Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Alberto Braida

Alberto Braida, Acre, Theon Cross – NovaraJazz

A P P U N T I  D A  N O V A R A J A Z Z


Articolo di Mario Grella

Dopo il magnifico duo svizzero nel giardino di Palazzo Natta, alle 17:30 è la volta di Casa Bossi per il piano solo di Alberto Braida. Ci sono musicisti per i quali i suoni, le note, i fraseggi sono già dentro di loro: vivono una sorta di trance interiore creativa. Alberto Braida è uno di questi. Capo chino quasi abbandonato sulla tastiera del pianoforte, incomincia un percorso musicale che sembra conoscere in anticipo e che invece molto probabilmente è un vagabondaggio rabdomantico, guidato dalle vibrazioni reciproche che strumento e musicista si trasmettono. E lo si sente quando i fragorosi ed inquieti “fortissimo” si trasformano in delicati “pianissimo” e si procede così per tutto il concerto e quando par di intravedere una cifra stilistica, magari anche un po’ consolatoria, ecco che subito dopo occorre impostare diversamente il registro di ascolto. E piano piano il percorso si compie e si scopre che la sua meta non c’è, anzi la meta è il percorso stesso. Alberto Braida quasi caracolla sul piano come un viaggiatore stanco, ma non di una stanchezza fisica, più che altro di una sazietà spirituale. Grande concerto.

Continua a leggere “Alberto Braida, Acre, Theon Cross – NovaraJazz”

Andrea Massaria | Davide Barbini | Andrea Fabris – Atelier (Dodicilune, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Aldo Del Noce

Formazione peculiare, ma in linea con i più aggiornati combo dell’odierna scena improvvisativa, in cui circa cinquanta minuti di libero suono sono delegati ad un duo di chitarre elettriche ed un set percussivo, con importante (e non del tutto artificioso) ruolo dell’effettismo.

Andrea Massaria è consistente e gallonato sperimentatore triestino, formatosi anche nelle orbite, al fianco o alla testa di svariate identità, tra cui appaiono salienti almeno nomi come Butch Morris o Evan Parker, abbuonando la variegata lista di confratelli ed analoghi, non mancando allievi quali il qui arruolato chitarrista Davide Barbini, entrambi in libera ed equanime associazione con il batterista Andrea Fabris.

Continua a leggere “Andrea Massaria | Davide Barbini | Andrea Fabris – Atelier (Dodicilune, 2021)”

Alberto Braida | Silvia Bolognesi | Cristiano Calcagnile – Cats in the kitchen (We Insist! Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Aldo Del Noce

Dovessimo aggiornare una disamina sul piano-trio e relative applicazioni, speculazioni diverse ed in molti casi contributive possono ascriversi ai cultori della forma sia in termini tradizionali quanto innovativi (tenendo conta della natura muta-forma connaturata al jazz – o così dovrebbe essere!) pur potendo conceder credito non minore alle relative espressioni border-line del filone.
Su una tale falsariga sembrerebbe muoversi, e vivere musicalmente, la triangolazione di personalità che arruola i noti Cristiano Calcagnile (poliedrico batterista-percussionista primariamente votato alle aree ‘avant’) e Silvia Bolognesi (giovin signora del contrabbasso, iperattiva quanto di passaporto internazionale), a dinamico supporto del pianista Alberto Braida (docente e sperimentato strumentista da decenni in collaborazione entro la scena nazionale ed europea, segnatamente d’area germanica e fiamminga).

Quest’ultimo è anche autore delle nove tracks, le cui connotazioni ad un primo ascolto disvelano una fattiva incursione nel ‘versante in apparenza mainstream’ affrontato però con solidità ed autorevolezza, il tutto pervaso da increspature e micro-variazioni, che più che vivacizzare piuttosto conferiscono appagante spirito ad un paritario cimento a tre.

Continua a leggere “Alberto Braida | Silvia Bolognesi | Cristiano Calcagnile – Cats in the kitchen (We Insist! Records, 2021)”

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑