega, infine, anche il sapiente utilizzo di tastiere e sintetizzatori che dona ai brani, in particolar modo ad After All These Years e The Strongest, il perfetto equilibro tra melodie dolci e graffianti, rivelando il minuzioso impegno svolto dal trio.
Un lavoro, dunque, scrupoloso, che fa di questo EP un gioiellino da riascoltare innumerevoli volte, per cogliere le differenti sfumature presenti al suo interno.
Un esordio, pertanto, decisamente riuscito che pone i Lovecats sulla rampa di lancio, facendoci pregustare le loro future pubblicazioni!