Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Baba Sissoko

Jova Beach Party @ Area Natura Village Roccella Jonica (Rc), 13 agosto 2022

L I V E – R E P O R T


Articolo di Iolanda Raffaele

Ci eravamo lasciati il 10 agosto 2019 con un appuntamento dal sapore di promessa: vivere una prossima follia insieme.
Ci siamo ritrovati il 13 agosto 2022, a distanza di tre anni di nuovo lì, di nuovo in tanti a Roccella Jonica per respirare musica, libertà e un po’ di normalità.
Non è la notte delle stelle cadenti, ma con Jovanotti sul palco desideri ne esprimiamo molti, ballando e guardando il cielo, e continuiamo a sognare.
Il mare da cornice, quello bello della Calabria, il cielo che torna sereno dopo l’incertezza della tappa del 12 agosto e la spiaggia gremita di gente.
Tre palchi Sbam Stage, Kontiki e Main Stage, spiaggia, food e drink e sano divertimento.
Stand attrezzati, installazioni spaziali, tutto come allora, ma con nuove iniziative come il Jova Beach Planet e le video-cartoline di divulgazione scientifica; Ri-Party-Amo, il progetto ambientale nato dalla collaborazione tra il JOVA BEACH PARTY, Intesa Sanpaolo e WWF Italia e #GIOVAATUTTI, il progetto di A2A per il Jova Beach Party 2022 rivolto all’energia, all’acqua e all’ambiente e alla diffusione di una cultura della sostenibilità grazie ad Azzurra, personaggio a fumetti che dà voce alla Gen-Z.

Continua a leggere “Jova Beach Party @ Area Natura Village Roccella Jonica (Rc), 13 agosto 2022”

Baba Sissoko with Jean-Philippe Rykiel, Madou Sidiki Diabate, Lansinè Kouyatè – Griot Jazz (Caligola Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Aldo Pedron

Il progetto Griot Jazz nasce in maniera curiosa e quasi occasionale durante la residenza per l’allestimento dell’opera musicale Le Vol Du Boli al Teatro di Chatelet di Parigi, in cui sono coinvolti tre musicisti maliani (del Mali), Baba Sissoko (voce, ngoni, tama) e Lansiné Kouyaté (balafon), già noti in Europa (il primo vive in Italia, il secondo in Francia) ed il più giovane tra loro Madou Sidiki Diabate (kora), che risiede ancora in Mali. I tre per un certo periodo suonano sempre assieme, tutti i giorni, sia prime delle prove che durante le pause dello spettacolo, e dopo un mese Baba Sissoko ha già scritto abbastanza materiale da sentire l’esigenza di registrarlo prima che ciascuno torni alla propria casa. Lansiné, che vive a Parigi, prenota quindi lo studio di registrazione di un amico musicista francese, il tastierista Jean-Philippe Rykiel, classe 1961, cieco dalla nascita, che ascoltandoli provare, sente il desiderio di sedersi al piano e suonare con loro. Le sue tastiere sembrano integrarsi alla perfezione con la musica del trio, tanto che gli viene chiesto di aggiungersi al gruppo. La grande libertà mostrata nell’interpretare la musica africana, le tastiere creative di Rykiel, così come il grande spazio lasciato all’improvvisazione, sembrano avvicinare molto la musica del Mali al jazz, e non è un caso che il brano che dà il titolo all’album Griot Jazz, sia forse il più riuscito esempio di questa brillante fusione. Seppur nato fortuitamente, il progetto e il disco non sembrano così casuali.

Continua a leggere “Baba Sissoko with Jean-Philippe Rykiel, Madou Sidiki Diabate, Lansinè Kouyatè – Griot Jazz (Caligola Records, 2021)”

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑