Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Antonio Spanò Greco

PBB – Resized (Labilia Production, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

In questo 2021 le uscite discografiche in ambito blues e dintorni si stanno rivelando molto interessanti e di pregevole fattura. Maurizio Pugno ha dato forma al suo nuovo progetto realizzando un sontuoso ed elegante album insieme alla voce di Raffo Barbi, al basso di Franz Piombino, al piano e alle tastiere di Alex Fiorucci e alla batteria e percussioni di Riccardo Fiorucci.

Continua a leggere “PBB – Resized (Labilia Production, 2021)”

Cek Franceschetti – Sarneghera Stomp (Slang Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

Andrea, alias Cek, Franceschetti di Pisogne, comune bresciano sulla sponda nord orientale del Lago d’Iseo, bluesman autentico, schietto e semplice che dagli anni 90 calca i palchi di mezza Europa con puntate anche negli USA, ha edito da poco il suo secondo lavoro solista, Sarneghera Stomp, che prende il titolo dal violento temporale che nasce all’improvviso con venti impetuosi, allagando strade, sradicando alberi, scoperchiando tetti, e partendo da Sarnico risale tutto il Lago D’Iseo. Cek vive on the road, si nutre della sua stessa musica. Il periodo appena trascorso lo ha destabilizzato non poco facendolo precipitare in abissi di depressione e spossatezza che, grazie all’aiuto di Giancarlo Trenti della Slang Records, sono confluiti nelle 10 canzoni che compongono questo particolare e avvincente album delle quali 8 portano la firma di Cek e 2 sono cover.

Continua a leggere “Cek Franceschetti – Sarneghera Stomp (Slang Records, 2021)”

Luca Giordano – Lets Talk About It (Blue Crawfish Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

Let’s Talk About It è il mio terzo album solista, uscito per l’etichetta brasiliana Blue Crawfish Records, ed è una raccolta di emozioni e storie, prodotto e mixato dal noto batterista e producer Fabio Colella presso lo Sasha Studios a Trasacco (AQ); l’album include 11 brani di cui 8 sono miei originali e 3 sono cover a firma Mighty Mo Rodgers, Eric Davis e Sean Costello. Inoltre il disco vanta la presenza di due featuring d’oltreoceano che hanno contribuito negli anni alla mia formazione artistica, Mighty Mo Rodgers (produttore di Sonny Terry and Brownie McGhee) e l’esplosivo sassofonista Sax Gordon, a cui è stata affidata la sezione fiati su 4 brani. Alessandro Di Bonaventura alla tromba, i bassisti Walter Monini e Nicola Di Camillo, il batterista Eric Cisbani , Chiara Giordano ai cori e la chitarra solista di Francesco Cerasoli in Cold Winter sono gli eccezionali ospiti italiani che hanno dato il loro grande contributo artistico insieme alla mia band formata dai bravissimi Abramo Riti all’Hammond, Walter Cerasani al basso e Fabio Colella alla batteria.” Così si presenta Luca Giordano in una recente intervista, probabilmente il lockdown lo ha aiutato in maniera decisiva in questo progetto solista, vista l’intensa attività live al fianco di nomi prestigiosi bruscamente interrottasi.

Continua a leggere “Luca Giordano – Lets Talk About It (Blue Crawfish Records, 2021)”

Bad Blues Quartet – First Time Last Time – Live at Teatro Civico di Sinnai (Talk About Records, 2021)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

Complesso cagliaritano dedito al blues, quello arcigno vicino al rock con molto groove e tanto funk nei loro primi due lavori: l’esordio del 2017 omonimo e il secondo Back On My Feet del 2019 riescono a imporre i Bad Blues Quartet nel panorama blues italiano come una delle band emergenti più promettenti e interessanti. Eleonora Usala alla voce, Federico Valenti alle chitarre, Gabriele Loddo al basso e Frank Stara alla batteria hanno dato alla luce il loro primo live dal titolo emblematico e augurale First Time Last Time: prima e ultima volta si spera di un live in un teatro completamente vuoto a causa della maledetta pandemia che in ambito musicale ha azzerato per parecchi mesi le esibizioni dal vivo. Live composto da 11 brani per 48 minuti circa di musica, suonata e cantata alla grande che dimostra l’abitudine della band a esibizioni corpose, piene di sostanza che riescono a smuovere dalle proprie sedie anche i più pacati appassionati di questo genere; registrato nel febbraio del 2021 al Teatro Civico di Sinnai da Vincenzo Mario Boi dell’AudioVoice Studio (autore anche del mix e del mastering) e da Michele Secchi.

Continua a leggere “Bad Blues Quartet – First Time Last Time – Live at Teatro Civico di Sinnai (Talk About Records, 2021)”

Michele Biondi – Down By The River (Il Popolo del Blues, 2021)

I N T E R V I S T A / R E C E N S I O N E


Articolo di Antonio Spanò Greco

Terzo cd solista per Michele Biondi, intenso, generoso e molto personale, considerando che il primo A Better Life è stato edito sotto lo pseudonimo di Matt Biondi Crew nel 2014 e il seguente Cotton & Moonshine edito nel 2017 ha ricevuto apprezzati consensi anche all’estero. 36 minuti di country blues con venature southern suddivise in 10 canzoni tutte a nome di Michele eccetto Angel Of The City firmata da Matt Cressey, chitarrista britannico che compare anche alla voce nel brano Moving To Texas Per questo report mi piace far parlare il diretto interessato per conoscere meglio l’artista e le sue canzoni.

Continua a leggere “Michele Biondi – Down By The River (Il Popolo del Blues, 2021)”

Vittorio Pitzalis – The Time Has Come (MGJR Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

Sul finire del 2020, Vittorio Pitzalis ha realizzato un signor disco che entra direttamente nella mia personalissima classifica dei best album 2021 perché è di una bellezza cristallina, pura, dove la musica e l’anima di Vittorio si mostrano senza remore, un blues asciutto ma corposo che dà vita alle proprie storie intrise di emozioni e sentimenti contrastanti ma sinceri. Vittorio, classe 1960 nella sua isola, la Sardegna, è una leggenda, un’istituzione che solo con l’aiuto del suo amico Michelegiuseppe Rovelli fondatore della MGJR Records e degli JaneStudio di Cagliari ha coronato il sogno di incidere un cd nel 2017 dal titolo Jimi James, bissando il fortunato connubio con questo splendido The Time Has Come.

Continua a leggere “Vittorio Pitzalis – The Time Has Come (MGJR Records, 2020)”

Luca Burgalassi – Come To My World (Autoprodotto, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

Come To My World è stato concepito come un vecchio LP con due facciate di 6 pezzi ciascuna che si chiudono con un brano strumentale; la prima inizia con My Loving Babe e si conclude con Your Lullaby e Notte e rappresenta l’arrivo della sera, le paure, la ninna nanna e la calma grave della notte mentre la seconda parte rappresenta il nuovo giorno, nuova mattina e nuova vita, inizia con Seven e si chiude con Tidewater Attitude che rappresenta la Virginia e con Home che è invece ispirata all’Italia sofferente e malinconica ma ricca di poesia.

Continua a leggere “Luca Burgalassi – Come To My World (Autoprodotto, 2020)”

Roberto Menabò – The Mountain Sessions: Blues & Guitar Excursions (A-Z Blues, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

Che lo si ascolti mentre pizzica la sua sei corde o mentre racconta uno dei tanti aneddoti legati al blues, Roberto Menabò attira subito l’attenzione, è difficile resistergli, attratti e catapultati nel mondo tanto leggendario quanto affascinante dei cosiddetti anni ruggenti, i primi decenni del 900 in cui la musica blues e le sue varie declinazioni incominciarono a farsi conoscere a un pubblico più vasto.

Continua a leggere “Roberto Menabò – The Mountain Sessions: Blues & Guitar Excursions (A-Z Blues, 2020)”

Ale Ponti – Dead Railroad Line Chronicles (Trulletto Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Antonio Spanò Greco

In questa sua seconda prova solista che fa seguito a Going Back To New Orleans, il titolo con cui esordì nel 2015, Ale Ponti, cinquantenne milanese, chitarrista, compositore e bluesman, cita nel titolo uno dei simboli più utilizzati nel blues e nella musica in generale e ci delizia con tredici brani originali per raccontarci altrettante storie della propria vita che procede dritta come un treno nel suo cammino tra passioni, drammi, speranze e sogni, decorandoli con una musica, il blues nella sua forma più datata, quello che in generale si definisce prebellico.

Continua a leggere “Ale Ponti – Dead Railroad Line Chronicles (Trulletto Records, 2020)”

WordPress.com.

Su ↑