Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Bon Iver @ castello Scaligero di Villafranca (Vr), 17 luglio 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini, immagini sonore di Claire Powell

Sono passati sei anni dall’ultimo concerto di Bon Iver nel nostro paese e l’attesa era comprensibilmente tanta. Vero che le quotazioni di Justin Vernon erano forse leggermente scese tra gli amanti dell’Indie Folk più oltranzista, dopo che l’uscita di 22, A Million ne aveva rivelato un aspetto molto più sperimentale e destrutturato di quanto fosse lecito aspettarsi. Allo stesso tempo, però, si era trattato di una mossa quasi annunciata: la linearità dell’approccio alla scrittura non è mai stata troppo tipica del musicista del Wisconsin e i suoi diversi progetti paralleli (Vulcano Choir, recentemente Big Red Machine), unitamente ai featuring su brani di artisti apparentemente lontani dal suo modo di sentire (vedi James Blake o Bruce Hornsby) ne fanno un artista molto più poliedrico di quanto fosse lecito aspettarsi dando un ascolto solo al primo lavoro a nome Bon Iver (che non a caso è il più amato dal pubblico generalista ma, almeno a mio parere, quello meno interessante musicalmente).

Continua a leggere “Bon Iver @ castello Scaligero di Villafranca (Vr), 17 luglio 2019”

Nils Berg Cinemascope @ Suoni Mobili – Sirtori (Lc), 18 luglio 2019

A P P U N T I  D A  S U O N I  M O B I L I


Appunti di James Cook, approfonditi da Luci

Nils Berg, polistrumentista, compositore e regista di Göteborg è una delle voci più influenti del jazz scandinavo. Dal suo debutto nel 2004, ha pubblicato otto album come leader, ed ha avuto numerose collaborazioni in progetti appartenenti ai mondi più diversi. Nel 2009, insieme al batterista Christopher Cantillo e al bassista Josef Kallerdahl, (co-fondatore dell’etichetta jazz Hoob Records) ha formato il trio Nils Berg Cinemascope. Dopo il primo CD “Popmotion”, hanno fatto tournée in Scandinavia, Stati Uniti, Canada, Europa, Algeria e Giappone. “Vocals”, il secondo disco e il primo film della band, è stato pubblicato nel 2013. Tre anni dopo sono usciti con “Searching For Amazing Talent From Punjab”. Nel 2018 Nils Berg Cinemascope ha portato il suo secondo film “Dina grannar” al Göteborg Film Festival. Si tratta di un documentario di musica poetica di 45 minuti che vede come personaggi principali i cittadini della città di Västerås, fuori Stoccolma. C’è anche una versione del film in cui Nils Berg e i suoi colleghi musicisti suonano la colonna sonora dal vivo durante la proiezione.
Li avevamo visti l’anno scorso, in una serata piovosa, nella palestra di Bulciago e ci aveva colpito quanto fosse particolare la loro proposta. 

Continua a leggere “Nils Berg Cinemascope @ Suoni Mobili – Sirtori (Lc), 18 luglio 2019”

Acqua di mare di Charles Simmons (Sur, 2019)

L E T T U R E


Articolo di Enrica Bardetti 

«Bene, è deciso dunque», disse, mettendosi comodo in una poltrona e accendendosi un sigaro. «Ognuno racconterà la storia del suo primo amore. Cominciate voi, Sergej Nikolaevič»
                                  Ivan Turgevev, Primo amore, 1860

Acqua di mare di Charles Simmons è un romanzo universale, se per universale intendiamo quel tipo di narrazione che parla a tutti, nella quale tutti si riconoscono. E’ una definizione che può sembrare un tantino esagerata se mettiamo questo di Simmons al cospetto di titoli come Madame Bovary di Gustave Flaubert o Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald tanto per citarne due a caso, ma già leggendo l’esergo, che ce ne anticipa l’argomento, abbiamo la prima conferma: chi non ha avuto un primo amore? L’amore è un tema universale, il primo amore lo è per eccellenza.

“Era l’estate del 1963 mi innamorai e mio padre annegò”

Continua a leggere “Acqua di mare di Charles Simmons (Sur, 2019)”

Toko Telo @ Suoni Mobili – Usmate Velate (Mb), 12 luglio 2019

A P P U N T I  D A  S U O N I  M O B I L I


Appunti di James Cook, approfonditi da Luci

Sotto un cielo di stelle, con nuvole che si muovono veloci, raggiungiamo Villa Scaccabarozzi nel comune di Usmate Velate. L’edificio risale all’inizio del XIX secolo, quando il conte Rinaldo di Barbiano, principe di Belgioioso d’Este, fece della sua dimora una sontuosa “villa di delizia” per il soggiorno estivo, dotandola anche di uno splendido parco all’inglese. Divenne così uno dei luoghi di villeggiatura favorito dai membri più illustri della nobiltà milanese. Dopo l’acquisizione da parte dell’Amministrazione Comunale, dal 1997 sono stati avviati lavori di ristrutturazione che hanno permesso, fra l’altro, il recupero della suggestiva “Sala delle colonne”.
Anche in questa occasione ci troviamo in un posto ideale dove accogliamo una formazione che arriva da lontano, i Toko Telo (ovvero “gruppo di tre”), presenza abituale nelle manifestazioni internazionali più prestigiose dedicate alla world music. Il trio proviene dal Madagascar, enorme isola situata nell’oceano indiano, al largo della costa meridionale africana.

Continua a leggere “Toko Telo @ Suoni Mobili – Usmate Velate (Mb), 12 luglio 2019”

Vampire Weekend @ Circolo Magnolia, Segrate (Mi) – 09 luglio 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini, immagini sonore di Alessandro Pedale

Sono passati 11 anni dall’ultima volta che i Vampire Weekend sono venuti a suonare in Italia e, francamente, non ci speravo troppo che potesse riaccadere. Le regole del Music business sono spietate, sopratutto in un momento storico in cui si guadagna soprattutto con i concerti. Vedere la band newyorchese riempire palazzetti e fare da headliner in festival importanti, mi aveva fatto pensare che qui da noi non avrebbe mai trovato pubblico a sufficienza per coprire un cachet senza dubbio lievitato negli ultimi anni. Per fortuna non è stato così, onore a Dna Concerti per averci creduto e averceli portati per una data che attendevamo davvero da troppo tempo.

Continua a leggere “Vampire Weekend @ Circolo Magnolia, Segrate (Mi) – 09 luglio 2019”

Gabriela Mendes @ Suoni Mobili – Verano Brianza (Mb), 10 luglio 2019

A P P U N T I  D A  S U O N I  M O B I L I


Appunti di James Cook, approfonditi da Luci

Con una temperatura estiva decisamente più favorevole raggiungiamo il comune di Verano Brianza e la Piazza della Chiesa Vecchia, dove si esibirà Gabriela Mendes accompagnata dai suoi musicisti. L’artista arriva da noi come una delle possibili eredi di Cesária Évora.
“Cize”, così la chiamavano gli amici, è stata la più celebre interprete della Morna, genere e danza tipica dell’Isola di Capo Verde, che unisce le percussioni dell’Africa occidentale con il fado portoghese, la musica brasiliana e i canti di mare britannici. Questa forma musicale a tempo lento nasce nel diciottesimo secolo, l’origine del suo nome si ipotizza possa essere correlata al pianto o al lamento che accompagnava la narrazione delle vicissitudini quotidiane.

Continua a leggere “Gabriela Mendes @ Suoni Mobili – Verano Brianza (Mb), 10 luglio 2019”

Glen Hansard – Anfiteatro del Vittoriale, 26 luglio 2019- Comunicato stampa

C O M U N I C A T O – S T A M P A


Cantautore, chitarristaattorevoce e chitarra dei The Frames, vincitore del Premio Oscar nel 2008 con ‘Falling Slowly’, miglior canzone originale tratta dal film ‘Once’, Glen Hansard è tornato sulle scene musicali con ‘This Wild Willing’, il quarto disco uscito il 12 aprile, una raccolta di brani che fondono l’originalità del suono dei The Frames, gruppo in cui ha militato per oltre vent’anni, con la sua carriera solista da cantautore e compositore. Anticipato dal singolo I’ll Be You, Be Me, il nuovo lavoro di studio, concepito a Parigi e registrato in Francia insieme al produttore David Odlum e a una ristretta cerchia di amici musicisti, esprime la nuova direzione artistica intrapresa da Hansard, tra innovazioneinvenzione e sperimentazione.

Continua a leggere “Glen Hansard – Anfiteatro del Vittoriale, 26 luglio 2019- Comunicato stampa”

Giant Rooks – Wild Stare (Virgin Records, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Manuel Gala

Se andassimo a ripescare indietro nel tempo quello che ha sfornato il mercato discografico tedesco negli ultimi anni, proveremmo un misto fra nostalgia per i nostri primi anni in discoteca, e qualche brivido lungo la schiena per la pochezza e povertà di idee rock, sbocciate a livello mondiale con i Guano Apes e ovviamente i Rammstein (vi prego non tirate in ballo i Tokyo Hotel). Il vento sta cambiando anche nella più spavalda Germania grazie a nuove sonorità più strutturate e più vicine all’immaginario collettivo di band europea piuttosto che classica musica tecno ormai datata (anche se parlando degli Scooter mi scende giusto una lacrima a ricordare la mia tamarra gioventù).

Continua a leggere “Giant Rooks – Wild Stare (Virgin Records, 2019)”

Old Fashioned Lover Boy – Bright, (A Modest Proposal Records, Malinka Sound, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Claudia Losini

Un amante all’antica, Alessandro Panzeri. Nato a Napoli e trasferitosi a Milano, ha cominciato a produrre brani nel 2013, sotto il moniker di Old Fashioned Lover Boy, ispirandosi ad artisti come Bon Iver e Iron and Wine, ha fatto dell’alt folk malinconico la sua bandiera.

Continua a leggere “Old Fashioned Lover Boy – Bright, (A Modest Proposal Records, Malinka Sound, 2019)”

WordPress.com.

Su ↑