Davide_Tosches_Luci_Della_Citta_Distante_Cover

Articolo di Antonio Asquino

In un panorama cantautorale italiano asfittico, idiota-adolescenziale, ammalato di autoreferenzialità, ironia da cameretta, maledettismo poetico da discount e “rinogaetanismo”, un artista come Davide Tosches non solo giganteggia per qualità della proposta ma sembra straordinario nel senso letterale del termine, davvero esterno a qualsiasi ordinarietà. Arrivato al terzo (capo-) lavoro, dopo gli ottimi Dove l’erba è alta (2009) e Il lento disgelo (2012), il musicista piemontese, affiancato anche qui alla produzione da Giancarlo Onorato, ci regala un disco di assoluta bellezza e profondità, un disco che sicuramente risulterà tra i migliori usciti quest’anno.

Continua a leggere “Davide Tosches – Luci della città distante (Controrecords – 2014)”