R E C E N S I O N E


Recensione di Aldo Pedron

Ry Cooder è un maestro indiscusso della chitarra bottleneck e probabilmente lo strumentista più eclettico e poliedrico che il rock abbia mai prodotto. La sua abilità e versatilità non si limita ad un eccelso stile compositivo ed esecutivo ma è soprattutto un abilissimo tessitore e rielaboratore di canzoni e melodie altrui, un piccolo genio che con il suo inconfutabile modo di riarrangiare traditional o pezzi sconosciuti e dimenticati li trasforma in ultima analisi come fossero pezzi di sua scrittura.

Operazione ardua, anzi difficilissima quella di reinterpretare Ry Cooder senza copiarlo o dissacrarlo, Sergio Polito, in arte SirJoe (classe 1960 da Mestre, Venezia) invece c’è ampiamente riuscito. Si capisce subito quando amore e passione sono sinceri e Sergio Polito ci dimostra dalle prime note la sua genuinità, ricamando con le sue chitarre i giusti fraseggi in un omaggio a Cooder onesto e rispettoso, quasi avesse voluto imparare dal celebre chitarrista californiano quella lezione di come si re-interpretano i brani altrui.

Continua a leggere “SirJoe Polito – My Friend Ry (Gutenberg Music / Caligola Records, 2021)”