Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Nadia Cornetti

Bromance – Bromance (Seahorse Recordings/Stand Alone Complex, 2022)

R E C E N S I O N E


Recensione di Nadia Cornetti

È uscito lo scorso 9 dicembre, – ironia della sorte, in piena atmosfera natalizia – per Seahorse Recordings in collaborazione con Sac Recordings il primo, omonimo e devastante EP dei Bromance, interessantissimo progetto che pare giungere direttamente dalle profondità della Terra ma che, invece, trova i suoi natali nella florida e musicalmente fervente Bologna. Compongono questo gruppo coeso – anche se la sua origine è piuttosto recente – Gianluca Modica (il cui basso abbiamo già sentito negli Ofeliadorme), Angelo Casarrubia (alla chitarra), Marco Scarabel (alle ritmiche della batteria) e Peter Smith (alla voce).
Le intenzioni e lo sfondo del palcoscenico sonoro dei Bromance appaiono chiarissimi sin dalle prime note dell’album. Sicuramente, infatti, i ragazzi non hanno intenzione di propinarci un piacevole accompagnamento musicale spensierato e leggero, al contrario, ci trascinano subito – ma prendendoci per mano – verso la loro grotta che può far paura, ma accoglie l’ascoltatore con il migliore degli intenti: quello di offrire un conforto crudo, allucinato e buio che saprà essere rimedio efficace all’ostentata illusione della società in cui viviamo. In molti punti gli intenti della band ricordano il buon Marilyn Manson, ma con un tocco in più di raffinatezza, e senza lo stesso fare quasi “caricaturale”.

 

Continua a leggere “Bromance – Bromance (Seahorse Recordings/Stand Alone Complex, 2022)”

Praino – Rocamboleschi Finali (Mamma Dischi/Believe, 2022)

R E C E N S I O N E


Recensione di Nadia Cornetti

Quando qualcuno torna a completare un bel lavoro già iniziato tempo prima è sempre una bella sorpresa: è quello che ha fatto Praino – cognome nonché nome d’arte di Francesco Praino, calabrese classe 1989  – con il suo Rocamboleschi finali, uscito il 2 dicembre 2022 per Mamma Dischi. L’EP è infatti il “secondo tempo” di Mostri, civette, uscito un anno fa e completato ora da un quintetto di brani con un’idea ben a fuoco, che ha un progetto davvero molto convincente. Praino ha composto musiche e testi di questo suo lavoro, che è stato invece arrangiato con l’aiuto dei musicisti Michele Panepinto (batteria), Fausto De Bellis (chitarre\co-produzione), Mattia Santulli (Basso); insieme a Praino e De Bellis, alla co-produzione troviamo anche Giorgio Canali.
I brani che compongono l’Ep sono 4 su 5 featuring, mentre soltanto in un pezzo – l’ultimo – Praino è solo insieme ai suoi musicisti; tuttavia, nonostante la partecipazione di diversi artisti (decisamente affini al suo lavoro), il progetto “Rocamboleschi finali” conserva una coesione – sia nel sound complessivo sia nel messaggio che ha la necessità di trasmetterci. Suoni ruvidi ma puliti, tutti egregiamente registrati, una penna molto efficace e – cosa non scontata – anche un’interpretazione convincente, di chi crede in ciò che dice.

 

Continua a leggere “Praino – Rocamboleschi Finali (Mamma Dischi/Believe, 2022)”

Basiliscus P – Spuma (Tuma Records/The Orchard, 2022)

R E C E N S I O N E


Recensione di Nadia Cornetti

È uscito il 18 novembre 2022 questo secondo album dei Basiliscus P, talentuosa ed eclettica band messinese dalle sonorità per niente definibili in una sola parola. Prima di iniziare, un po’ di storia: il gruppo nasce a Messina nel 2011 dalle abili teste e mani di Marco Mangraviti (al basso e alla voce), Federica Fornaro (alla chitarra) e Luca Risitano (alla batteria), un trio di ragazzi appassionati di musica che, nelle vesti di musicisti, mixano sperimentazione, trip musico-psichedelici e tanta, tanta consapevolezza, per restituirci un prodotto di qualità decisamente superiore alla media. Nel 2017 ci avevano già regalato Placenta, la cui pubblicazione è seguita da numerosi concerti della band e dalla vittoria, nell’anno successivo, di Arezzo Wave Band Sicilia. Il loro percorso fortunatamente prosegue in ascesa, con l’incontro di diversi musicisti, alcuni dei quali scopriremo esser fondamentali nella storia della band. Doverosa una precisazione: Spuma è impreziosito in diversi brani dall’intervento del bravissimo polistrumentista Bruno Bonaiuto.

 

Continua a leggere “Basiliscus P – Spuma (Tuma Records/The Orchard, 2022)”

Santi Francesi – In Fieri (Epic Records Italy/Sony Music Italy, 2022)

R E C E N S I O N E


Recensione di Nadia Cornetti

Interessantissimo il percorso del poliedrico duo Santi Francesi, che dopo anni di gavetta e palchi grandi e piccoli calcati sempre a testa alta, sono approdati pochi mesi fa a X Factor classificandosi primi al noto talent. Il loro progetto ha una serie di tappe degne di menzione: si fanno conoscere con un disco totalmente autoprodotto, che arriva a 2,5 milioni di ascolti su Spotify, vincono il Musicultura Festival nel 2021, partecipano nello stesso anno al Giffoni film Festival, diventano Santi Francesi dopo aver salutato il nome che li aveva visti nascere (The Jab).
Ma veniamo a quel che interessa noi ascoltatori: il 16 dicembre finalmente esce in tutti i negozi di dischi In Fieri, attesissimo ep dove i Santi Francesi, alias Alessandro De Santis (voce, chitarra, ukulele) e Mario Francese (producer, tastiere, synthesizer e basso), custodiscono 6 brani – 2 cover e 4 inediti, di cui uno già presentato al talent – molto diversi tra loro e caratteristici. Tutti i pezzi, molto ben confezionati, frutto di una grande produzione e di una registrazione pulita ed esemplare, sono accomunati da un sapiente utilizzo degli strumenti e dalla voglia di sperimentare.

 

Continua a leggere “Santi Francesi – In Fieri (Epic Records Italy/Sony Music Italy, 2022)”

Diamarte – Transumanza (JZ Productions, 2022)

R E C E N S I O N E


Recensione di Nadia Cornetti

Eravamo stati avvisati dai singoli Falso Risveglio, Belzebù e Fuori Traccia – che precedono  l’11 novembre 2022, data di uscita di questo disco – che ci saremmo trovati di fronte a un lavoro dalle fortissime sonorità rock: stiamo parlando di Transumanza, il primo disco del gruppo Diamarte, composto da Andrea D’Amico (Chitarra, Voci), Davide Pacitto (Chitarra, Voci), Floriano Gentile (Basso, Voci) e Piermarino Spina (Batteria, Percussioni, Voci).
Una partenza, la loro, accompagnata dalla guida sicura e navigata di Carmelo Pipitone – alla chitarra nei Marta sui Tubi, per chi non lo sapesse – che ha lavorato a Transumanza in qualità di produttore artistico del disco, nonché chitarra e voce in alcuni brani dell’album, e che proprio durante il lockdown ha accompagnato il gruppo nella sua realizzazione; il disco, targato JZ production, è stato poi registrato in soli quattro giorni di intensissimo lavoro. 

Continua a leggere “Diamarte – Transumanza (JZ Productions, 2022)”

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑