Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Francesco Guccini

Francesco Guccini – Canzoni da Intorto (BMG, 2022)

R E C E N S I O N E


Recensione di Riccardo Provasi

In una romantica e storica bocciofila di Turro, zona nella periferia nord di Milano, ho assistito ad uno dei momenti più formativi ed intriganti della mia vita: una conferenza stampa di Francesco Guccini. Classe 1940, dischi e successi a non finire, fan di ogni generazione, tanta poesia, ironia e umanità sono la carta d’identità di questo gigante della musica italiana, che il 18 novembre ha pubblicato il suo ultimo lavoro, inaspettato e attesissimo allo stesso tempo, Canzoni da Intorto, di cui ci racconta le origini e le caratteristiche.
Non si può parlare del disco senza prima valutare cosa sia stato e cosa sia diventato Guccini nell’ultimo periodo. L’ultimo lavoro discografico risaliva al 2012, anno in cui ha salutato i palchi e la musica (fino ad oggi), dopo una carriera di oltre cinquant’anni in cui ha saputo viziare cuori e orecchie degli ascoltatori con testi indimenticabili, a tratti irriverenti e un tantino coloriti, in grado di raccontare in egual misura la dimensione interiore sia dell’autore che dell’Italia, osservata tramite lenti da “filo-anarchico”, come lui stesso ci ha tenuto a precisare in sala stampa. E ora, a distanza di pochi metri e separati solo da un palchetto su una pista di bocce, come si mostra Francesco Guccini?
Vediamo un uomo innegabilmente stanco e anziano, che ha bisogno di aiuto a muoversi e che si sente in parte lontano da questo mondo moderno (in sala stampa passa il microfono all’accompagnatore a seguito di una domanda poiché non sa cosa sia lo streaming), ma tuttavia ancora in grado di incantare con risposte sempre adeguate, quasi mai retoriche e ben motivate, a dimostrazione che il cuore e la mente invecchiano a velocità sensibilmente diverse rispetto al corpo. In poche parole, è ancora maledettamente bravo a raccontare, raccontarsi, essere magnetico, essere un cantautore, anche se di musica e brani non ne scrive più.

Continua a leggere “Francesco Guccini – Canzoni da Intorto (BMG, 2022)”

Modena City Ramblers @ Carroponte, Sesto San Giovanni – 16 luglio 2022

L I V E – R E P O R T


Articolo e immagini sonore di Stefania D’Egidio

Ci sono concerti che vanno visti almeno una volta nella vita, altri anche di più, come i Modena City Ramblers, perchè fanno bene al corpo e allo spirito: definirli band sarebbe riduttivo, sono in realtà più un collettivo, quasi una famiglia allargata, con i vari membri che vanno e vengono, conservando però l’indomito spirito degli esordi. Sabato 16 luglio sono stati di nuovo ospiti del Carroponte, dopo il successo dell’anno scorso, per una tappa del tour Appunti Partigiani 2005-2022: l’album che è considerato come una tappa miliare della loro ormai trentennale carriera in cui hanno girato in lungo e largo la penisola, senza fermarsi mai, per portare avanti un’idea di musica e di impegno sociale (presente al concerto anche uno stand di Emergency).

Continua a leggere “Modena City Ramblers @ Carroponte, Sesto San Giovanni – 16 luglio 2022”

Francesco Guccini – Non so che viso avesse (Giunti, 2020)

L E T T U R E


Articolo di Mario Grella

Nelle interviste degli ultimi anni, Francesco Guccini ha sempre posto l’accento sulla sua aspirazione a diventare, non già un cantautore, ma uno scrittore. Alla fin fine Guccini è diventato tutte e due le cose con buon successo. Se però la carriera di cantautore è destinata ad entrare nella storia della musica d’autore italiana, quella di scrittore sembra essersi persa dopo la prova d’esordio; penso all’originale e un po’ maledetto “Croniche Epafàniche”, edito da Feltrinelli nel lontano 1989. Romanzo autobiografico dal taglio, ma soprattutto dal linguaggio, molto originale che affonda le sue radici nella natia e in un certo senso, atavica Emilia.

Continua a leggere “Francesco Guccini – Non so che viso avesse (Giunti, 2020)”

Francesco Guccini: non tornerò live, non sono Aznavour che saltella sul palco!

C O N F E R E N Z E


Articolo di Joshin E. Galani

In uscita il 15 novembre per BMG Note di viaggio, primo volume della raccolta delle più belle canzoni del cantautore Francesco Guccini, prodotte e arrangiate da Mauro Pagani e reinterpretate da diversi artisti italiani che vedrà alla luce un secondo capitolo nel 2020. Il disco contiene un inedito, Natale a Pavana.
Un nuovo brano, con impeto e slancio, dopo l’abbandono della carriera e l’uso del dialetto pavanese. La canzone è intrisa di ricordi di infanzia, nostalgie, dei natali in famiglia nel loro paese d’origine, Pavana. Ai ritornelli Mauro Pagani. I video raccoglie immagini recenti ma anche di repertorio della carriera di Guccini.

Continua a leggere “Francesco Guccini: non tornerò live, non sono Aznavour che saltella sul palco!”

Sito web creato con WordPress.com.

Su ↑