Verdena @ Phenomenon, Fontaneto D’Agogna (No) – 3 Aprile 2015

Postato il Aggiornato il

01

Articolo di Luca Franceschini, fotografie di Luca Martone

Fontaneto d’Agogna è in provincia di Novara e non è proprio la location che a tutti verrebbe in mente, parlando di concerti rock di un certo richiamo. Eppure il Phenomenon, che ha aperto pochi anni fa, è ormai considerato una venue di altissimo livello nel nostro paese. Grande capienza, ottima acustica e, a dispetto della location non proprio centralissima, anche ben facile da trovare, essendo situato ad una manciata di chilometri dall’uscita dell’autostrada. Leggi il seguito di questo post »

Giuliano Dottori – L’arte della guerra, volume 2 (Musica distesa – 2015)

Postato il Aggiornato il

11058498_10152818998588915_4856374895074028933_n

Articolo di Eleonora Montesanti

E’ passato un anno dal primo volume de L’arte della guerra di Giuliano Dottori (l’abbiamo recensito qui), che era emerso come un lavoro maturo ed equilibrato, dove sonorità limpide e lunghi intermezzi strumentali facevano da sottofondo all’eterna guerra con la propria interiorità e il tentativo di equilibrarsi nella quotidianità e nel mondo.
Ed è proprio il mondo il protagonista assoluto di questo volume 2, che riparte dallo stesso concetto, ma ribalta in maniera complementare il suo punto di vista: le piccole e grandi sfide che affrontiamo ogni giorno vengono descritte e confrontate in maniera universale. Leggi il seguito di questo post »

Bobo Rondelli @ La salumeria della musica, Milano, 1 Aprile 2015

Postato il Aggiornato il

IMG_2231

Articolo di James Cook, foto di Andrea Furlan

La storia musicale di Bobo Rondelli è iniziata ufficialmente nel 1993 con “Ho picchiato la testa”, primo singolo degli Ottavo Padiglione, il dissacrante gruppo livornese di cui era leader. Ricordo vagamente quel brano, ed ancor più vagamente i dischi successivi, ascoltati per lo più distrattamente. Dopo qualche distrazione, soprattutto cinematografica, nel 2009 Bobo è tornato ad occuparsi di musica a tempo pieno, pubblicando l’album Per amor del cielo. Casualmente, sono capitato alla Salumeria della musica per un suo concerto, di cui ancora ricordo la data: 2 febbraio 2011. Leggi il seguito di questo post »

Marilyn Manson – The Pale Emperor (Cooking Vinyl, 2015)

Postato il Aggiornato il

marilyn manson front

Articolo di Roberto Basilico

Il nuovo album di Marilyn Manson, The pale emperor, prende il titolo da un libro regalatogli dall’amico Johnny Depp intitolato Eliogabalo: Manson ne trae spunto e si identifica nell’imperatore Costantinus The Pale.
Già dalla prima canzone, intitolata Killing strangers, troviamo un Manson con una marcia in più rispetto ai lavori precedenti; percorrendo tutto l’album, infatti, si percepisce la presenza costante di sonorità rock – gothic – blues, con le quali sembra raccontare di essere tornato da un lontanto passato, pronto a catapultare gli ascoltatori nella sua cupezza universale.

Leggi il seguito di questo post »

Tommaso Tanzini – Piena (Stop Making Sensible Records, 2014)

Postato il Aggiornato il

grafiche-vinile-bassa

Articolo di Gianluca Porta

Tommaso Tanzini, pisano, dopo aver fondato i Criminal Jokers insieme a due amici, ha deciso di dedicarsi a progetti più intimi, privati, personali e solisti. Alla fine, a novembre del 2014, ha fatto uscire il suo primo album. Si intitola Piena, copertina azzurra tagliata da una colata di nero immenso, ed è un disco pesante.

Leggi il seguito di questo post »

Bobo Rondelli – Come i carnevali (Picicca Dischi/The Cage, 2015)

Postato il Aggiornato il

Come_i_carnevali_COVER_HD

Articolo di Roberto Basilico

Come i carnevali, il nuovo album del cantautore livornese Bobo Rondelli, è come un libro fatto di immagini e sentimenti, tutto costruito su una forma poetico–cantautorale percepibile fin dalla prima traccia, Carnevali, una bossanova in omaggio al poeta – ingiustamente dimenticato – Emmanuel Carnevali, emigrato in America e stimato dai più grandi artisti, qui raccontato con dolcezza e ammirazione.

Leggi il seguito di questo post »

Omake – musica per tutti? no, grazie…

Postato il Aggiornato il

Omake 3

Articolo di Luca Franceschini.

“Columns” è decisamente un lavoro che lascia il segno. Un cantautorato scurissimo, con una voce profonda, baritonale, a metà tra un Paul Banks e un Dave Gahan, un vestito elettronico e dei beat che ricordano spesso e volentieri il mondo dell’hip pop e della black music. L’esordio di Francesco Caprai, in arte Omake, è l’ennesimo centro della milanese Sherpa Records, una piccola label che ha pubblicato poche cose ma che ha saputo selezionarle con grande accuratezza.
Colpito dalla straordinaria bellezza di queste canzoni, ho deciso di andare a conoscerlo per fare due chiacchiere con lui.

Leggi il seguito di questo post »