R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Apparentemente è difficile scrivere di un lavoro musicale realizzato da un batterista, soprattutto perché non è molto consueto che un batterista realizzi un disco, anziché mettersi a rimorchio di pianisti, saxofonisti, trombonisti e chitarristi. In realtà scrivere di Asher Gamedze e del suo Dialectic Soul, non è affatto difficile semplicemente perché si tratta di un gran bel disco, dove la batteria non ha  un ruolo preponderante (ma si sa i batteristi soffrono di egocentrismo in misura molto minore degli altri strumentisti), poi perché alla batteria è dato il ruolo del controcanto (quello della libertà dell’anima africana) e per una volta la parte del cattivo la fa proprio il sax, strumento venerato e venerabile nel jazz, che qui riveste il ruolo simbolico delle interferenze colonialiste.

Ph. Elijah Ndoumbè

Continua a leggere “Asher Gamedze – Dialectic Soul (On The Corner, 2020)”