Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Incipit Records

Ada Montellanico – WeTuba (Incipit Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Nove volte su dieci, se si ascolta senza conoscerlo, un brano jazz cantato si pensa si tratti di un pezzo composto negli anni Sessanta, Cinquanta, magari anche Quaranta, dipende da molti fattori, naturalmente. Quasi mai però si pensa che un pezzo cantato possa essere scritto oggi. Forse perché scrivere un brano jazz non è come scrivere una canzone di musica leggera. Per identificarlo come brano jazz occorre abbia caratteristiche specifiche, molte delle quali sono state codificate negli anni e nella storia del jazz. Quando allora si sente cantare Ada Montellanico, come in questo magnifico WeTuba uscito qualche mese fa, si è portati a pensare che si tratti di brani della storia del jazz che magari non conosciamo o non ricordiamo. Ed è per questo che amo molto la voce di Ada Montellanico, per questa sua capacità di stare nel solco della tradizione, ma apportando continue novità nel modo di cantare e di interpretare il jazz. Del resto anche la tradizione è frutto di invenzione (come teorizzò anni fa lo storico Eric J. Hobsbawm, per questioni molto diverse). Ada Montellanico è una grande “inventrice di tradizione”. Se poi ad aiutare la bravissima cantante romana, ci si mettono Simone Graziano al pianoforte, Francesco Ponticelli al contrabbasso, Bernardo Guerra alla batteria, nonché la tuba di Michel Godard e la tromba di Paolo Fresu, l’incanto è “bell’e che fatto”.

Continua a leggere “Ada Montellanico – WeTuba (Incipit Records, 2021)”

Grazia Di Michele – Sante bambole puttane (Incipit records / Egea music, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Alessandro Berni

Un’immagine pubblica di questi ultimi anni fissa un punto di passaggio tra la Di Michele sedotta dalla dimensione da mini jazz-club dell’ultima maniera e la ricerca attuale di un’espressione d’autore composita in grado di tenere insieme radici pop-folk e dipartite verso altri lidi. E’ quando la cantautrice romana sul finire del 2016 appare tra gli ospiti speciali della serata al Politeatro di Milano in Tributo ad Alessandro Bono, imbracciando la chitarra acustica per regalare al pubblico un’intima e partecipata Amore di passaggio. Quello che è uno dei brani più belli e intensi dell’esperienza d’autore della Di Michele, si trasforma in una confessione rivolta al passato e al futuro della canzone propria e altrui. L’essere “qui” nonostante limiti e contraddizioni, l’esserci con tutto il proprio carico di desiderio e carnalità rappresenta, più o meno consapevolmente, il momento di fare i conti fino in fondo con la propria origine artistica.
Nasce forse in quel momento l’esigenza di raccontarsi di nuovo secondo i crismi tipici di quel cantautorato confidenziale portato in scena per quattro decadi. L’idea è quella di tastare il polso all’universo femminile, riprendendo in maniera sistematica un lungo racconto che sin dagli esordi ne ha caratterizzato la proposta artistica.

Continua a leggere “Grazia Di Michele – Sante bambole puttane (Incipit records / Egea music, 2019)”

Giua – Piovesse sempre così (Incipit Records, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Alessandro Berni

L’inizio del disco potrebbe essere la risposta all’ipotetica domanda “cosa vuol fare Maria Pierantoni Giua da grande”. Potrebbe, perché ad ogni percorso d’artista che si rispetti corrisponde un muoversi dentro le cose e le intenzioni dove la consapevolezza piena non è mai possibile, o comunque non avviene in tempo reale. A distanza di tempo forse sì, un tempo più o meno lungo, ma nel momento in cui la vita è vissuta rimane sempre quello spazio misterioso dove la coscienza di sé trova varchi di intima lucidità e intuizioni giocate con la coda dell’occhio. È un sentimento che emerge in superficie e in profondità nel nuovo bel disco di Giua Piovesse Sempre Così, probabilmente il suo più completo, grazie anche all’ottimo lavoro in fase di produzione e arrangiamento di Paolo Silvestri.

Continua a leggere “Giua – Piovesse sempre così (Incipit Records, 2019)”

WordPress.com.

Su ↑