R E C E N S I O N E


Recensione di Riccardo Talamazzi

Come accade sempre più spesso nel mondo della musica jazz l’infedeltà è un dato di fatto. Un musicista non solo transita con noncuranza da un gruppo all’altro ma spesso, come accade nel caso di Omri Ziegele, tiene tranquillamente il piede in più scarpe. Questo sassofonista nato in Israele ma naturalizzato svizzero ha nelle sue possibilità di scelta la big band Billiger Bauer, il duo con la pianista Irene Schweizer – una delle colonne portanti del free jazz europeo – i Noisy Minority e, come in questo caso, i Where’s Africa. Quest’ultimo gruppo, formatosi originariamente in trio con la Schweizer al piano e Makaya Ntshoko alla batteria, ha ora mutato pelle con l’introduzione delle tastiere elettroniche al posto del pianoforte, suonate dall’ottimo Yves Theiler – con cui già nel 2013 Ziegele aveva pubblicato un album – e la presenza alla batteria di Dario Sisera. L’estroso sassofonista di Zurigo – che si fa spesso ritrarre con un turbante colorato sul capo – s’impegna con questi nuovi Where’s Africa nel suo ultimo album That Hat dove lo troviamo alle prese sia con il sax contralto che con il “Nai” – detto anche Ney – che è un flauto di provenienza medio orientale probabilmente originario dell’Uzbekistan. Per inciso Theiler si misura contemporaneamente su due tastiere, una per la mano sinistra dove sistema le linee di basso – si tratta per i più tecnici di uno strumento come il Ketron GP1 – ed una seconda affidata alla mano destra che suona un più classico Rhodes Mark II. Come avrete occasione di ascoltare Theiler è il vero motore armonico e ritmico – ovviamente in questo secondo caso insieme al drumming di Sisera – di questo trio. Per la sua perizia tecnica e per la capacità di riempire il sound del gruppo lo paragono a James Francies, il tastierista che ha suonato nell’ultimo disco di Pat Metheny – trovate la recensione di questo album qui, anche se forse Teller è mezzo punto sotto. Omri Ziegele non è certo un novellino, nei suoi sessantatre anni di vita ha avuto modo di specializzarsi nello studio della musica a Londra e a Boston nel famoso Berklee College. That Hat risulta essere il suo undicesimo lavoro uscito per l’etichetta Intakt Records, una casa discografica indipendente di Zurigo che i lettori di Off Topic già conoscono per aver ospitato jazzisti come Tim Berne, James Brandon Lewis, Fred Frith, Alexander Hawkins e molti altri.

Continua a leggere “Omri Ziegele Where’s Africa – That Hat (Intakt Records, 2022)”