Video

Un concerto al giorno. Giorno04. Arctic Monkeys

Postato il

Diario quotidiano di Domenica D’Agosto #unconcertoalgiorno

Lunedì feels

L’inizio settimana ha sempre quel tocco di tristezza acida, mista ad una manata di “non c’ho voglia” che mi accompagna per tutta la giornata. Carica di cotanti sentimenti, affronto l’intensa sessione lavorativa, anzi intensissima, perché ad una certa dovrò cambiarmi e materializzarmi dall’altra parte della città, in tempo per l’inizio del concerto; volo.

Leggi il seguito di questo post »

Un concerto al giorno. Giorno03. A night for Chet Baker.

Postato il Aggiornato il

Diario quotidiano di Domenica D’Agosto #unconcertoalgiorno

Tutti quanti voglion fare il Jazz

Siamo al terzo della lunga serie di concerti e già mi trovo afona e sovraeccitata per aver cantato e saltato senza ritegno tra la folla. Decido di darmi una calmata e concedere tregua alle corde vocali assistendo ad un tributo strumentale, un po’ vintage e molto cool, per la precisione cool jazz: “My Funny Valentine: a Night for Chet Baker”.

Leggi il seguito di questo post »

Un concerto al giorno. Giorno02. Gem Boy e Cristina D’Avena.

Postato il Aggiornato il

Diario quotidiano di Domenica D’Agosto #unconcertoalgiorno

Never Too Old

Un concerto al giorno è appena iniziato, e già comincio a sentire la stanchezza, lo stress per l’intensa giornata lavorativa e i primi acciacchi della non più giovanissima età (dopo i trent’anni è tutto un declino).

Leggi il seguito di questo post »

Moby – Everything Was Beautiful, and Nothing Hurt (Little Idiot, 2018)

Postato il

Articolo di Ylenia Pepe

La musica di Moby è stata sicuramente una di quelle che più ci ha fatto sognare e viaggiare negli anni ’90 e agli inizi del nuovo millennio; basti pensare ai suoni sensuali e delicati di “Natural Blues”; la malinconia è sempre alle porte quando si riascoltano pezzi simili ma Everything Was Beautiful, and Nothing Hurt ci riporta indietro in quegli anni e nella bellezza di quei ritmi che allettavano il nostro spirito e non lo ferivano così tanto come invece accade adesso nell’era di Trump: questo è il messaggio che l’artista ci lancia già dal titolo che è stato tratto da una frase di una novella di Kurt Vonnegut.

Leggi il seguito di questo post »

Un concerto al giorno. Giorno01. Pinguini Tattici Nucleari.

Postato il Aggiornato il

Diario quotidiano di Domenica D’Agosto #unconcertoalgiorno

Gli Allegri Ragazzi Indie

Arrivo al Big bang carica di entusiasmo, finalmente si comincia! Ho scritto lunghi post sulle motivazioni personali di questa maratona (se non lo avete già letto, recuperate) ne ho però tralasciata una, poco sentimentale, ma non meno importante: le endorfine. Andare ai concerti ti lascia quella scarica neuro-ormonale positiva che crea dipendenza, è quasi come stare sotto amfetamine senza subirne gli effetti avversi… una volta provato è difficile smettere.

Leggi il seguito di questo post »

Gli Scordati di Joe – Vol. 25

Postato il Aggiornato il

Note di merito per album passati distrattamente in secondo piano, ma meritevoli di un loro piccolo spazio. Nell’impossibilità di raccontare tutto ciò che viene prodotto, una selezione di dischi con confronti senza vincitori, né punteggi; ma con la presunzione di restituire una sensazione il più immediata possibile, attraverso un’analisi che va oltre le solite stellette.

Articolo di Giovanni Carfì

Leggi il seguito di questo post »

Giulia’s Mother in concerto a Milano [Vinci 2 biglietti per giovedì 24 maggio all’Ohibò]

Postato il

Per vincere i due biglietti è sufficiente scrivere un messaggio privato alla pagina facebook di Off Topic indicando nome, cognome e numero di telefono (non dimenticate di mettere “mi piace” alla pagina!).
I vincitori saranno avvisati entro le ore 23:30 del 23 maggio.

Giulia’s Mother in concerto all’Ohibò di Milano, giovedì 24 maggio 2018 Leggi il seguito di questo post »