Cerca

Off Topic

Voci fuori dal coro

Autore

Off Topic Magazine

Voci fuori dal coro

Dimartino @ Teatro Auditorium Unical, Rende (Cs) – 14 marzo 2019 [opening N.A.I.P.]

L I V E – R E P O R T


Articolo di Iolanda Raffaele, immagini sonore di Pietro Scarcello

Un po’ di attesa e alle 21 inizia il giovedì sera in musica al Teatro Auditorium Unical di Rende, tra i disegni dell’illustratore e colorista napoletano Andrea Scoppetta, in mezzo a tanti giovani e meno giovani e con quel clima di familiarità intorno che speri di trovare in ogni simile contesto.
Lo spettacolo è aperto da N.A.I.P., acronimo di Nessun Artista In Particolare, progetto musicale di Michelangelo che, con il suo elegante completo crema e il suo muoversi, a metà strada tra Austin Power e l’omino Tabù, regala momenti di puro divertimento.
Dagli strumenti a lui più familiari ossia batteria elettronica, synth, loop station e voce escono fuori, come da un cilindro, virtuosismi, giochi di parole, ripetizioni ritmiche ed armoniche.

Continue reading “Dimartino @ Teatro Auditorium Unical, Rende (Cs) – 14 marzo 2019 [opening N.A.I.P.]”

Massimo Volume @ Auditorium di Milano – 14 marzo 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Luca Franceschini, immagini sonore di Ambrogio Brambilla

Sei anni senza Massimo Volume sono lunghi da passare. Sarà per questo che il loro ritorno dal vivo, dopo così tanto tempo dall’ultima volta, ha generato un livello di entusiasmo che non ci sembrava di aver notato nel precedente tour. Il pubblico è accorso numeroso sia nella loro Bologna, sia a Roma, che è andata sold out; a Pisa la data è stata addirittura raddoppiata, a Rivoli è già tutto esaurito e anche Milano, indiscussa capitale musicale del paese, ha risposto benissimo, tanto che l’Auditorium Fondazione Cariplo, sede del concerto, è praticamente pieno.

La scelta di iniziare dai teatri è particolare, bisogna ammetterlo. Il concept sonoro del gruppo è da sempre più adatto ai piccoli club e semmai in teatro vi avremmo visto un disco come “Cattive abitudini”, più distensivo e raccolto. Fatto sta che, sarà per la voglia di provare qualcosa di nuovo, ma stasera siamo tutti qui seduti nelle nostre poltrone. Che da un certo punto di vista è anche positivo (la vecchiaia avanza e ogni tanto è anche bello godersi un concerto da seduti, potendo oltretutto stare attenti anche alle più piccole sfumature), dall’altra un po’ meno, perché quando hai davanti un gruppo come i Massimo Volume, stare fermi e composti può davvero assumere le fattezze di una tortura.

Continue reading “Massimo Volume @ Auditorium di Milano – 14 marzo 2019”

Helado Negro – This Is How You Smile (RVNG Intl., 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Simone Nicastro

Ad essere sincero non conoscevo Roberto Carlos Lange, alias Helado Negro, prima dell’ascolto del suo nuovo lavoro This Is How You Smile. Un po’ come mi successe l’anno scorso con i Laish, eccomi di nuovo a stupirmi di come mi possa essere passato sotto il naso senza accorgermene un autore così “sensibilmente” dotato. In realtà Helado Negro è uno dei vari alias con cui l’autore statunitense di origini ecuadoriane ha cercato in questi anni di emergere nel mondo discografico, ma sembra che ultimamente sia quello su cui abbia puntato principalmente sia dal punto di vista creativo che di visibilità.

Continue reading “Helado Negro – This Is How You Smile (RVNG Intl., 2019)”

dellacasa maldive – Amore italiano (La Valigetta, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Luca Franceschini

Lo aspettavamo, l’esordio discografico di Riccardo Dellacasa. Lo avevamo intervistato ad ottobre, colpiti dalla qualità dei due singoli di debutto, Genova e Davide e lo avevamo testato live più o meno nello stesso periodo, quando aveva aperto la data di Leo Pari all’Ohibò di Milano.

L’ex Wemen, che ha vissuto anche una lunga esperienza come bassista nella band di Verano, ha chiamato il suo progetto dellacasa maldive (così, tutto minuscolo), giocando ambiguamente sulla semantica del suo cognome e sulle suggestioni esotiche di un luogo che incarna da sempre i sogni di fuga dal mondo. Tutto è nato per caso, in verità: come ci aveva raccontato lui stesso nell’intervista citata: l’incontro a Genova, nella serata di un post concerto, con Davide, un ragazzo che se ne stava da solo a fumare su un pontile. Una chiacchierata lunghissima, durata quasi fino al mattino, il racconto di una vita intera e poi, al momento di accomiatarsi, la domanda: “Sei mai stato alle Maldive?”. Chissà se quel ragazzo ha già scoperto di aver ispirato, con le sue narrazioni, due singoli e addirittura un disco intero.

Continue reading “dellacasa maldive – Amore italiano (La Valigetta, 2019)”

Tornano Le Orme: il Prog, la musica classica e Francesca Michielin

C O N F E R E N Z E


Articolo di E. Joshin Galani

E’ con il titolo poetico Sulle ali di un sogno che tornano Le Orme, una delle band progressive italiane più importanti. Alla conferenza stampa presso la Sony Music, sono presentati, a ragion veduta, come la storia della musica italiana. A far parte di questo disco, alcune delle più significative canzoni della loro carriera musicale (ventiquattro album all’attivo in più di cinquant’anni di carriera) e due inediti: La danza di primavera e Un altro cielo. Per quest’ultimo lavoro hanno aperto un pertugio luminoso verso nuove voci: a Francesca Michelin hanno affidato il compito di ri interpretare Gioco di Bimba.

La versione di Francesca mi ha emozionato tantoci racconta Michi Dei Rossi, batterista storico del gruppo e portavoce di questa conferenza stampa – il personaggio del testo è una donna pura, ho visto in Francesca questa anima pura. Lei ha accettato con tanta voglia di fare, la sua famiglia è fan de Le Orme, si sente da come canta che ci mette l’anima, lei canta spesso i nostri brani.”

Continue reading “Tornano Le Orme: il Prog, la musica classica e Francesca Michielin”

Dimartino – Afrodite: album della maturità? Sicuramente una svolta e un’armatura

I N T E R V I S T A


Articolo di Iolanda Raffaele

In occasione del suo concerto il 14 marzo presso il TAU, Teatro Auditorium della Calabria, Off Topic ha intervistato il cantautore siciliano Antonio Dimartino.

Il 25 gennaio è uscito Afrodite, un nome che richiama la dea greca della bellezza. Parliamo un po’di questo nuovo album che è quasi un “tesoretto” di emozioni…

Volevo fermare un momento sia personale che storico, in qualche modo mi piaceva che questi due momenti interagissero. Sono convinto che il ruolo di chi scrive canzoni oggi sia proprio questo fare convivere le proprie emozioni personali all’interno di un contesto sociale e politico

Continue reading “Dimartino – Afrodite: album della maturità? Sicuramente una svolta e un’armatura”

Circlelight – Sense of unrest

Articolo curato da ElleBi

Vi avevamo già presentato qui Emanuele Durante e il suo progetto musicale Circlelight. Ad inizio mese è uscito il secondo singolo Sense of Unrest del quale, sempre insieme a  lui, abbiamo approfondito i contenuti:

“la canzone  ha in sé un doppio tema, essendo stata composta in due momenti distinti e separati. Parla di un lutto, di un messaggio intimo indirizzato ad un amico che non c’è più, ma anche dell’inquietudine  che provi nel momento in cui realizzi di essere  stato fermo per troppo tempo. Le due tematiche sono in effetti collegate, come un’azione che scatena una reazione a scoppio ritardato. Ti rendi conto che attorno tutto è cambiato e allo stesso tempo tutto sembra tremendamente uguale. Comprendi di essere alla fine di un ciclo, e anche se non ti senti nemmeno lontanamente pronto, non hai altra scelta che quella di lasciare il porto sicuro e cominciare a remare…”

Continue reading “Circlelight – Sense of unrest”

Murubutu @ Magazzini Generali, Milano – 7 marzo 2019 [opening Carlo Corallo]

L I V E – R E P O R T


Articolo di Giovanni Tamburino, immagini sonore di Alessandro Pedale

Mentre consumiamo quella che ormai è la tradizionale cena a base di focacce prese all’Esselunga davanti ai Magazzini Generali, iniziamo a vedere la gente che si affretta verso il luogo dell’evento. La fila all’ingresso non è molto lunga al momento dell’apertura, ma il sold out è annunciato e il locale non ci mette molto a riempirsi. È un’occasione speciale: uno dei primi concerti in un club del prof. Alessio Mariani aka Murubutu, alle prime battute del tour promozionale per Tenebra è la notte ed altri racconti di buio e crepuscoli, il suo ultimo disco uscito il 1° febbraio per Mandibola Records.

Oltre ad essere numeroso, il pubblico è estremamente vario sia a livello umano – gente evidentemente vestita secondo i codici della scena rap più dura e pura fino a quelli che hanno tutta l’aria di essere metalheads rodati – che per età, da ragazzini a padri di famiglia. Prove più che evidenti per dimostrare come il protagonista della serata si distingua nell’ambiente musicale da cui emerge e come sia riuscito a conquistarsi un seguito ampio e lontano dai canoni del mainstream.

Continue reading “Murubutu @ Magazzini Generali, Milano – 7 marzo 2019 [opening Carlo Corallo]”

Tersø – Fuori dalla Giungla (Vulcano Produzioni, 2019)

R E C E N S I O N E


Articolo di Cristiano Carenzi

Il nuovo disco dei Tersø, per chi li conosceva da un po’, era molto atteso: non era solo il primo disco ma anche la possibile conferma dopo l’ottimo Ep pubblicato nel 2017. Fuori dalla Giungla arriva dopo due singoli e si presenta con una copertina affascinante. Ammetto che ciò che sto per dire sia abbastanza triste ma per un millennial come me queste cose contano più di quanto dovrebbero effettivamente pesare. Questo è uno di quei casi in cui il lavoro grafico è davvero bello: riesce a riassumere il contenuto del disco, a farti vedere l’anima di questo progetto. La copertina, come il disco, è abbastanza minimale nonostante entrambi siano curati in ogni dettaglio; potrei guardare la copertina per ore, come sto spendendo molte ore all’ascolto di questo piccolo capolavoro.

Continue reading “Tersø – Fuori dalla Giungla (Vulcano Produzioni, 2019)”

WordPress.com.

Su ↑