Baustelle

Tu chiamale se vuoi Baustelle: Baustelle, Teatro Politeama Catanzaro – 30 luglio 2017

Postato il Aggiornato il

Foto di Iolanda Raffaele
Live report di Iolanda Raffaele e immagini sonore di Vito De Filippis e Iolanda Raffaele

La quindicesima edizione del Festival d’autunno, dopo la dolcezza di Arisa e lo spirito folle e balcanico di Goran Bregovich e della sua ineguagliabile Wedding & Funeral Band, spalanca le porte alla musica ricercata dall’ascolto sottile e impegnato con i Baustelle. È il 30 luglio non è autunno ma a confondere le idee in questa summer edition non è solo il nome o la musica o il Teatro Politeama di Catanzaro che incanta in ogni stagione, ma è anche e soprattutto l’attesa band toscana con un tour “L’estate, l’amore e la violenza” che sa di mare e di vacanza ma che si mescola bene ad un inconfondibile stile retrò, un po’ cupo, un po’ autunnale.

Leggi il seguito di questo post »

Baustelle @ Teatro Candoni – Tolmezzo (UD), 29 marzo 2017

Postato il Aggiornato il

Articolo di Giovanni Tamburino, immagini sonore di Valentina Brosolo

Le luci si sono appena riaccese dopo la breve impacciata esibizione di un Lucio Corsi (in chitarra acustica e vestito vagamente femminile) che, nonostante qualche brutto tiro dell’emozione, è riuscito a far scorgere un grande talento ed una fantasia estremamente spiccata nei testi: favole musicate di animali quasi antropomorfi della sua Maremma in massima parte tratte dal suo Bestiario Musicale.
Leggi il seguito di questo post »

Baustelle – L’amore e la violenza (Warner Music, 2016)

Postato il

cover

Articolo di Eleonora Montesanti

In molti avevano l’impressione che i Baustelle – dopo un’opera imponente come Fantasma e la scelta di far uscire una raccolta live – non avessero più niente da dire. In realtà, facendo una riflessione sul percorso artistico del gruppo, viene da pensare che nella testa di Bianconi e soci era tutto calcolato. Per la serie: “Godetevi queste sonorità finché potete, perché noi siamo passati oltre e non ci importa che siate preparati.”
Leggi il seguito di questo post »