Interviste

Andrea Poggio – Dal Folk al Pop, l’importanza di avere le canzoni [l’intervista]

Postato il

Intervista di Luca Franceschini

A Milano è il primo giorno di dicembre e sembra che il freddo sia finalmente arrivato. Il centro città è un brulichio frenetico e affaccendato di persone intente allo shopping natalizio. All’interno del caffè in zona San Lorenzo che Andrea Poggio ha scelto come sede dell’intervista l’atmosfera è un po’ più tranquilla: un paio di studentesse che ripetono la poetica di Leopardi in vista di una probabile interrogazione, un gruppo di liceali che entra qualche minuto dopo e che sembra stranamente adeguarsi al clima ovattato del posto, limitandosi a qualche chiacchiera a volume contenuto nell’intervallo tra un video su YouTube e una chat su WhatsApp.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Loom & Vanish: Italian Blues Trip – Andrea Cubeddu

Postato il

Intervista e immagini sonore di Antonio Spanò Greco

Un grazie particolare ai fotografi Silvio Carcerieri, Cristina Molteni e Adriano Siberna

Secondo appuntamento dedicato a un giovane “one man band” che ha fatto del blues la sua ragione di vita, ha lasciato la Sardegna per stabilirsi a Milano e suona non solo nei locali ma anche per le vie cittadine. In questo 2017 che sta per concludersi ha dato alla luce un album candidato tra i migliori prodotti blues dell’anno. Jumpin’ up and down di Andrea Cubeddu è un esordio importante, rilevante e affascinante e merita un approfondimento ulteriore.

Leggi il seguito di questo post »

I Lowinsky, Monica e gli anni ’90 – l’intervista

Postato il

Intervista di Luca Franceschini

Ci si aspettava un nuovo disco dei Finistère ma si sa che al giorno d’oggi non è facile mantenere la continuità di un progetto, tra mille stimoli diversi e una liquidità che annulla la prospettiva temporale, non educa alla pazienza. Per la verità qui bisogna tirare in ballo le vicende personali dei singoli membri, per spiegare come mai “Alle porte della città” non è riuscito ad avere un degno successore. È un peccato perché il disco era piacevole e ben scritto, declinava un approccio italiano al Brit Pop anni ’90 che suonava fresco e genuino, mi sarebbe davvero piaciuto scoprire la continuazione di questa storia.

Leggi il seguito di questo post »

Of Shadows: come lasciarsi guidare dalle ombre – intervista a Fabrizio Cammarata

Postato il Aggiornato il

Articolo di Eleonora Montesanti

Of Shadows è il nuovo disco di Fabrizio Cammarata, cantautore palermitano molto apprezzato sia in Italia, sia oltreconfine. La sua firma, da sempre, è basata su delicatezza, introspezione e globalità.
Of Shadows, difatti, è un lavoro intimo ma cosmopolita, in cui due protagonisti – l’ombra e l’amore – si fiutano, si scontrano, si indagano a vicenda e si mettono in mostra – come in un’eclissi – tra luce e oscurità.
Of Shadows è anche un vero e proprio viaggio, sia dentro sia fuori di sé. In quest’intervista abbiamo provato a muoverci insieme a Fabrizio attraverso luoghi fisici, letteratura, poesia, solitudine, incontri e rivelazioni.

Leggi il seguito di questo post »

Loom & Vanish: Italian Blues Trip – Jeasus On A Tortilla

Postato il Aggiornato il

Intervista e immagini sonore di Antonio Spanò Greco

Il primo appuntamento di questa personale rubrica che prende lo spunto da una canzone del gruppo rock pesarese Cheap Wine e che vuole raccontare di giovani artisti blues nostrani, tra recensioni e chiacchiere, è dedicato ai Jeasus On A Tortilla che con l’uscita della loro seconda fatica Tonite Is The Night rinsaldano la loro posizione di musicisti dediti alla riproposizione di quel genere, il Chicago Blues, che oltre che essere universalmente noto, ha prodotto una moltitudine di musica difficilmente quantificabile e originato un esercito di fans, musicisti  o semplici seguaci.

Leggi il seguito di questo post »

Johann Sebastian Punk, l’artista dell’illusione [intervista]

Postato il

Articolo di Iolanda Raffaele

Il 13 ottobre è uscito “Phoney Music Entertainment”, il nuovo album di Massimiliano Raffa, in arte Johann Sebastian Punk. Per saperne di più non perdetevi questa intervista…
Leggi il seguito di questo post »

Unòrsominòre: un brontolone con la chitarra elettrica

Postato il Aggiornato il

Articolo di Eleonora Montesanti

Un nuovo disco di unòrsòminore, Una valle che brucia, è stato una vera e propria folgorazione per la sottoscritta. Cantautorato asciutto e contenuti tutt’altro che rassicuranti sono il mezzo tramite cui Emiliano Merlin – vero nome dell’artista veneto, che oltre ad essere cantautore è anche astronomo – racconta la propria verità, unendo sfumature sia poetiche, sia violente, proprio come accade nel mondo reale. Intervistarlo è servito per entrare ancora più profondamente nel disco, ma non solo. Abbiamo parlato di animali, della vastità dell’universo, di demoni e di eroi. Buona lettura!
Leggi il seguito di questo post »