R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

All’Art Ensemble of Chicago mi legano alcune circostanze che potrebbero annoiare il lettore, ma non il sottoscritto e allora mi permetto di ricordarle lo stesso. La prima è che lo straordinario ensemble registrò a Parigi (la mia città dell’anima), il primo disco: A Jackson in Your House. La seconda circostanza è ancora legata a Parigi, poiché il mio primo disco jazz fu proprio A Jackson in Your House e lo acquistai a Parigi nella neonata FNAC, circa dieci anni dopo. È quindi sempre con grande gioia che accolgo una nuova uscita dell’AEOC, anche se, naturalmente, l’ensemble è molto cambiato, non solo nella sua composizione, ma anche nella sua musica. A dire il vero è cambiato in molto, ma non certo nello spirito di ricerca, sempre costante ed indomito. Che lo spirito non sia affatto cambiato lo dice anche il titolo di quest’ultimo lavoro: The Sisth Decade: From Paris to Paris. Due i “sopravvissuti” del vecchio AEOC ovvero i co-fondatori Roscoe Mitchell (sax e flauto) e Famoudou Don Moye (batteria, percussioni e attrezzi vari). Il disco in uscita il 20 gennaio per Rogue Art, via Bandcamp (e anche su vinile in edizione limitata), è il risultato di una registrazione effettuata nel febbraio del 2020 presso la “Maison des Arts” di Créteil, periferia di Parigi, nell’ambito del prestigioso “Festival Sons d’Hiver”. Si tratta di un album doppio per un totale di diciassette brani, dei quali il primo Leola insieme a Odwalla e Funky AECO, appartengono alla produzione originaria dell’AEOC.

Continua a leggere “The Art Ensemble of Chicago – The Sixth Decade: From Paris to Paris (Rogue Art, 2023)”