Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Blue Note Records

Norah Jones – Pick Me Up Off The Floor (Blue Note Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Roberto Bianchi

Ho avuto l’onore e la fortuna di ascoltare Norah Jones cinque anni fa al Teatro degli Arcimboldi di Milano (qui il live report https://wp.me/p46drT-1YE) poco dopo la pubblicazione di Day Breaks. Una serata emozionante, che ha confermato il talento e la classe della Jones. In questi ultimi anni Norah ha lavorato in un modo diverso, sperimentando nuove sonorità e organizzando brevi sessioni, alle quali hanno partecipato musicisti di differenti estrazioni, tra i quali segnalo Thomas Bartlett, Jeff Tweedy, Rodrigo Amarante e Mavis Staples. Alcuni brani, figli di queste collaborazioni, sono confluiti nell’album Begin Again, uscito lo scorso anno. L’Artista nel frattempo ha mantenuto vivo il progetto country al femminile Puss n Boots con Sasha Dobson e Catherine Popper, pubblicando Sister, secondo album del trio che include brani originali e cover di Tom Petty, Dolly Parton e Concrete Blonde. Pick Me Up Off The Floor è il disco che non ti aspetti, nato dai ruvidi mix registrati durante le citate sessioni. La Jones, passeggiando in totale relax con il proprio cane, ha riascoltato le composizioni archiviate nel proprio smartphone e, grazie al diverso contesto, le ha percepite con una nuova luce: “Mi sono resa conto del surreale filo conduttore che univa i brani come un sogno febbrile che si svolgeva tra Dio, il Diavolo, il Cuore, Il Paese, il Pianeta e me”.

Continua a leggere “Norah Jones – Pick Me Up Off The Floor (Blue Note Records, 2020)”

Tom Misch & Yussef Dayes – What Kinda Music (Blue Note Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Letizia Grassi

Storia interessante quella di Tom Misch e Yussef Dayes. Il primo, 24 anni, ha debuttato nel 2018 con l’album Geography, facendosi notare per le doti da chitarrista jazz. Il secondo, di qualche anno più grande, è uno dei batteristi più entusiasmanti emersi dalla scena jazzistica londinese. La musica, in particolare il jazz, li unisce da molto tempo, e la collaborazione all’album What Kinda Music sancisce questa passione comune. Il progetto Misch-Dayes ha dato vita ad un meltin pot melodico, una coagulazione fluida e intuitiva di suoni che spaziano dall’acid jazz, all’hip pop vintage, e dall’elettronica fino all’R&B.

Continua a leggere “Tom Misch & Yussef Dayes – What Kinda Music (Blue Note Records, 2020)”

Nduduzo Makhathini – Modes Of Communication: Letters From The Underworlds (Blue Note Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Per Nduduzo Makhathini la musica è certamente molto di più di un hobby, ma anche molto di più di un mestiere. Sudafricano di nascita, è cresciuto nella cultura “Zulu”, dove la musica non era certamente un passatempo, ma elemento taumaturgico. Bisogna partire da qui, ma arrivare molto oltre, per comprendere le sue composizioni. Insieme a questa origine mistico-culturale indigena, la sua è una musica che si sposa con le influenze tradizionali della chiesa cristiana. A tutto questo si aggiungano  le forti influenze del jazz sudafricano (Bheki Mseleku, Moses Taiwa Molelekwa, Abdullah Ibrahim), ma non basta ancora, poiché nei suoi orizzonti sono presenti anche John Coltrane e McCoy Tyner e tanto altro jazz statunitense. 

photocredit: Ezra Makgope

Continua a leggere “Nduduzo Makhathini – Modes Of Communication: Letters From The Underworlds (Blue Note Records, 2020)”

WordPress.com.

Su ↑