Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

RareNoise Records

Jo Berger Myhre – Unheimlich Manoeuvre (RareNoise Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Riccardo Talamazzi

La ”manovra di Heimlich” è un’azione di pronto intervento messa in pratica per disostruire le vie aeree, in caso di occlusione accidentale. Con un opportuno abbraccio salvavita praticato alle spalle del malcapitato si esercita una forte pressione addominale, cercando di favorire il reflusso del materiale occludente e il naturale ritorno del respiro. Con un curioso gioco di parole, il contrabbassista trentasettenne norvegese Jo Berger Myhre chiama questa sua opera prima – come solitario titolare – Unheimlich Manouevre, dove il termine tedesco “Unheimlich” si traduce in italiano come “inquietante, allarmante”. Myhre non è un nome nuovo. Fa parte, infatti, del quartetto di Nils Petter Molvaer dal 2013 e ha lavorato e pubblicato dischi come sideman con numerose formazioni in madrepatria, nonché editando due lavori in coppia con Olafur Olaffson – musicista che ritroviamo anche in questo disco – nel 2017 e 2019, accompagnando inoltre cantanti famose a livello internazionale come, ad esempio, Solveig Slettahjell. In questa occasione, però, Myhre si presenta intenzionalmente come unico titolare, essendosi avvalso della collaborazione a distanza – cosa che è accaduta spesso durante il lockdown – di altri colleghi in un percorso quasi totalmente improvvisato e dai risvolti insoliti. Straboccante di fioriture elettroniche, manipolazioni, interventi con bordoni e rumori addomesticati, l’opera in questione s’arricchisce di elementi acustici, come la chitarra di Jo David Meyer Lyane, il piano di Jana Anisimova, il tombak – un particolare tamburo orientale di origine iraniana – di Kaveh Mahmudiyan, la voce narrante di Vivian Wang. Chiudono il cerchio magico il synt di Morten Qvenild e l’organo di Olafur Olaffson.

Continua a leggere “Jo Berger Myhre – Unheimlich Manoeuvre (RareNoise Records, 2021)”

JÜ – III (RareNoise Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Simone Catena

L’universo cosmico e sperimentale degli cresce a livello d’intensità, su una ampia scelta di suoni ricercati e strutturati con il contagocce. Il trio si forma a Budapest e va alla ricerca di habitat adatti a uno stile di vita incredibile, racchiusi da un forte impatto sonoro e complesso. Lo studio attento in fase di registrazione si mescola con la visione geniale del collettivo, in ogni passaggio. Nel nuovo lavoro in studio dal semplice titolo III, prodotto per l’etichetta inglese RareNoise Records, troviamo diverse influenze e il significato mistico del numero tre, simbolo importante di cultura. Il sound principale riflette su ritmi serrati e ambientazioni vicine al progressive, con una buona dose di free jazz e ambient. I ritmi affascinanti che si creano lasciano quel giusto mix spirituale dal gusto personale. Infine, nonostante la pandemia abbia complicato l’uscita di questo disco, la band è riuscita a inserire tutte le varie ispirazioni del momento, per un risultato enorme e di grande qualità.

Continua a leggere “JÜ – III (RareNoise Records, 2021)”

Magnet Animals – Fake Dudes (RareNoise Records/Goodfellas, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Simone Catena

La band americana Magnet Animals, torna sulle scene con un nuovo album, Fake Dudes per RareNoise Records, dopo la lunga pausa dovuta alle innumerevoli problematiche e all’isolamento totale. Questo nuovo lavoro ha riunito la band capitanata dal folle e carismatico frontman Todd Clouser, per un’insieme incredibile di groove astratti e incendiari, già affrontati nell’album di debutto Butterfly Killer del 2016. Con questo nuovo lavoro si tornano ai paesaggi sonori irreali e le sonorità soffocate, qui però troviamo dei passaggi molto più graffianti e feroci. Il titolo richiama uno dei tanti problemi sociali di questa vita, quello delle fake news, puntando il dito sui buffoni della notizia e un grande riferimento anche all’attuale politica, fino ad addentrarci nella nostra mente alla ricerca di nuove emozioni senza troppe paure inutili.

Continua a leggere “Magnet Animals – Fake Dudes (RareNoise Records/Goodfellas, 2021)”

Bobby Previte, Jamie Saft, Nels Cline – Music From the Early 21st Century (RareNoise Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Certo che, Bobby Previte, Jamie Saft e Nels Cline di certezze ne hanno da vendere, tanto da intitolare il loro ultimo lavoro nientemeno che “Music from the Early 21st Century”, ma si sa, le parole sono una cosa e la musica un’altra. Ho sempre apprezzato quei musicisti contemporanei, anche di musica “colta”, che hanno intitolato le loro composizioni con dei numeri o al massimo delle sigle. Questa del nominalismo della musica non è cosa di poco conto, poiché un titolo vuole già suggerire  semanticamente il percorso della musica e questa mi sembra davvero una contraddizione in termini.

Continua a leggere “Bobby Previte, Jamie Saft, Nels Cline – Music From the Early 21st Century (RareNoise Records, 2020)”

WordPress.com.

Su ↑