Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Categoria

Video

Gli Scordati di Joe – Vol.38

R E C E N S I O N I


Note di merito per album passati distrattamente in secondo piano, ma meritevoli di un loro piccolo spazio. Nell’impossibilità di raccontare tutto ciò che viene prodotto, una selezione di dischi con confronti senza vincitori, né punteggi; ma con la presunzione di restituire una sensazione il più immediata possibile, attraverso un’analisi che va oltre le solite stellette.

Continue reading “Gli Scordati di Joe – Vol.38”

50 album per il 2018

“La musica fa parte della mia vita praticamente dalla nascita ed è nutrimento essenziale quotidiano come qualsiasi altro elemento necessario al mio corpo e alla mia mente per non morire.”

Citiamo questa frase di Simone Nicastro da un suo recente, interessante, articolo (potete leggerlo qui) come necessario presupposto alla nostra consueta classifica di fine d’anno. Nello stilare l’elenco dei 50 album più rappresentativi del 2018 lo hanno guidato innanzitutto la curiosità e la mente aperta. Inutile dire che sono le caratteristiche che noi di Off Topic apprezziamo maggiormente. In questo elenco c’è tanto nuovo, tanti giovani che spesso ci hanno stupito molto positivamente. Non ce ne vogliano i passatisti nostalgici, quelli “che il rock è morto nel 1969”, quelli che rinunciano a comprendere il presente. Nessuna pretesa di esaustività o oggettività, la musica non è una scienza esatta, casomai un’emozione che ci colpisce a suo piacimento. Spazio quindi al confronto, perché la musica è viaggio, conoscenza, scoperta e stupore!

Il nostro augurio per il 2019 è che non vi fermiate alla vostra comfort zone, alle certezze del conosciuto, ma abbiate la voglia di rischiare! Siate curiosi e fatevi stupire. Buon Anno!

(La redazione)

Continue reading “50 album per il 2018”

Federico Albanese @ St Stephen’s Church, Dublino – 30 novembre 2018

Articolo, immagini e video di Ylenia Pepe

Venerdì 30 novembre c’è stata una performance magnifica a Dublino, del pianista italiano Federico Albanese, presso la magica e suggestiva Chiesa di St. Stephen’s, meglio nota come “Pepper Canister”.

47118112_2178912202374310_7844419095087808512_nok Continue reading “Federico Albanese @ St Stephen’s Church, Dublino – 30 novembre 2018”

Gli Scordati di Joe – Vol. 36

Note di merito per album passati distrattamente in secondo piano, ma meritevoli di un loro piccolo spazio. Nell’impossibilità di raccontare tutto ciò che viene prodotto, una selezione di dischi con confronti senza vincitori, né punteggi; ma con la presunzione di restituire una sensazione il più immediata possibile, attraverso un’analisi che va oltre le solite stellette.

Articolo di Giovanni Carfì

Stampa

Continue reading “Gli Scordati di Joe – Vol. 36”

Smashing Pumpkins – Shiny and Oh So Bright, Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun. (Napalm, 2018)

cover2.jpg

Articolo di Manuel Gala

“I’m your lover, I’m your zero”

William Patrick Corgan (Billy per noi mortali) ci prova a ripartire da zero, dalle origini. Lo fa tentando di rimettere in piedi la sua creazione nata nei locali underground di Chicago nel lontano 1988, riassemblando i cocci e i frammenti di una vita.
Sì signori…ladies and gentlemen…che la vera reunion degli SMASHING PUMPKINS abbia inizio!

Continue reading “Smashing Pumpkins – Shiny and Oh So Bright, Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun. (Napalm, 2018)”

L’uomo che rubò Banksy – La grande arte al cinema

Articolo di Giovanni Carfì

Eccoci nuovamente in sala per ”Grande Arte al Cinema”prodotta da Nexodigital, che ci invita all’anteprima del film L’uomo che rubò Banksy, nelle sale solo l’11 e 12 dicembre.

La pellicola ruota intorno alla figura (piuttosto ingombrante ma innocua) di Walid; in realtà è un pretesto narrativo, in quanto il film sviluppa numerosi temi legati al mondo della Street Art, e Walid “The Beast”, in tutto questo ha un ruolo piccolo ma che funge da detonatore per la storia.
Presentandocelo all’interno del suo taxi giallo, è stato il punto di partenza da cui il regista Marco Proserpio, decide di partire la sua ricerca; incontrato per caso ad un check-point tra Gerusalemme e Betlemme, Walid racconta il suo mondo, e quello di tanti altri Palestinesi, che da un giorno all’altro hanno perso la possibilità di guardare una parte d’orizzonte, a causa della Barriera di separazione israeliana, correva l’anno 2002.

Continue reading “L’uomo che rubò Banksy – La grande arte al cinema”

Peter Murphy, 40 anni di Bauhaus – Live Report

43049654_1816486648417226_7941773535398068224_n

Articolo di Stefano Nicastro

In un Fabrique pieno (ma non pienissimo) si è consumato l’ennesima (parziale) reunion di una banda storica: Peter Murphy and David J, insieme per il 40 anniversario della storica e seminale banda goth Bauhaus.
Che dire?

Continue reading “Peter Murphy, 40 anni di Bauhaus – Live Report”

Mumford & Sons – Delta (Island, 2018)

Delta, dove tutto confluisce

Articolo di Giacomo Starace

E’ iniziato il quarto capitolo della storia dei Mumford & Sons. Delta si presenta come il frutto di un percorso iniziato dieci anni fa con il primo album Sigh No More: il sound del gruppo è cambiato radicalmente, ma vengono mantenuti quelli che sono i loro elementi caratteristici (lo stile percussivo, i testi poetici e filosofici, la calda voce baritonale di Marcus, gli inni cantati a squarciagola dal pubblico dei loro concerti), che pervadono tutto il nuovo disco. I Mumford stavolta si presentano con un apparato sonoro diverso e di tutto rispetto, creato con il produttore Paul Epworth, pilastro del pop dell’era moderna (U2, Adele, Coldplay, Paul McCartney) e proprietario degli studi Church di Londra, dove hanno registrato. Il rapporto di familiarità fra i membri del gruppo e il produttore ha permesso di sperimentare ogni tipo di idea, definendo la nuova forma della loro musica. La prima cosa che colpisce l’ascoltatore è la quantità di suoni presenti nei brani: basi elettroniche, sintetizzatori, riverberi e un’intera orchestra, ben diverso dalle prime pubblicazioni.

Continue reading “Mumford & Sons – Delta (Island, 2018)”

Charlotte Gainsbourg – unica data italiana il 5 dicembre al Fabrique

Articolo di Redazione

La cantante e attrice franco-britannica arriva in Italia per un’unica data italiana, il 5 dicembre al Fabrique di Milano per presentare Rest, l’ultimo album uscito nel 2017 per Because Music e accompagnato dai singoli Deadly Valentine, I’m a Lie e dal nuovo Sylvia Says, uscito per Pitchfork.

43787781_10156813261484292_917525836150603776_n
Continue reading “Charlotte Gainsbourg – unica data italiana il 5 dicembre al Fabrique”

WordPress.com.

Su ↑