Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Tag

Kettle of Kites

Kettle of Kites – Arrows (Autoproduzione, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cristiano Carenzi

I Kettle of Kites tornano dopo quattro anni dal loro primo album e lo fanno con Arrows, un disco di nove brani che si incentra su suoni folk ma che non si limita alle strutture e alla forma canzone canonica del genere. In questi anni il gruppo ha cambiato formazione infatti sono rimasti Tom Stearn e Pietro Martinelli (rispettivamente voce e basso) e si sono aggiunti Marco Giongrandi e Riccardo Chiaberta (chitarra e batteria). Questi ragazzi inoltre vivono in città e paesi diversi, come infatti si può notare nell’ascolto del progetto ognuno aggiunge le proprie influenze ma riuscendo a creare un disco ben strutturato e coeso. Ma se volete sapere di più su di loro, sulla provenienza di ciascuno e sul processo creativo che ha portato alla luce questo disco vi basterà leggere l’intervista che potete trovare qui.

Continua a leggere “Kettle of Kites – Arrows (Autoproduzione, 2019)”

Kettle of Kites: Tra Isaac Asimov e le stelle

I N T E R V I S T A


Articolo di Luca Franceschini

Sono passati quattro anni da Loan, il loro disco di debutto e tante cose sono cambiate, in casa Kettle of Kites: nuova formazione, una line up di quattro persone sparsa in giro per tre paesi, ma una voglia di fare musica rimasta pressoché intatta. Arrows, il loro nuovo disco, uscirà ad ottobre ma loro ne hanno già presentato un’ampia porzione a giugno, quando hanno suonato al Planetario di Milano, parte di una serata che ha unito musica e divulgazione scientifica in maniera del tutto inedita e interessante.
La nostra intervista avrebbe dovuto tenersi proprio a ridosso di quell’evento ma poi, complici impegni e problemi logistici, non ce l’abbiamo fatta fino alla fine dell’estate.
Poco male, perché in questo modo ho avuto la possibilità di ascoltate e metabolizzare al meglio Arrows, un lavoro che rappresenta un deciso passo in avanti nel cammino dei Kettle of Kites, sempre guidati dal cantante e chitarrista scozzese Tom Stearn, a cui si sono uniti il chitarrista Marco Giongrandi, il bassista Pietro Martinelli, mentre Riccardo Chiaberta rimane fisso alla batteria. Arrows è un lavoro impegnativo, che richiede tempo e pazienza per essere apprezzato a dovere ma che sa anche regalare molto a chi vi si accosti con il dovuto atteggiamento. È Folk ma allo stesso tempo sa ridefinire il genere, inserendo elementi non scontati all’interno delle sonorità di base e presentando strutture che si distaccano dalla forma canzone per andare ad abbracciare liquidità, continuo cambiamento, suggestioni di varia natura e provenienza.
Ne abbiamo parlato via Skype con Tom, Marco e Pietro, in una conference call rilassata e divertente, dove comunque non sono mancate tutte quelle informazioni necessarie per conoscere di più questa band.

Continua a leggere “Kettle of Kites: Tra Isaac Asimov e le stelle”

WordPress.com.

Su ↑