Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Tag

E. Joshin Galani

Elk Cloner – Abbiamo vinto un’altra guerra (cover di Motta) *** anteprima audio ***

Articolo curato da E. Joshin Galani

Che Torino sia un fermento musicale lo sappiamo; da diverse angolazioni regala emozioni per tutte le sfumature di orecchie, è come un banchetto imbandito che accontenta nella sua scala di sapori ogni palato.
Il gusto di oggi squisitamente aspro, color grigio lucente, come il sole che illumina il selciato dopo la pioggia ce lo regalano gli Elk Cloner, gruppo torinese composto da Alessandro Marin (voce) ed Enrico Pugno (chitarra) a cui si sono aggiunti successivamente Federico Croci (basso) e Luca Giolo (batteria).
Formatisi nel gennaio 2018, fanno uscire due inediti di cui abbiamo apprezzato i ruvidi chiaroscuri. Nell’attesa del primo ep “Lasciamo le cose come stanno”, vi proponiamo in anteprima la loro cover di “Abbiamo vinto un’al­tra guerra” di Francesco Motta.

Continua a leggere “Elk Cloner – Abbiamo vinto un’altra guerra (cover di Motta) *** anteprima audio ***”

Deproducers : la magia dalla scienza attraverso la musica, passando per le arti visive

C O N F E R E N Z E


Articolo di E. Joshin Galani

In uscita il 5 Aprile DNA opera del collettivo musicale Deproducers (Gianni Maroccolo, Vittorio Cosma, Riccardo Sinigallia, Max Casacci) in collaborazione con AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro). Il collettivo Deproducers esce con il primo lavoro Planetario nel 2012 con la sua esplorazione del cosmo e degli astri. A seguire nel 2016 Botanica, il linguaggio segreto delle piante. In questo 2019 arriva DNA, i cui contenuti sono scientifici: la nascita della vita, le cellule, le loro modificazioni. Preziose le collaborazioni una con il filosofo Telmo Pievani per la raccolta dei testi raccontati, e come voce narrante nel disco (un racconto in realtà è letto da Eugenio Finardi). Pievani, affiancherà nei live i musicisti, narrando i singoli brani. A completare questo lavoro, le immagini di quello che viene definito “il quinto del collettivo” Marino Capitanio che ha curato la parte visuale, traducendo in disegni, animazioni i contenuti dei testi.

Continua a leggere “Deproducers : la magia dalla scienza attraverso la musica, passando per le arti visive”

Tornano Le Orme: il Prog, la musica classica e Francesca Michielin

C O N F E R E N Z E


Articolo di E. Joshin Galani

E’ con il titolo poetico Sulle ali di un sogno che tornano Le Orme, una delle band progressive italiane più importanti. Alla conferenza stampa presso la Sony Music, sono presentati, a ragion veduta, come la storia della musica italiana. A far parte di questo disco, alcune delle più significative canzoni della loro carriera musicale (ventiquattro album all’attivo in più di cinquant’anni di carriera) e due inediti: La danza di primavera e Un altro cielo. Per quest’ultimo lavoro hanno aperto un pertugio luminoso verso nuove voci: a Francesca Michelin hanno affidato il compito di ri interpretare Gioco di Bimba.

La versione di Francesca mi ha emozionato tantoci racconta Michi Dei Rossi, batterista storico del gruppo e portavoce di questa conferenza stampa – il personaggio del testo è una donna pura, ho visto in Francesca questa anima pura. Lei ha accettato con tanta voglia di fare, la sua famiglia è fan de Le Orme, si sente da come canta che ci mette l’anima, lei canta spesso i nostri brani.”

Continua a leggere “Tornano Le Orme: il Prog, la musica classica e Francesca Michielin”

Bastasse il Cielo, ritorna Pacifico: l’ispirazione parigina e l’orchestra sparpagliata

C O N F E R E N Z E

Articolo di E. Joshin Galani Esce l’8 marzo Bastasse il cielo ultimo lavoro Luigi De Crescenzo, Gino per gli amici ed in arte Pacifico. E’ il primo disco di inediti, dopo sette anni dall’ultimo album di duetti Una voce non basta del 2012.

Continua a leggere “Bastasse il Cielo, ritorna Pacifico: l’ispirazione parigina e l’orchestra sparpagliata”

Eugenio in Via di Gioia – esce “Natura Viva”, disco realizzato in un contesto urbano

C O N F E R E N Z E


Articolo di E. Joshin Galani La tenerezza di vedere quattro ragazzi crescere, dalla spontaneità alla ”gigioneria” dei palchi. Alla loro prima conferenza stampa qui a Milano, si presentano con un misto di gioia ed emozione. Sono gli Eugenio in Via di Gioia il nome è dato dai primi componenti della band (il cantante Eugenio Casaro, il fisarmonicista Emanuele Via e il batterista Paolo Di Gioia), a cui si è aggiunto 4 mesi dopo Lorenzo Federici a nome della band già definito, conosciuto a Londra, in Piccadilly Circus, mentre suonava il contrabbasso. Per par condicio, hanno dato il titolo Lorenzo Federici al loro album d’esordio del 2014. Esce nel 2017 Tutti Su Per Terra per arrivare al 2019 con Natura Viva, pubblicato da Virgin Records (Universal Musica Italia), anticipato dai singoli Altrove, Cerchi e Camera mia.

Continua a leggere “Eugenio in Via di Gioia – esce “Natura Viva”, disco realizzato in un contesto urbano”

La Rappresentante di Lista: Go Go Diva – permettere alla poesia di trasformare il reale [intervista]

Intervista di E. Joshin Galani

Go Go Diva è il titolo del nuovo album de La Rappresentante di Lista, il progetto di Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina, pubblicato da Woodworm Label a fine 2018.
Terzo disco in studio, dopo (Per la) Via di Casa e Bu Bu Sad; la loro definizione globale di questo nuovo lavoro è queer.
Una direzione più pop ed elettronica rispetto agli album precedenti, strabordante di fisicità. La voce strepitosa di Veronica cavalca le canzoni adattando le modulazioni, vestendo i contenuti dei testi.
Con piacere li ho incontrati per entrare nel backstage di questo intenso e curatissimo lavoro.

Continua a leggere “La Rappresentante di Lista: Go Go Diva – permettere alla poesia di trasformare il reale [intervista]”

Giulio Casale – Potevo realizzare un disco acustico, elegante, ineccepibile, e invece ho bisogno di contraddizione [intervista]

Intervista di E. Joshin Galani

Si apre bene questo 2019, l’11 Gennaio è in uscita Inexorable, da VRec Music Label, quarto album solista per l’ex frontman degli Estra. Viene alla luce nella sua interezza, integrando il lavoro iniziato con l’Ep Cinque Anni del 2017. L’album contiene undici brani nella versione CD e tredici nella versione LP.
Prima di questa nuova uscita discografica, ho visto Giulio offrirsi nelle sue diverse anime. Un anno fa circa sul palco con il “Libera-mente” Tour, concerto accompagnato da Lorenzo Corti. Un viaggio musicale libero, senza scaletta, senza vincoli al proprio repertorio, sia raconteur che chansonnier. Una forma di intrattenimento spontanea, di teatro canzone
L’ho poi visto in primavera, nella sua veste teatrale, alla mostra “La musica dell’inchiostro” presso la Biblioteca Nazionale Braidense. Una riunione di diverse culture intrecciate dallo stesso ritmo: la performance calligrafica del maestro calligrafo Silvio Ferragina, Giulio Casale in un recitato tratto dall’Hamlet Suite di Carmelo Bene, Michele Rabbia a fare da tappeto sonoro con le sue percussioni.
Sono felice di aver ascoltato in anteprima questo album, dove le sensibilità e l’occhio attento di Giulio, ci accompagnano in undici episodi il cui sguardo cade sulla bellezza, sul tempo, il disincanto, spazi ironici e la sicurezza che chiude, con il ritorno a se stessi.
Con Giulio ho chiacchierato per entrare meglio in questo curato lavoro d’autore. Ecco la mia intervista.

Continua a leggere “Giulio Casale – Potevo realizzare un disco acustico, elegante, ineccepibile, e invece ho bisogno di contraddizione [intervista]”

Never Say Goodbye – Vol. 2

queen_jazzCi sono album che ti cambiano la vita, album che ti entrano così prepotentemente dentro che ti accompagneranno per tutta la tua esistenza e che, anche quando penserai di essere andato oltre, saranno lì ad aspettarti pazientemente in un angolino della libreria, pronti a sbucare di nuovo fuori in un momento di nostalgia per il passato o di ilarità durante una cena tra amici…

Metti ad esempio dieci persone appassionate di musica che si incontrano in una pizzeria, si ride, si scherza, ci si prende in giro sui gusti musicali dell’uno o dell’altro e, all’improvviso, qualcuno pronuncia la fatidica domanda: qual è stato il primo Lp che hai acquistato?…di qui l’idea di creare Never Say Goodbye, una rubrica dedicata alle perle musicali del passato, perché per quanto ci si possa allontanare lungo la strada, non bisogna mai dimenticare da dove si viene.

Articolo di E. Joshin Galani

Continua a leggere “Never Say Goodbye – Vol. 2”

Batti 5: 5 domande in 5 minuti – The Pier

Le contiamo sulla punta delle dita: 5 domande ai nostri artisti, il tempo di batter 5 et voilà, in 5 minuti le risposte.

Intervista di E. Joshin Galani

Seconda uscita discografica per The Pier, Dead Reckoning per la Kallax Record. Il gruppo, composto da Gabriele Terlizzi, Davide Pasculli e Danilo De Candia ci fanno entrare in ritmi pulsanti che alzano la soglia d’attenzione, sono esplosivi, trascinanti e prorompenti.
Mi piace imbattermi in dischi che non assomigliano a nessuno, dove è difficile descriverli musicalmente perché la sapienza con cui sono accostati stili e ritmi, ne crea uno nuovo, che non ha ancora nome. Uno shaker di suoni sapientemente dosati e accostati, la bellezza é che questo ritmo internazionale sia in realtà tutto italiano.
5 domande per conoscerli meglio…

Continua a leggere “Batti 5: 5 domande in 5 minuti – The Pier”

WordPress.com.

Su ↑