Articolo di Luca Franceschini, immagini sonore di Elly Contini

Siamo alla fine. Ben Howard ritorna sul palco per i bis, in compagnia di due soli musicisti della sua band allargata. “Siamo arrivati al momento in cui dovrei suonare le cose vecchie – dice in quella che è a tutti gli effetti la prima volta che si rivolge al pubblico – mi sento piuttosto a disagio perché normalmente mi piace essere connesso con il momento esatto in cui nascono le canzoni. Ho sempre voluto mostrare quello che sono in quel determinato momento, piuttosto che fare l’intrattenitore”.
Si potrebbe fermare tutto e stare un mese solo su questa affermazione, in effetti. Qual è il ruolo dell’artista? Cosa deve succedere durante un concerto? Cosa è giusto che abbia più peso, il presente o il passato? E ancora: ha senso, oggi, considerare i nuovi dischi allo stesso modo di come li consideravamo dieci anni fa? Non è forse vero che ormai per molti nomi, soprattutto per quelli con una carriera consistente alle spalle, rappresentano poco più di un utile pretesto per andare in tour?

Continua a leggere “Ben Howard @ Fabrique – Milano, 28 novembre 2018”