Session Americana

Articolo curato da Antonio Spanò Greco

Ameno, paesino in provincia di Novara sulle pendici orientali del Lago di Orta di circa mille anime, ha legato il suo nome ad un caratteristico blues festival che cerca di proporre insieme ad artisti italiani promettenti ed affermati anche star di livello internazionale: Treves Blues Band, T-Rooster e Paolo Bonfanti tra gli artisti italiani, Ian Siegal, Lucky Peterson e Watermelon Slim tra gli stranieri solo per citarne alcuni.

Quest’anno il festival si svolgerà nei giorni 6, 7 e 8 luglio (http://www.amenoblues.it/) ma nei giorni 25 e 30 aprile presenta delle gustose e interessanti anteprime in occasione della rassegna della stagione del Quadrifoglio di Ameno, 33 chilometri di ben essere, giunta alla IV edizione (https://www.amenoturismo.it/it/).

Mercoledì 25 aprile tornerà ad esibirsi, nella prestigiosa location del Museo Tornielli di Ameno, la band Session Americana che riscosse un grande successo nella loro ultima esibizione del 2015, mentre lunedì 30 aprile Angelo “Leadbelly” Rossi eseguirà un concerto acustico nella frazione di Vacciago, nella chiesa di S. Antonio Abate dallo splendido sagrato affacciato sul Lago D’Orta.

La Session Americana riesce a far vivere al pubblico una esperienza musicale sempre diversa rendendo il loro show un raduno conviviale: utilizzando un vecchio microfono a condensatore su un tavolo e i musicisti che intorno intrecciano strumenti e voci come nella migliore tradizione bluegrass. Musicisti straordinari che utilizzano strumenti originali come una chitarra Parlor dell’anteguerra, un glorioso organo Estey, un mandoloncello parente del liuto e un armonica sopravvissuta ad un incendio. Nel 2016 hanno pubblicato il loro decimo album intitolato Great Snakes, accolto molto bene dalla critica, aggiudicandosi il premio come miglior disco dell’anno per i Boston Music Awards.

Angelo Leadbelly Rossi

Angelo Rossi deve il suo soprannome Leadbelly al famoso cantante blues Huddie William Leadbetter al quale si ispira. Le sue esibizioni, principalmente in solitaria dove si accompagna con la chitarra acustica e occasionalmente con quella elettrica, il kazoo e l’armonica, sono legate alla tradizione del Delta Blues e sovente sono inframmezzate sia da momenti ironici che da vere e proprie citazioni sui suoi trascorsi nella terra del Mississippi. E’ uno dei principali interpreti del blues acustico in Italia e uno dei più originali e versatili i bluesman italiani.

Da segnalare che l’ingresso al concerto della Session Americana, previsto alle ore 15 è di 10 euro mentre quello per Angelo Rossi, anch’esso con inizio alle ore 15, è gratuito.