Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Arlo Parks

TOdays festival 2021 – torna con un’interessante line up e qualche novità dal 26 al 29 agosto

C O N F E R E N Z E


Articolo di Claudia Losini

Dopo un anno di silenzio, l’estate dello Spazio 211 torna a suonare con la musica di TOdays festival, dal 26 al 29 agosto. Chi conosce la storia del festival e del suo direttore artistico sa bene che la sua forza sta nel non fermarsi mai, nonostante tutto. E nonostante l’edizione 2020 sia saltata, lo spirito di TOdays ha continuato a resistere con Tourdays, un percorso fatto di idee e persone legate al mondo della cultura e della musica per ripensare alle modalità di ripartenza e immaginare un futuro del mondo dello spettacolo insieme.
Il 2021 è un anno molto particolare, ormai possiamo dirlo con certezza, un anno dove ogni scelta di fare porta con sé un messaggio di forza e visione. E la sesta edizione di TOdays Festival è una celebrazione del presente, con uno sguardo puntato verso il futuro: la scelta stessa del cartellone rappresenta tutte le ultime tendenze della musica, in un gioco a volte anche di contrapposizione sonora che, come sempre, ti porta a dire stupito “Non me lo aspettavo”.

Continua a leggere “TOdays festival 2021 – torna con un’interessante line up e qualche novità dal 26 al 29 agosto”

Arlo Parks – Collapsed in Sunbeams (Transgressive, 2021)

R E C E N S I O N E


Articolo di Elena Di Tommaso

Collapsed in Sunbeams è l’album di debutto della ventenne Arlo Parks che si presenta con un lavoro confessionale: personale e universale al tempo stesso. Uno storytelling musicale e nostalgico che dà voce a immagini reali e sublimi, capace di raccontare con una spiccata vena poetica la vita là fuori. E anche quando l’argomento si fa crudo e difficile, Parks lo affronta con una calma e un calore impressionanti, grazie ad una scrittura struggente e a una voce che seduce. I brani hanno l’insolita capacità di trasformare la tristezza in qualcosa di edificante attraverso un lirismo compassionevole e melodie groove-along.
La giovane cantautrice londinese, metà nigeriana, un quarto ciadiana e un quarto francese, ha iniziato a fare musica nella sua camera da letto, scrivendo storie dettagliate e traendo ispirazione da poeti come Nayyirah Waheed e Hanif Abdurraquib e dai libri di Sylvia Plath e Haruki Murakami, che ne hanno fortemente influenzato la scrittura. La sua musica le ha fatto guadagnare consensi di diversi artisti e personalità del calibro di Billie Eilish, Florence Welch, Michelle Obama, Angel Olsen e Wyclef Jean tra gli altri.

Continua a leggere “Arlo Parks – Collapsed in Sunbeams (Transgressive, 2021)”

WordPress.com.

Su ↑