R E C E N S I O N E


Recensione di Roberto Bianchi

Sono passati quattro anni da All’Italia (qui la recensione), splendido album tematico. Tanta acqua è passata sotto i ponti, trasportando dolore, sofferenza, paura e grandi incertezze: una dura prova per tutti noi, protagonisti involontari di un pessimo film fanta-horror. C’è chi si è chiuso in sé stesso e chi, con grande forza, è riuscito a dare il meglio, amplificando la propria creatività. Massimo Priviero è stato bravissimo a ottimizzare il forzato isolamento scrivendo delle bellissime canzoni e regalandoci qualcosa di Essenziale, di nome e di fatto. Il progetto è nato lo scorso anno, con l’idea di realizzare un album acustico, minimale, con l’esclusivo utilizzo di chitarra e voce: Massimo si è isolato nello studio MPC di Caravaggio con il polistrumentista Riky Anelli incidendo le basi di Essenziale, ma nel divenire le canzoni sono state arricchite con l’utilizzo di altri strumenti e suoni, che hanno nobilitato la bellezza delle parole.

© Ferdinando Bassi
Continua a leggere “Massimo Priviero – Essenziale (Ala Bianca, 2021)”