R E C E N S I O N E


Recensione di Elena Di Tommaso

Un breve viaggio introspettivo, ricco di stile e suggestioni, in cui la scoperta di se stessi svela un’alternanza – spesso incostante – di luci ed ombre. Un percorso esistenziale necessario e in continuo divenire che, in un clima di incertezza e smarrimento, porta ad aggrapparsi a quel briciolo di consapevolezza in grado di rischiarare lo sguardo e la percezione di sé. Nel nuovo Ep Where Will You Go, Nina? uscito il 30 ottobre in formato vinile 7” e in digitale con l’etichetta inglese Endless Groove, la songwriter e polistrumentista Marianna D’Ama mette a nudo i propri turbamenti e, ora che è adulta, si pone alla ricerca di una via verso la spensieratezza dove poter condurre, o meglio, farsi condurre dalla piccola “Nina” (soprannome con cui viene chiamata sin da bambina).
La cantautrice, dopo la collaborazione con alcune band, debutta nel 2018 con l’autoproduzione di Lip, un Ep dalla forte personalità che le vale l’accostamento ad un talento internazionale come PJ Harvey. Accanto a lei l’eclettico polistrumentista Davide Grotta, presente nella produzione e nella presentazione live. In assoluto spirito vintage, nel 2019 pubblica il 45 giri The Devil dal sapore glam-rock e con reminiscenze jazz-blues, prodotto dall’etichetta discografica Oh-No! Tapes Records di cui Marianna è co-fondatrice. Produce video per artisti del calibro di Xabier Iriondo (Afterhours), Marco Parente, Paolo Benvegnù, Enzo Moretto (A Toys Orchestra). Collabora come cantante con i newyorkesi The Du-Rites, l’italiano Stella Burns e, dal 2020, con il songwriter blues-folk italo-americano Joseph Martone, seguendolo nel suo tour in Francia, Spagna e Italia come tastierista, chitarrista, backing vocals e aprendo per lui diverse date.

Continua a leggere “Marianna D’Ama – Where Will You Go, Nina? (Endless Groove, 2021)”