Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Categoria

Immagini Sonore

Larry Campbell & Teresa Williams @ Castello Visconti di San Vito – Somma Lombardo (Va), 6 giugno 2019

L I V E  R E P O R T


Articolo di Fabio Baietti e immagini sonore di Andrea Furlan

Torri, fossati, stemmi e chiostri. Una location incantevole per due Artisti che l’incanto, in chi li ascolta, lo provocano con un mix gentile di classe sopraffina e contagiosa empatia. Larry Campbell cambia gli strumenti come un Fregoli dei nostri tempi, eccellendo in ognuno di essi. Se pare ovvietà, per uno che dava il tempo a Mr. Zimmerman, rimarcare i virtuosismi alla sei corde (sempre contestualizzati nel fluido scorrere della canzone), la sua maestria al mandolino ed al violino ha dato colori e profumi diversi a parecchie composizioni. Tra un brano e l’altro, da professionista consumato, si è cimentato con un italiano fruibile, leggermente spruzzato di castigliani idiomi, con il pubblico a colmare i rarissimi vuoti. Il sorriso perenne, tra i folti capelli di un “newyorker” cittadino del Mondo.

larry-campbell-teresa-williams-foto-di-andrea-furlan

Continue reading “Larry Campbell & Teresa Williams @ Castello Visconti di San Vito – Somma Lombardo (Va), 6 giugno 2019”

Samantha Fish @ Legend Club – Milano, 30 maggio 2019 [opening Curse of Lono]

L I V E – R E P O R T


Articolo di Giovanni Carfì
Fotografie di Matteo Musazzi di Nightguide.it

Classe ’89, Kansas City la provenienza; lei è Samantha Fish, con l’acca e il pesciolino intarsiato sulla fedele Telecaster. La sua carriera inizia circa una decina di anni fa ed è stata una continua ascesa, attraverso collaborazioni e premi che l’hanno portata sotto i riflettori e all’attenzione del grande pubblico appassionato di quelle sonorità blues/rock provenienti da oltre Oceano. Arriva in Italia per la prima volta nonostante i numerosi album, e lo fa in previsione dell’ennesimo lavoro che uscirà ad agosto/settembre, dal titolo Kill Or Be Kind, ma non è sola sul palco, in apertura ci sono i Curse Of Lono di Felix Bechtolsheimer, direttamente da Londra e in uscita a luglio con il quarto album 4am and Counting (live); le loro sonorità oscillano tra sospiri roots e intarsi blues.

Continue reading “Samantha Fish @ Legend Club – Milano, 30 maggio 2019 [opening Curse of Lono]”

Michael McDermott @ Sala Polivalente Giovanni Paolo II – Somma Lombardo (Va), 17 maggio 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Fabio Baietti fotografie di Vittorio Puglia

Quale misteriosa energia si nasconde nel cuore e nell’anima di un Artista che sembra suonare, ogni volta che lo vedi sul palco, il suo ultimo concerto? Quanti sogni, quante ferite, quante resurrezioni vuole ancora condividere, lasciandoci inebetiti di emozioni, per la sincerità senza filtri con cui le porge al suo pubblico? Michael McDermott continua a combattere i fantasmi che si frappongono sul suo cammino con l’ardore tipico del fighter “irish”, attitudine che ben si evidenzia in una produzione discografica tornata, qualitativamente, molto vicino a quella degli esordi e che trova sublimazione assoluta nei suoi live sets.

Continue reading “Michael McDermott @ Sala Polivalente Giovanni Paolo II – Somma Lombardo (Va), 17 maggio 2019”

Foals @ Fabrique, Milano – 16 maggio 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini, immagini sonore di Ambrogio Brambilla

Everything Not Saved Will Be Lost part 1, quinto disco della carriera dei Foals, è uscito un mese e mezzo fa e questa di Milano è l’unica data italiana, prima occasione di testare dal vivo le nuove canzoni in attesa di una possibile replica estiva e, soprattutto, della pubblicazione della seconda parte, attesa per l’autunno.
Per il momento siamo soddisfatti: la band inglese sembra tornata all’ispirazione fresca degli inizi, con un lavoro che recupera le coordinate stilistiche dell’esordio Antidotes, mescolandole con l’immediatezza Pop di Inhaler.
Il Fabrique è pienissimo, molto vicino al sold out, come del resto già accaduto tre anni fa in occasione del tour precedente. Questo è un gruppo le cui quotazioni sono in costante ascesa e che soprattutto qui da noi ha sempre goduto di grande fortuna ma è anche curioso segnalare la presenza di numerosi stranieri: fosse gente in Erasmus, in vacanza o appositamente venuta per seguire il proprio gruppo preferito, resta il fatto che si è respirato un clima parecchio internazionale. .

Continue reading “Foals @ Fabrique, Milano – 16 maggio 2019”

Mumford and Sons @ Mediolanum forum – Assago (Mi), 29 aprile 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Giacomo Starace e immagini sonore di Monica Alabianca Sala

Il Forum di Assago è pieno, il pubblico raccolto attorno al palco centrale in attesa. Poi la musica di sottofondo si spegne e cala il buio, mentre si alzano le voci che accolgono l’ingresso dei Mumford & Sons. Senza indugio inizia il concerto sulle note di Guiding Light. È difficile descrivere le emozioni di ciò che è stata la sera del 29 aprile. Prima del tour mondiale avevano anticipato che lo show sarebbe stato diverso da quelli a cui il loro pubblico era abituato, a partire dall’inserimento del palco centrale. Certamente i giochi di luce strepitosi hanno contribuito a creare atmosfera, ma, come in questo decennio di carriera, il vero spettacolo sono stati loro: Marcus, Ted, Winston e Ben. Mi ha particolarmente colpito l’atteggiamento tenuto per tutta la durata dell’esibizione: una maturità e familiarità col palco, ma specialmente col pubblico, con il quale hanno comunicato per lo più in italiano. Gli spettatori del Forum più volte li hanno portati a sorridere, ogni volta che le migliaia di voci si alzavano per cantare con loro.

Continue reading “Mumford and Sons @ Mediolanum forum – Assago (Mi), 29 aprile 2019”

Virginiana Miller: Benvenuti nell’America irreale di McCoy

I N T E R V I S T A


Articolo di Luca Franceschini e immagini sonore di Andrea Furlan

“In questo camerino ci sono stati anche Kurt, Dave e Chris…”. Sono al Bloom di Mezzago assieme ai Virginiana Miller, siamo seduti nel piccolo stanzino che funge da backstage, le pareti interamente tappezzate di scritte e adesivi, testimonianza viva di trent’anni di amore per la musica dal vivo. Ci sono passati in tanti, da questo storico locale, ma è inevitabile che il primo pensiero vada ai Nirvana, che qui furono protagonisti di due concerti leggendari, uno nel 1989, ai tempi di “Bleach”, l’altro nel 1991, quando “Nevermind” era già uscito ma, almeno da noi, non aveva ancora fatto il botto. I presenti di quella sera non immaginavano certo di stare partecipando ad un qualcosa che ci saremmo ricordati per sempre e per noi che non c’eravamo, è piuttosto inevitabile lasciarsi andare al fascino eterno della storia… Solo per poco, però. Questa sera c’è da parlare di un disco, The Unreal McCoy, che segna il ritorno, dopo sei anni, di quella che è una delle band più importanti del panorama musicale italiano. Oggi i tempi sono cambiati, certe sonorità vengono liquidate come una faccenda per vecchi, come ironizza da tempo l’account Instagram di “Nonno Indie”. Il sestetto di Livorno non appare molto preoccupato da questi cambiamenti; semmai, ha risposto prendendo una decisione mica da ridere: si è messo a cantare in inglese. Proprio loro, che hanno in Simone Lenzi uno dei più grandi parolieri italiani e che sono stati tra i primissimi a far fare un passo avanti alla tradizione cantautorale di cui per troppo tempo siamo stati prigionieri. Col cambio di idioma è cambiata anche la musica, anche se non troppo: The Unreal McCoy è in parte un tributo alla tradizione stelle e strisce ma a conti fatti rimane un disco dei Virginiana Miller, fresco ed ispirato come era lecito aspettarsi. Ne abbiamo parlato con Simone Lenzi (voce), Daniele Catalucci (basso), Giulio Pomponi (tastiere) e Antonio Bardi (chitarra), qualche ora prima della data di Mezzago, la terza in assoluto di questo nuovo tour. Tra una battuta e l’altra (perché, da buoni toscani, le cazzate a raffica non sono mancate), siamo comunque riusciti a capire che la situazione della band è ottima e che questo ritorno potrebbe aprire una nuova fase decisamente molto interessante.

virginiana-miller-bloom-foto-di-andrea-furlan

Continue reading “Virginiana Miller: Benvenuti nell’America irreale di McCoy”

Alejandro Escovedo & Don Antonio Band @ All’1&35 circa – Cantù (Co), 29 aprile 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Corrado Budelli e immagini sonore di Roberto Bianchi

A volte, alcune alchimie, apparentemente contro natura, funzionano alla grande: è il caso dell’ex punk rocker dei Nuns Alejandro Escovedo, chitarrista texano di origine messicana e californiano d’adozione. La sua collaborazione con il romagnolo Don Antonio (ex Sacri Cuori) sia su disco, l’eccellente The Crossing (2018), che in un acclamato tour mondiale, ha dato i frutti sperati. All’Una e Trerantacinque Circa di Cantù ho assistito ad un concerto, che mi ha letteralmente stupefatto.

Continue reading “Alejandro Escovedo & Don Antonio Band @ All’1&35 circa – Cantù (Co), 29 aprile 2019”

Giorgio Poi, Clavdio, etc. @ Balena Festival, Porto antico, Genova – 28 aprile 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini

Partiamo dalle cose fondamentali: il Balena Festival merita di diventare un appuntamento fisso nell’ambito delle rassegne musicali del nostro paese. Nel cuore del Porto Vecchio di Genova, sotto ad una tensostruttura ideale per proteggersi dal mal tempo (e questa sera ne avevamo davvero bisogno!), artisti che si alternano su due palchi, un Main stage ed uno molto più piccolo situato dalla parte opposta, così da evitare lunghe e fastidiose pause, un servizio ristorazione efficiente ed un personale fatto di ragazzi appassionati, amichevoli e motivati. Se aggiungiamo un cast di livello assoluto, che per quattro sere ha visto alternarsi act quali Franco 126, La rappresentante di lista, Edda, Giorgio Poi, Tre allegri ragazzi morti e altri, possiamo farci un’idea piuttosto precisa del livello della questione.

Io ci sono andato venerdì, la sera in cui era Bomba Dischi l’assoluta protagonista, con due dei suoi artisti di punta, Giorgio Poi e Clavdio. Soprattutto il primo, che ha fatto un disco bellissimo e che dal vivo ha sempre centellinato un po’ le esibizioni, mi tentava davvero parecchio, anche per l’idea di poterlo vedere in un contesto più favorevole rispetto ad un Mi Ami che, se tutto andrà come deve andare, sarà sempre troppo affollato e dispersivo.

Giorgio Poi

Continue reading “Giorgio Poi, Clavdio, etc. @ Balena Festival, Porto antico, Genova – 28 aprile 2019”

Jack Savoretti – Singing to Strangers tour @ Fabrique, Milano – 17 aprile 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Manuel Gala, immagini sonore di Cesare Veronesi

Al rientro di ogni viaggio, dopo lunghi ed estenuanti tour, in quella che oggi chiamo finalmente casa (e non stanza fredda di Londra), tornavo sempre dalla mia bambina con un regalo. Un giorno stavo entrando nella sua cameretta quando la vidi giocare con una sua amichetta; allora mi misi ad ascoltare leggermente fuori dalla porta. Lei chiese a mia figlia che lavoro facessi. Mi sarei aspettato una risposta del tipo un supereroe, oppure un detective dell’Fbi… invece in tutta sincerità rispose: “boh, se ne va in giro per il mondo cantando agli stranieri”.

È dall’amore per sua figlia e per la sua musica che nasce l’ultimo album Singing to Stranger e relativo tour omonimo. Jack Savoretti, Il ragazzo venuto da Londra con l’Italia nel cuore, svela il suo lato più gentile ed elegante che lo lega al bel paese. Lo fa attraverso un’esibizione live che, definire d’altri tempi e di alto spessore, è d’obbligo.

Continue reading “Jack Savoretti – Singing to Strangers tour @ Fabrique, Milano – 17 aprile 2019”

WordPress.com.

Su ↑