R E C E N S I O N E


Articolo di Manuel Gala

Avere un bravo cantante come frontman non é sempre sinonimo di successo… ma averlo con una voce che unisce 3 mostri sacri come Buckley, Bellamy e Yorke, allora molto probabilmente sì. È il caso di Conor Mason, leader dei Nothing but Thieves, nato nel 1992 a est di Londra, e indirizzato dal padre a prendere lezioni di canto, mentre tutti i suoi coetanei si dirigevano in massa verso la chitarra elettrica. E meno male che il ragazzo ha ascoltato e seguito le orme del padre! La timbrica e gli acuti ne fanno una voce speciale e ricercata, pronta per una grande band e per calcare i palchi del Regno Unito. Fu così che nel 2012, il gruppo muove i primi passi sfornando un EP dietro l’altro, riscontrando grande successo nelle radio. La Sony, fiutando il talento e l’affare, li mette sotto contratto e nel 2016 pubblicano il loro primo album omonimo, un capolavoro assoluto fra pezzi che ricordano i primi Muse e i primi Radiohead, un album che non stanca mai e che mette in evidenza lo stile e le capacitá enormi del frontman.

Continua a leggere “Nothing But Thieves – Moral Panic (Sony Uk, Rca Records, 2020)”