Macramè

Unòrsominòre: un brontolone con la chitarra elettrica

Postato il Aggiornato il

Articolo di Eleonora Montesanti

Un nuovo disco di unòrsòminore, Una valle che brucia, è stato una vera e propria folgorazione per la sottoscritta. Cantautorato asciutto e contenuti tutt’altro che rassicuranti sono il mezzo tramite cui Emiliano Merlin – vero nome dell’artista veneto, che oltre ad essere cantautore è anche astronomo – racconta la propria verità, unendo sfumature sia poetiche, sia violente, proprio come accade nel mondo reale. Intervistarlo è servito per entrare ancora più profondamente nel disco, ma non solo. Abbiamo parlato di animali, della vastità dell’universo, di demoni e di eroi. Buona lettura!
Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Carenne, una bestia libera – intervista a la bestia Carenne

Postato il

Articolo di Eleonora Montesanti

Ho conosciuto la musica de la bestia Carenne incuriosita dalla descrizione che la band fa della propria musica: “Immaginate se per uno strano scherzo del tempo i cantautori italiani del Folkstudio si trovassero catapultati al Club to Club (n.d.r. un festival di musica avant-pop ed elettronica) e viceversa. Ecco, il suono de la bestia CARENNE sta lì.”
Non si può, dunque, non essere curiosi quando nella musica non solo c’è necessità, ma c’è anche ricerca. Così ho scambiato una lunga chiacchierata con loro proprio in occasione del loro ultimo disco, Coriandoli. Ne è uscita un’intervista irrinunciabile. Buona lettura! 

Leggi il seguito di questo post »

Nadiè: “Di come l’acqua alta ha invaso la nostra Venezia quotidiana” – l’intervista

Postato il

nadie-1-foto-pinupfoto-emanuele-fuardo

Articolo di Eleonora Montesanti

Acqua alta a Venezia è il nuovo disco dei siciliani Nadiè. La protagonista assoluta di questo nuovo lavoro è la rabbia, un sentimento sempre meno presente nella musica, soprattutto come canale costruttivo e disvelante, che qui viene spurgato in dieci canzoni cariche di tensione emotiva. Quello dei Nadiè è un rock potente ed elettrico: da questi scossoni, uniti alla forza delle parole, è impossibile non uscirne purificati. Proprio in occasione dell’uscita dell’album abbiamo scambiato quattro chiacchiere di testa e di pancia con Giovanni Scuderi, voce, chitarra, piano e autore dei testi. Ne è uscito qualcosa di davvero prezioso. Buona lettura.
Leggi il seguito di questo post »