Slowdive

Slowdive – Siamo parte di quel che sta accadendo oggi [intervista + report]

Postato il Aggiornato il

Intervista e live report curati da Luca Franceschini, immagini sonore di Salvatore Vitale

Il Roam Festival inizierà stasera con gli Slowdive e non ci verrebbe in mente un modo migliore per dare il via alle danze di questa meravigliosa rassegna di concerti nel cuore di Lugano. La band inglese ha deciso di tornare a fare concerti già quattro anni fa ma ha dato un nuovo senso al concetto di “reunion” realizzando un disco che è la prosecuzione di quel percorso interrotto bruscamente 23 anni prima, come se non fosse davvero passato tutto quel tempo e con un suono, un’attitudine e una consapevolezza che appaiono totalmente aggiornati. È proprio questo il bello: che non c’è bisogno di chiedersi che cosa sarebbe successo se non fossero improvvisamente arrivati gli Oasis a spazzare via il sogno dello Shoegaze. Nel panorama musicale di oggi c’è posto per tutti e forse mai come in questi anni le etichette contano poco o addirittura nulla.

Leggi il seguito di questo post »

The Cure @ Hyde Park, London (Uk), 7 luglio 2018

Postato il Aggiornato il

Ph. Tom Hancock

Articolo di Luca Franceschini

Avevo giurato che non sarei più andato ad un concerto con più di 10mila persone ma c’erano i Cure a Londra, unica data del 2018 (anche se poi ne hanno fatta un’altra una decina di giorni prima, nell’ambito della rassegna curata da Robert Smith, Southbank) e resistere è stato impossibile.

Leggi il seguito di questo post »

Slowdive @ Alcatraz, Milano – 4 marzo 2018

Postato il Aggiornato il

Articolo di Luca Franceschini, immagini sonore di Stefania D’Egidio

Il avevamo visti a settembre, nel contesto di Unaltrofestival organizzato dal Circolo Magnolia, unico passaggio in Italia per promuovere il disco che ne aveva sancito il ritorno dopo 18 anni di assenza (e uno scioglimento conclamato).

Leggi il seguito di questo post »

Slowdive @ Unaltrofestival 2017 – Circolo Magnolia, Segrate (Mi) – 2 settembre 2017

Postato il Aggiornato il

Articolo di Simone Nicastro immagini sonore di Ambrogio Brambilla e Unaltrofestival

Felice. Direi che è il termine più adeguato a descrivere il mio stato d’animo alla fine della serata di sabato 2 settembre. Felice non solo perché mi sono tolto lo sfizio di vedere per la prima volta un gruppo che mi piace da quasi trent’anni, ma soprattutto perché quello stesso gruppo ha realizzato una esibizione di prim’ordine, estasiando i presenti (abbastanza numerosi nonostante il clima non proprio estivo) e riaffermando con decisione che il loro ritorno sulle scene non è figlio solo di esigenze economiche, ma di nuove urgenze artistiche (vedi l’album pubblicato quest’anno).

Leggi il seguito di questo post »