Looking Into You: A Tribute To Jackson Browne (2014 – Music Road Records / IRD)

Postato il

looking into you a tribute to jackson browne

Articolo di Fabio Baio Baietti

Di solito mi avvicino ai dischi tributo con circospezione, per non dire sospetto. A maggior ragione se la musica è quella di artisti ancora “alive and kicking”. A smentire i miei dubbi arriva Looking into you, doppio cd dedicato a Jackson Browne. Uno dei grandi, indiscutibilmente. La prima caratteristica che mi ha colpito è la compattezza, l’omogeneità della qualità artistica del disco. Nessuna fuga in avanti, nessun stravolgimento dissennato (se non completi ribaltoni) delle versioni dei brani scelti. Merito di Jimmy LaFave che, oltre ad eseguire una For Everyman dilatata ed entusiasmante, è il regista nemmeno troppo occulto del progetto concretizzato dalla Music Road Records, e di una pletora di cantanti “made in Austin” che vanno a braccetto con alcuni mostri sacri che, quasi sempre, fanno centro con i brani a loro affidati.

Leggi il seguito di questo post »

Serazzi & La Cucina – Á la carte (2014 – Volume! records)

Postato il Aggiornato il

cover

Articolo di Eleonora Montesanti

Paolo Serazzi è un artista eclettico: suona il pianoforte e la chitarra, è un cantante e compositore, a volte arrangiatore e interprete di canzoni di ogni genere ed epoca, si occupa anche di colonne sonore per la televisione, il cinema e soprattutto il teatro. A questa personalità già di per sé pregna di sfumature per quanto riguarda questo ultimo disco, intitolato Á la carte, bisogna aggiungerci anche i sapori de La Cucina: un ensemble di fiati e percussioni che rendono le undici tracce frizzanti e variegate.

Leggi il seguito di questo post »

gianCarlo Onorato – Cristiano Godano – EX Live (2014 – Lilium Produzioni)

Postato il Aggiornato il

EX cover

Articolo di Nadia Merlo Fiorillo


Aprire un live citando Cage e Varèse già fornisce un indizio su quella che sarà la direzione intrapresa dall’intero album. Al di là della riflessione musicologica su suono organizzato e suono casuale, con cui gianCarlo Onorato apre le danze di Ex Live, i riferimenti colti non si contano (Mentre suona il Magnificat), dando così la misura dello spessore intellettuale che Onorato e Cristiano Godano – suo compagno di viaggio in quest’avventura musicale – sfoderano e, in certi casi, ostentano.

Leggi il seguito di questo post »

Paolo Saporiti – Paolo Saporiti (2014 – Orange Home Records)

Postato il Aggiornato il

Paolo Saporiti - Paolo Saporiti (2014)

Articolo di Andrea Furlan

Mi piacciono i dischi che suscitano forti emozioni. Mi piacciono i dischi che costringono a prendere posizione, a scegliere da che parte stare, che in nessuna maniera lasciano indifferenti e puntano dritto all’estremo coinvolgimento dei sensi. Dischi che regalano un’esperienza unica e totale, che non fanno sconti e impongono a chi li ascolta un rapporto esclusivo. Puoi tanto amarli quanto odiarli dischi così, di certo lasciano in te un segno indelebile. Se li ami è perché resti affascinato dai loro suoni, dai loro colori, dalla loro atmosfera; se li odi è perché ti mettono all’angolo e ti costringono a fare i conti con te stesso. Vanno in profondità per raggiungere anche le corde più nascoste del tuo intimo. Quando tutto ciò si avvera, come nel caso in questione, la fascinazione che ne deriva è per me pressoché immediata!

Leggi il seguito di questo post »

Ex-Otago – In capo al mondo (2014 – Officine Ex-Otago)

Postato il Aggiornato il

Ex-Otago In capo al mondo Cover HIGH

Articolo di Eleonora Montesanti

Sono passati tre anni densi di accadimenti da Mezze stagioni, anni in cui la band genovese ha dedicato anima e corpo alla realizzazione del nuovo disco In capo al mondo. Il risultato è maturo, sognante e introspettivo: questo album, infatti, riassume un originale impasto tra testi intimi e musica fresca, rispetto al passato sceglie di abbandonare l’elettronica a favore di strumenti in legno e atmosfere decisamente più rilassate. Le dodici canzoni, che somigliano a piccoli capitoli di un libro di avventure, riportano la musica ad uno dei suoi scopi primari: divertire e al contempo provare ad insegnare qualcosa. 

Leggi il seguito di questo post »

Grammophone @ CPA Live – Napoli – 4 Aprile 2014

Postato il

Grammophone-6

Testo di Nadia Merlo Fiorillo
Immagini sonore di Flavia Guarino

Hanno un’energia fuori dal comune i Grammophone, quintetto ebolitano che da pochi mesi ha esordito con Multiverso, album dal sound internazionale e dalle pretese acustiche più che giustificate.
Dalla loro hanno un’abilità esecutiva di notevole impatto, che sintetizza le più ardite soluzioni elettroniche con un gusto decisamente tradizionale per la melodia, e non si fanno certo scrupolo di declinarla evocando dettagli ritmici che quasi sconfinano nel prog.

Leggi il seguito di questo post »

Cesare Pavese – Ciau Masino (Einaudi, 1969)

Postato il Aggiornato il

Cesare-Pavese-Santo-Stefano-Belbo

Bisogna dire che Santo Stefano, all’imbocco della vallata del Belbo, è un poco la metropoli delle Langhe. Il paese ha su di sé di rappresentare dinnanzi alla provincia di Alessandria che confina, tutti i vanti e le virtù dei contadini retrostanti.
Cesare Pavese
Ciau Masino

Articolo di Sabrina Tolve

Sì, lo so. È un testo che non conosce quasi nessuno. Di fatto, è una raccolta di racconti scritti da un Pavese molto giovane (parliamo del 1931 – ’32; il libro fu però edito postumo nel 1968), divisa in due parti: una serie di racconti narra di Masin, un’altra parla di Masino.

Leggi il seguito di questo post »