Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Autore

Off Topic Magazine

Voci fuori dal coro

Gianni Togni – Futuro improvviso (Acquarello, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Savino Di Muro

Gianni Togni torna sul mercato discografico con Futuro Improvviso, quindicesimo lavoro in studio. Fa seguito a Canzoni Ritrovate, pubblicato nel 2016, contenente canzoni originali che avrebbero dovuto far parte del suo secondo album nel 1977, un disco prodotto da Red Canzian e mai uscito.
Inizia a suonare da bambino con una chitarrina Eko regalatagli dal padre e con il pianoforte scordato della nonna. Impara esercitandosi su pezzi di Bob Dylan e Donovan, traducendoli e suonandoli a suo modo, comincia successivamente a scrivere proprie canzoni. A diciassette anni entra al Folkstudio, facendo un provino un po’ per caso.

Continua a leggere “Gianni Togni – Futuro improvviso (Acquarello, 2019)”

Devendra Banhart – Ma (Nonesuch, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Letizia Grassi

Un dipinto ad olio raffigurante alcuni abbozzi di fiori colorati, su sfondo nero, con qualche sfumatura blu. Così si presenta il decimo album del cantautore Devendra Banhart, uscito il 13 Settembre con l’etichetta Nonesuch Records. Ma, l’album, racchiude in una semplice cover, realizzata dallo stesso Banhart, tutto il suo significato. Ma, come “mamma”. E, forse, sono proprio i fiori a rappresentare nel modo più appropriato il legame tra una mamma e la vita del suo bambino che, piano piano, germoglia dentro di lei. Quelli disegnati da Devendra sono di diverse forme e dimensioni, alcuni si slanciano verso l’alto, altri hanno le foglie pendenti verso il basso. Un po’ come qualsiasi rapporto tra madre e figlio. Ma la madre raccontata da Banhart in questo album ricco di allusioni, simboli e allegorie, assume molteplici sembianze. Senza avvicinarsi mai completamente al tema della maternità, il cantante lo contempla da più prospettive, riprendendolo in ognuna delle tredici tracce che compongono l’album.

Continua a leggere “Devendra Banhart – Ma (Nonesuch, 2019)”

Federica Michisanti Horn Trio @ EJC – Cortile della Canonica, Novara – 15 settembre 2019

APPUNTI DALL’ EUROPEAN JAZZ CONFERENCE – NOVARA


Articolo di Mario Grella

Apparentemente non ci vuole moltissimo per fare un bel “set” di jazz. Per esempio, oggi, una bravissima Federica Michisanti (double bass) con Francesco Lento (trumpet) e Francesco Bigoni (tenor saxophone), si sono messi all’ombra di una palma del Chiostro della Canonica, al cospetto di qualche centinaia di persone sedute al fresco sotto il portico e di qualche eroico spettatore seduto sul praticello assolato (io), ed ecco fatto. 

Continua a leggere “Federica Michisanti Horn Trio @ EJC – Cortile della Canonica, Novara – 15 settembre 2019”

Filippo Vignato – XY Quartet – Andrea Grossi – Enzo Favata @ EJC – Teatro Coccia, Novara – 14 settembre 2019

APPUNTI DALL’ EUROPEAN JAZZ CONFERENCE – NOVARA


Articolo di Mario Grella

Si era capito, già dalla mattina, con l’incredibile “solo” di Marco Colonna a San Gaudenzio, che non sarebbe stato un sabato qualsiasi, ed è stato proprio così, una bella giornata e soprattutto una nottata di jazz (e di molte parole ed idee), in attesa della domenica, quando tutto sarà finito. Il trombone ha qualità inaspettate soprattutto se a maneggiarlo è Filippo Vignato. Una musica notturna, discreta, quella del “Filippo Vignato Quartet”, contrappuntata dal piano di Enzo Carniel. Persino la batteria di Emanuele Maniscalco sembra silenziosa e lontana. Un jazz di atmosfera anche nei pochi sbilanciamenti dolcemente free. Essere misurati non è semplice e soprattutto non è mai segno di debolezza, spesso segno di maturità, ed anche in musica è così.

Continua a leggere “Filippo Vignato – XY Quartet – Andrea Grossi – Enzo Favata @ EJC – Teatro Coccia, Novara – 14 settembre 2019”

Gospel Book Revisited – Morning Songs & Midnight Lullabies [intervista e recensione]

L O O M  &  V A N I S H


Articolo di Antonio Spanò Greco

La nuova puntata della mia rubrica “Loom and Vanish” è dedicata a un gruppo emergente nel panorama del blues italiano, i Gospel Book Revisited che a breve si presenteranno sul mercato con un nuovo album, Morning Songs & Midnight Lullabies, composto interamente da brani inediti e con ospiti importanti. Umberto Poli, il chitarrista, ci parla della band e di sé stesso. Grazie Umberto, sono contento di questa opportunità!

Continua a leggere “Gospel Book Revisited – Morning Songs & Midnight Lullabies [intervista e recensione]”

Marco Colonna – Tania Bruguera @ EJC – Basilica di San Gaudenzio, Teatro Coccia, Novara – 14 settembre 2019

APPUNTI DALL’ EUROPEAN JAZZ CONFERENCE – NOVARA


Articolo di Mario Grella

Con la consueta lungimiranza e disponibilità, le parrocchie unite del centro città hanno concesso ampio spazio alla European Jazz Conference e ai concerti “fringe” che accompagnano i lavori. È il caso del chiostro della Canonica del Duomo, della Basilica di San Gaudenzio, ma anche dell’organo di San Marco fatto provare ieri a Alexander Hawkins in vista di concerti futuri. Del resto è una fiducia ben riposta, sarebbe bastato ascoltare l’esibizione di questa mattina nella Basilica di San Gaudenzio di Marco Colonna “in solo” per dimostrarlo.
Una rarefatta essenza di spiritualità, un momento di intima meditazione dello spirito. In una basilica gremita dei partecipanti ai lavori arrivati da 40 paesi (per i novaresi, evidentemente, non valeva la pensa fare una levataccia di sabato per il jazz).

Continua a leggere “Marco Colonna – Tania Bruguera @ EJC – Basilica di San Gaudenzio, Teatro Coccia, Novara – 14 settembre 2019”

C+C=Maxigross – Deserto è un piccolo atto rivoluzionario

I N T E R V I S T A


Articolo di Luci

Avevo già avuto modo di conoscere ed apprezzare notevolmente il collettivo musicale veronese dei C+C=Maxigross nel 2017 in occasione della pubblicazione dell’Ep Nuova Speranza. Lo scorso 16 agosto si è presentata l’opportunità di vederli dal vivo in una tappa del loro tour Deserto per Verona al Labirino della Masone di Fontanellato. Una serata che, fra letture e canzoni, ha regalato ai presenti momenti profondamente emozionanti, quasi meditativi. Ho sentito così il desiderio di approfondire maggiormente il progetto artistico che ha dato origine a questa particolare e coinvolgente esibizione.
L’ho fatto rivolgendo alcune domande ad uno dei membri del gruppo, Filippo Brugnoli.

Continua a leggere “C+C=Maxigross – Deserto è un piccolo atto rivoluzionario”

Ameno Blues Festival 28-30 giugno 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Giuseppe Spanò Greco, immagini sonore di Antonio Spanò Greco

A volte i racconti cominciano dalla fine e soprattutto quando tra fatti e racconto passa un po’ di tempo. In questo caso, oltre che dalle conclusioni del primo weekend dell’ormai imperdibile Ameno Blues Festival organizzato da un gruppo di persone innamorate del blues e rappresentate da Roberto Neri e Claudio Togni, non posso prescindere dal condividere le sensazioni e vibrazioni tramite il favoloso wireless degli sguardi, delle strette di mano, dei saluti e quant’altro la razza umana è capace di esprime con il silente linguaggio del corpo e con il suono di sette note messe in ordine sparso secondo quel che si vuole rappresentare di se stessi e della propria anima.

Henrik Freischlader Band

Continua a leggere “Ameno Blues Festival 28-30 giugno 2019”

Noah Gundersen – Lover (Cooking Vinyl, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Letizia Grassi

Amore, fallimenti, droga, sesso, età e rimpianti: Noah Gundersen torna a far parlare di sé, con un album traboccante di sentimenti e di stati emotivi più disparati. Lover è il quarto album firmato dall’artista, cui ha collaborato anche il produttore Andy J. Park. Due anni di registrazioni, di sperimentazioni e di profonde riflessioni che hanno generato qualcosa di davvero intimo e creativo. I temi affrontati da Gundersen rappresentano la verità di un uomo che, completamente nudo, parla con sé stesso, con la propria coscienza, con i propri fallimenti, con le proprie speranze. In altre parole, con la propria vita. Ogni singola traccia corrisponde ad un dialogo, una conversazione con i momenti più significativi che hanno segnato l’esistenza del cantante. E, perché no, quella dei suoi ascoltatori.

Continua a leggere “Noah Gundersen – Lover (Cooking Vinyl, 2019)”

WordPress.com.

Su ↑