R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Sebastianelli

Con Lana Del Rey pare di essere tornati nei sessanta. A pochi mesi dall’ottimo Chemtrails Over the Country Club, ecco comparire il nuovo, già ampiamente annunciato e rimandato album, tutto velluti e fruscii notturni. Evidentemente in stato di grazia la nostra sembra avere ancora molto da dire. Anche se da più parti si è gridato al mezzo passo falso, additandolo come lavoro sottotono e soporifero, chi avrà la bontà di ascoltare con attenzione, si troverà nelle orecchie un disco colmo di poesia e bellezza. Forse il più puro e intenso della cantautrice, che distilla come vino prezioso versi e musiche. Voce, piano e versi in primo piano e un gigantesco vuoto nel mezzo, riempito a volte da batteria, archi e ottoni fantasmatici, che entrano ed escono senza quasi farsi notare. Tutte le canzoni vivono di un mood comune, lento romantico, sospeso.

Continua a leggere “Lana Del Rey – Blue Banister (Virgin Records, 2021)”