R E C E N S I O N E


Recensione di Andrea Notarangelo

Matthew Doty, in arte Deserta, torna due anni dopo il bel debutto di Black Aura My Sun. Questa poca produzione non deve trarre in inganno in quanto Doty è un musicista esperto e pubblica dischi fin dall’inizio del ventunesimo secolo. Deserta è il suo progetto personale, è amore incondizionato per lo shoegaze, per il dream pop e per tutte quelle atmosfere da sogno che dagli anni ’90 in poi sono state fonte d’ispirazione per orde di musicisti, compresi quegli ‘Angeli sonnambuli’ che corrispondono al nome di Sigur Ros. Il Nostro è un devoto del genere, ma non si deve credere che questo nuovo Every Moment, Everything You Need suoni come un lavoro derivativo. Chitarre, droni, così come i sintetizzatori e le percussioni in primo piano, creano un’atmosfera sognante immersa in un caleidoscopio di colori. La domanda che mi sono posto è la seguente: Vi sono differenze tra questo album e il suo predecessore di due anni fa? Certamente sì. Se Black Aura My Sun esaltava la sua componente cinematografica e il voler stupire con qualche effetto speciale, in Every Moment, Everything You Need, troviamo invece un film scritto e diretto senza molti orpelli, pregno di sostanza e di tutto quel che è accaduto, nel bene e nel male, in questi due anni passati.

Continua a leggere “Deserta – Every Moment, Everything You Need (Felte Records, 2022)”