R E C E N S I O N E


Articolo di Cinzia D’Agostino

Mi √® capitato di chiedermi come mai, quando esce un disco dei Massimo Volume, tutti indistintamente si trovano d’accordo, esprimendo giudizi entusiastici, di pura meraviglia e stima. Eppure sono gli unici che non hanno mai fatto una svolta di stile, nessun cambio di orizzonte, e sono gli unici nella scena del sottosuolo italiano che non vengono criticati per questo. Mantenere la propria integrit√†, fedeli a se stessi e, ciononostante, non sbagliare un colpo, mai.

Continue reading “Massimo Volume – Il Nuotatore (42 Records, 2019)”