Foja @ 75 Beat. Milano, 16 Gennaio 2014

Postato il Aggiornato il

IMG_6376

Live report a cura di Micol De Falco e Nadia Merlo Fiorillo

Band nata nel 2006, i Foja sono una delle realtà musicali partenopee più interessanti degli ultimi anni e il loro folk-rock, declinato nelle tante sfumature della melodia napoletana, ne identifica il sound e la creatività in modo esemplare.

Per chi non è avvezzo all’idioma di Partenope, ‘a foja è la foga, un’energia prorompente che esalta l’animo, quella nevrotica vitalità tipica di Napoli e del nostro tempo che i Foja esprimono nella loro musica già dagli esordi, datati 2009 – anno d’uscita del loro EP autoprodotto “Se po’ sbaglia’” –  e conclamata nel loro primo album, “’Na storia nova” del 2011, con cui hanno riscontrato un clamoroso successo.

Il 2013 è l’anno del loro secondo disco in studio, “Dimane torna ‘o sole”, accolto in maniera straordinaria dal pubblico e anticipato dal singolo “’A malia”, incluso nella colonna sonora de “L’arte della felicità”, film d’animazione presentato alla Mostra del cinema di Venezia per la regia di Alessandro Rak, che firma da sempre i video dei Foja.

Attualmente sono in tour e il live report che vi presentiamo è la cronaca entusiasta del loro recente concerto al 75Beat di Milano.

Leggi il seguito di questo post »

Daniele Celona @ Twiggy. Varese, 19 gennaio 2014

Postato il

01

Articolo di Eleonora Montesanti

Macinare chilometri per andare a sentire un concerto è sempre terapeutico. L’entusiasmo comincia nel viaggio e si snocciola nella curiosità di incrociare nuovi sguardi, vedere nuovi posti, imbattersi in nuovi tesori.

Ho già ascoltato Daniele Celona dal vivo molte volte, so cosa aspettarmi, anche se il fatto che sia completamente solo con la sua chitarra acustica e il suo piano è una novità anche per me.

Il Twiggy non ha un pubblico molto accogliente: il locale non è predisposto per l’esclusività dei concerti, infatti, nonostante l’area palco sia leggermente più raccolta, c’è un perenne via vai di persone venute solo per farsi una birra e catapultate di fronte al concerto un po’ per fortuna, un po’ per caso. L’atmosfera dunque, in partenza, non è delle più suggestive.

Leggi il seguito di questo post »

Georges Bataille, L’Arcangelico – l’eternità della poesia

Postato il Aggiornato il

bataille_Georges

Articolo di Sabrina Tolve

È difficile leggere Bataille[1]. Non tanto per la difficoltà insita nella sua stessa scrittura, quanto per l’impossibilità di entrare in possesso dei suoi libri.
Ma la costanza aiuta, la tenacia anche e col tempo se ne raccolgono i frutti.

Ho cercato L’Arcangelico per anni, prima di trovare una copia piuttosto blanda della stampa di un’ebook che circola in rete (G. Bataille, L’Arcangelico, Maldoror Press, 2011). Ma l’opera è del 1943, pubblicata nel 1944.

Ho regalato la stampa dopo averne letto il contenuto in una sola notte.

Leggi il seguito di questo post »

The Zen Circus – Canzoni contro la natura (2014 – La Tempesta Dischi)

Postato il Aggiornato il

the zen circus canzoni contro la naturaArticolo di Nadia Merlo Fiorillo

“Tutti gli uomini sono a loro modo anormali. Tutti gli uomini sono in un certo senso in contrasto con la natura e questo, sino dal primo momento, con l’atto di civiltà che è un atto di prepotenza umana sulla natura, è un atto contro natura”.

Questo pensiero, posto come chiusa di Canzone contro la natura, terza traccia dell’ottavo disco degli Zen Circus, è la cornice di senso entro cui la band pisana definisce il loro nuovo album e se nel suo esordio solista Appino ha preso spunto dal suicidio di Monicelli, stavolta l’ispirazione proviene da un’intervista di Pasolini a Ungaretti. 

Leggi il seguito di questo post »

Diaframma @ Cinema Lumiere. Pisa, 12 gennaio 2014

Postato il Aggiornato il

1524950_10202990275423873_84170088_nArticolo di Monica Mazzoli

I multisala hanno ucciso i vecchi cinema – più romanticamente detti cinematografi. Il Lumiere, ex-cinema del centro Pisa, vive una seconda  vita. Le poltroncine rosse, comode sono sempre lì, al centro. Ma non c’è più nessuna pellicola, c’è il grande film della vita: un posto che muore e rinasce con la musica dal vivo di domenica pomeriggio – orario insolito per un concerto, in Italia. La musica al pomeriggio – bisogna dirlo – fa molto british e i pisani vogliono fare un po’ gli inglesi con questa idea malsana, ma non più di tanto: concerti alle sei di domenica.

Leggi il seguito di questo post »

Paolo Saporiti e Roberto Zanisi @ Arci la lo. co. Osnago 10 gennaio 2014

Postato il Aggiornato il

01

Articolo di Eleonora Montesanti

La Brianza fa sorprese. Arrivo ad Osnago con un po’ di anticipo, gironzolo nella zona e non vedo altri edifici a parte la stazione dei treni. Proseguo fino ad incrociare un passante: “Scusi, dov’è il circolo arci La Lo. Co.?” “Giù, là alla stazione.” “Ma scusi, c’è solo quella!” “Infatti. L’arci La Lo. Co. è la stazione.”

Leggi il seguito di questo post »

A. H. – arcaico uomo animale

Postato il Aggiornato il

ah_1

Articolo di Sabrina Tolve

Ho avuto il piacere di vedere A.H. di Antonio Latella al Teatro F. Stabile di Potenza.

A. H. non è solo una piéce teatrale sul più grande e famoso dittatore di tutti i tempi, Adolf Hitler. È un viaggio attraverso il significato e il significante del male, partendo dalla genesi della parola e dalla genesi della Bibbia.

Leggi il seguito di questo post »