I N T E R V I S T A


Articolo di Luca Franceschini

È passato un bel po’ di tempo da quando ho visto Marta Tenaglia esibirsi al Tambourine di Seregno, in occasione dell’ultima edizione del Pending Lips a cui ho avuto il piacere di presenziare come membro della giuria speciale (in realtà è stata anche l’ultima edizione in assoluto, visto che quella dopo è stata interrotta per i motivi che conosciamo fin troppo bene). Non ricordo più nulla di quel breve set, se non che mi aveva favorevolmente impressionato, sia per la vocalità sia per la qualità delle canzoni. Non mi sono dunque meravigliato più di tanto di ritrovarla pronta all’esordio discografico, tra i nuovi ingressi del roster di Costello’s, ero certo che i numeri li avesse e che fosse solo questione di tempo. Lo stupore, piuttosto, è stato quello di constatarne una quasi totale mutazione nel vestito musicale: non più chitarra e voce, col rischio di farsi rubricare troppo velocemente sotto l’etichetta della folksinger, bensì ora in possesso di una ben più ampia varietà di mezzi, in un mix efficace di RnB e New Soul, con un’attitudine in parte presa a prestito dal mondo Hip Pop. Bonsai è il suo primo singolo inedito, arrivato dopo una manciata di cover di ottima fattura, che hanno svolto la funzione di introdurne il talento. Abbiamo fatto una chiacchierata in video per capire meglio che cosa si celi dietro questo brano, per conoscerla meglio e per sapere se a breve potremo ascoltare qualcos’altro. Comunque vada, vi consiglio di segnarvi questo nome…

Continua a leggere “Marta Tenaglia: Donne dagli occhi grandi – Intervista”