Tuna milk – The neverending breakfast (autoproduzione 2013)

Postato il Aggiornato il

tuna milk

Articolo di Sabrina Tolve.

Ho avuto il piacere di conoscere Giulia Galliani in un mio viaggio in terra toscana.
Mi ha concesso di entrare nel mondo dei Tuna Milk, un mondo che so essere noto a Siena, Firenze e dintorni, ma che io personalmente non avevo ancora conosciuto.
Giulia è la voce suadente di questo gruppo tutto italiano che non ha niente da invidiare ad altri gruppi internazionali di medesimo stampo.

Leggi il seguito di questo post »

Marta sui tubi – abbiamo sempre voglia di smuovere le cose, di cambiarle…

Postato il

IMG_2003

Intervista di Luca Franceschini, foto di Andrea Furlan

Terminato il tour di supporto a Salvagente, il disco che ne celebrava i dieci anni di attività, i Marta sui Tubi si sono imbarcati in un breve giro di qualche settimana, durante il quale si sono esibiti con la formazione a tre che avevano agli esordi, suonando per intero il primo disco Muscoli e Dei, unitamente ad altri episodi tratti dai lavori immediatamente successivi.
Leggi il seguito di questo post »

Musica Nuda – Little Wonder (Warner Music Italy, 2015)

Postato il Aggiornato il

musicanuda_cover

Articolo di Rachele Baglieri

Ritornano a distanza di due anni dall’ultima pubblicazione il contrabbasso di Ferruccio Spinetti e la voce di Petra Magoni, ovvero Musica Nuda. Il 31 marzo è infatti uscito “Little Wonder”, il loro nuovo album registrato dal vivo sul palco del Teatro di San Casciano, in provincia di Siena.
L’album, come cita il titolo stesso, è una piccola meraviglia, un regalo che i due artisti hanno voluto fare soprattutto a loro stessi, ritracciando quel percorso e quella dimensione intima che è l’essenza del loro duo: contrabbasso e voce.

Leggi il seguito di questo post »

Verdena @ Phenomenon, Fontaneto D’Agogna (No) – 3 Aprile 2015

Postato il Aggiornato il

01

Articolo di Luca Franceschini, fotografie di Luca Martone

Fontaneto d’Agogna è in provincia di Novara e non è proprio la location che a tutti verrebbe in mente, parlando di concerti rock di un certo richiamo. Eppure il Phenomenon, che ha aperto pochi anni fa, è ormai considerato una venue di altissimo livello nel nostro paese. Grande capienza, ottima acustica e, a dispetto della location non proprio centralissima, anche ben facile da trovare, essendo situato ad una manciata di chilometri dall’uscita dell’autostrada. Leggi il seguito di questo post »

Giuliano Dottori – L’arte della guerra, volume 2 (Musica distesa – 2015)

Postato il Aggiornato il

11058498_10152818998588915_4856374895074028933_n

Articolo di Eleonora Montesanti

E’ passato un anno dal primo volume de L’arte della guerra di Giuliano Dottori (l’abbiamo recensito qui), che era emerso come un lavoro maturo ed equilibrato, dove sonorità limpide e lunghi intermezzi strumentali facevano da sottofondo all’eterna guerra con la propria interiorità e il tentativo di equilibrarsi nella quotidianità e nel mondo.
Ed è proprio il mondo il protagonista assoluto di questo volume 2, che riparte dallo stesso concetto, ma ribalta in maniera complementare il suo punto di vista: le piccole e grandi sfide che affrontiamo ogni giorno vengono descritte e confrontate in maniera universale. Leggi il seguito di questo post »

Bobo Rondelli @ La salumeria della musica, Milano, 1 Aprile 2015

Postato il Aggiornato il

IMG_2231

Articolo di James Cook, foto di Andrea Furlan

La storia musicale di Bobo Rondelli è iniziata ufficialmente nel 1993 con “Ho picchiato la testa”, primo singolo degli Ottavo Padiglione, il dissacrante gruppo livornese di cui era leader. Ricordo vagamente quel brano, ed ancor più vagamente i dischi successivi, ascoltati per lo più distrattamente. Dopo qualche distrazione, soprattutto cinematografica, nel 2009 Bobo è tornato ad occuparsi di musica a tempo pieno, pubblicando l’album Per amor del cielo. Casualmente, sono capitato alla Salumeria della musica per un suo concerto, di cui ancora ricordo la data: 2 febbraio 2011. Leggi il seguito di questo post »

Marilyn Manson – The Pale Emperor (Cooking Vinyl, 2015)

Postato il Aggiornato il

marilyn manson front

Articolo di Roberto Basilico

Il nuovo album di Marilyn Manson, The pale emperor, prende il titolo da un libro regalatogli dall’amico Johnny Depp intitolato Eliogabalo: Manson ne trae spunto e si identifica nell’imperatore Costantinus The Pale.
Già dalla prima canzone, intitolata Killing strangers, troviamo un Manson con una marcia in più rispetto ai lavori precedenti; percorrendo tutto l’album, infatti, si percepisce la presenza costante di sonorità rock – gothic – blues, con le quali sembra raccontare di essere tornato da un lontanto passato, pronto a catapultare gli ascoltatori nella sua cupezza universale.

Leggi il seguito di questo post »