R E C E N S I O N E


Articolo di Alessandro Berni

L’inizio è di quelli che ti inchiodano. God Gave Me Horses è la tipica ballata roots che conquista l’ascoltatore attirandolo dentro brughiere e lande sconfinate. Un’aria docile e balsamica con l’accompagnamento che mima il passo leggero di una tranquilla cavalcata, andando a fissare nel tempo e nella storia personale un momento di contemplazione e riflessione sull’itinerario coperto. A seguire Something Worth Leaving Behind  è spettacolare nella sua nuda semplicità di corde sfiorate e di linea melodica a cuore aperto che illumina di nuovi aromi la tradizionale vicenda del folk-rock, con le tipiche cadenze post-adolescenziali della nostra in evidenza.
Leigh Nash ha quel modo meraviglioso di prendere di petto il tempo che stiamo vivendo, affrontandolo a viso aperto ma con quel particolare approccio timido e umile che si potrebbe chiamare “discografia di sopravvivenza”. 

Continua a leggere “Leigh Nash – Get Happy (Leigh Nash / Tone Tree Music, 2020)”