Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Intervista

Balthazar – Ballare su un ritmo R&B per liberarsi dalle sabbie mobili

I N T E R V I S T A


Articolo di Francesca Marchesini

I Balthazar sono un gruppo di origine belga che viene fondato nel 2004 da Maarten Devoldere, Jinte Deprez e Patricia Venneste; ai tre polistrumentisti dall’anima indie rock, si aggiungono Christophe Claeys alla batteria e Simon Casier al basso. Con questa formazione producono i loro primi tre album: Applause, Rats, Thin Walls. Nel 2015, purtroppo, arrivano a uno stallo creativo e i membri della band si prendono una pausa; Venneste e Claeys lasciano il gruppo mentre gli altri si dedicano ai loro progetti solisti. I Balthazar, rinnovati nella composizione e nel sound, ritornano nel 2018 e nel 2019 pubblicano l’album Fever; alla lavorazione di questo disco più pop e ballabile si aggiungono il batterista Michiel Balcaen e il polistrumentista Tijs Delbeke.
Il 26 febbraio 2021 i Balthazar rilasciano il loro quinto album in studio, Sand. Ho avuto l’occasione di parlare dell’LP con Maarten Devoldere (voce e testi); abbiamo discusso della produzione del disco in un così delicato momento storico, del tema centrale dell’album e delle evidenti influenze R&B e jazz sul rinnovato sound del gruppo.

Continua a leggere “Balthazar – Ballare su un ritmo R&B per liberarsi dalle sabbie mobili”

Jala, Nada & Agni – Blaze [anteprima video]

   V I D E O


Articolo curato da James Cook

Blaze è parte del progetto sonoro Jala, Nada & Agni, performance creata dalla cantante torinese Giulia Damico. Si tratta di un percorso formato da voce ed elettronica, una ricerca dentro al profondo potenziale del sonoro condiviso.
Jala è l’acqua, fluida, morbida, che unisce; Nada è l’energia vibratoria che si manifesta come suono, la prima espressione dal quale sono nate tutte le altre; Agni è il fuoco, assimila, separa e trasforma.
Questi sono gli elementi al quale la cantante si ispira per creare percorsi sonori dove timbri vocali si mescolano a sonorità elettroniche dentro un flusso in esplorazione e in perenne ricerca dell’equilibrio fra acqua e fuoco attraverso Nada.

Continua a leggere “Jala, Nada & Agni – Blaze [anteprima video]”

La Ragazza dello Sputnik: In riva alle mie malinconie – intervista

I N T E R V I S T A


Articolo di Luca Franceschini

Valentina è di Verona e con Kiku inaugura il suo progetto personale di canzoni, dopo una vita passata a studiare canto e ad esibirsi nei locali Jazz. Sette brani intrisi di una tristezza contemplativa, un lavoro di produzione essenziale, che dosa sapientemente l’elettronica con le suggestioni cantautorali e qualche spruzzata Soul. Una scrittura interessante, che lo è ancora di più nel momento in cui rinuncia al tono scherzoso e spesso superficiale che caratterizza l’It Pop contemporaneo, per raccontare se stessa, anche nei suoi lati scomodi, con sincerità e senza sovrastrutture.
L’abbiamo raggiunta al telefono per parlare del disco, delle sue influenze e, perché no, per provare a capire se si sta preparando a salire sul palco, quando si potrà farlo di nuovo.

Continua a leggere “La Ragazza dello Sputnik: In riva alle mie malinconie – intervista”

SuperWanted – alla ricerca di nuovi stimoli, liberi e con una spiccata identità

I N T E R V I S T A


Articolo di Iolanda Raffaele

Insieme da oltre 15 anni, tra le musiche di Daft Punk e New Order, i SuperWanted si raccontano ad Off Topic tra voglia di sperimentare e di continua crescita, guardando all’innovazione, ma mantenendo la propria identità, affinché gli ascoltatori apprezzino il loro lavoro e si rivedano in quello che è raccontato nelle canzoni.

Continua a leggere “SuperWanted – alla ricerca di nuovi stimoli, liberi e con una spiccata identità”

Tersø: Oltre il Synth Pop – intervista

I N T E R V I S T A


Articolo di Luca Franceschini

Sono tornati in autunno con un paio di singoli sulla cui copertina campeggiavano un ghiacciolo e una ruota panoramica, simboli retromaniaci legati ad un immaginario estivo e ad uno stare fisicamente insieme che, in tempi oscuri come questi, sembrano essersi perduti per sempre. Iperfamiglia, il ritorno dei Tersø a due anni di distanza dal precedente (e bellissimo) “Fuori dalla giungla”, parla in parte il linguaggio del lockdown, sia per l’arco temporale in cui sono stati composti i brani, sia per il mood a tratti claustrofobico che vi si respira. È anche un disco coeso, a ricordarci che il formato full length può avere ancora una ragione di esistere, anche se tutto attorno sembra un unico proliferare di singoli.
È un lavoro in cui ritroviamo il gruppo che avevamo imparato ad amare in precedenza ma decisamente migliorato a livello qualitativo, con le tessiture elettroniche che si sono fatte più intricate, i testi e le parti vocali ancora più efficaci e mature. In poche parole, se avevate scommesso su di loro prima, potrete farlo a maggior ragione anche adesso.
Abbiamo raggiunto al telefono Marta Moretti, voce e paroliera del collettivo bolognese, e abbiamo fatto il punto della situazione. Per una volta cercando di non parlare di Covid e concerti saltati (per lo meno ci abbiamo provato)…

Continua a leggere “Tersø: Oltre il Synth Pop – intervista”

Reynolds – tra misteri e veleni.

I N T E R V I S T A


Articolo di Stefania D’Egidio

Il 18 dicembre i Reynolds hanno debuttato con l’uscita contemporanea di due singoli, Veleno + Vivi Per Finta, contenuti in un EP con una lato A e un lato B, come si usava una volta, andando ad impinguare la scena alternative rock italiana e ricordandoci così come erano i bei tempi dei pub, dei centri sociali e del casino. Negli ultimi anni si sono esibiti nei locali milanesi con spettacoli all’insegna della teatralità e degli effetti scenici, ma lasciate che ve li presenti, i Reynolds sono: Mattia Meli (voce e tastiera), Simone Trotolo (voce e basso), Sergio Toller (chitarra), Liuk Baldoni (chitarra), Lorenzo Elia Mariani (batteria). Nei giorni scorsi ho avuto l’opportunità di scambiare quattro chiacchiere con loro.

Continua a leggere “Reynolds – tra misteri e veleni.”

Yo Yo Mundi: anche il silenzio in mezzo alle note è musica

I N T E R V I S T A


Articolo di Joshin E. Galani

È uscito il nuovo album degli Yo Yo Mundi, La rivoluzione del battito di ciglia. Uno scrigno del tesoro in cui sono custoditi i valori delle piccole cose, movimenti millimetrici che possono fare la differenza, piccoli battiti per muovere l’energia della trasformazione. Ci sono emozioni ma anche valori forti che si diramano tra le note, le lotte e le difese, ma non hanno rabbie, piuttosto coscienze umane che regalano diverse istantanee.
È l’emergere di una forte e resistente umanità e un umano coraggio nell’intravedere speranza. Ogni capitolo di questo lavoro stimola l’immaginazione e il pensiero che ci accoglie nella musica. Ecco le risposte di Paolo Archetti Maestri (voce e chitarre del gruppo) su tutte le curiosità che hanno animato il mio ascolto.

Continua a leggere “Yo Yo Mundi: anche il silenzio in mezzo alle note è musica”

L’individuo e la collettività in musica, parole ed immagini – l’intervista a Frankie Hi Nrg Mc, un umanista moderno tra le Nuvole

I N T E R V I S T A


Articolo di Iolanda Raffaele

Tra le ultime interviste del 2020 Off Topic ha avuto il piacere di realizzarne una speciale al rapper, autore, compositore, street photographer e video maker Frankie Hi Nrg Mc.
È stato proprio l’interlocutore che immaginavamo, simpatico, versatile, poliedrico, razionale ma creativo, realista ma propositivo.
In questa chiacchierata ci ha parlato di sé, dei suoi progetti e dell’ultimo brano Nuvole, un esorcismo in musica contro la paura del buio e della confusione che la pandemia ha generato.

Continua a leggere “L’individuo e la collettività in musica, parole ed immagini – l’intervista a Frankie Hi Nrg Mc, un umanista moderno tra le Nuvole”

Maria Devigili – Superstiti [anteprima video]

I N T E R V I S T A


Articolo di Angela Todaro 

Maria Devigili, trentina di nascita, per molto tempo bolognese di adozione, a cinque anni già suonava pezzi suoi su una pianola e a nove circa ha iniziato a comporre canzoni con la chitarra classica, imparando a suonarla da sola. La musica è quindi una passione che l’accompagna da sempre e l’ha portata, negli anni, ad esibirsi in lungo e in largo sia in Italia che all’estero. Laureata in filosofia, idealista, convinta che un artista abbia un ruolo sociale importante, propone un genere essenzialmente pop rock che si caratterizza per una vibrante, contagiosa energia sonora. Dopo il suo ultimo lavoro Io, tu e le cose, la cantautrice torna con uno splendido video girato negli USA tra febbraio e marzo, durante il periodo in cui era rimasta bloccata a Las Vegas. Superstiti, questo è il titolo del brano, a proposito del quale abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con Maria, facendoci anche anticipare qualcosa dei suoi progetti futuri… 

Continua a leggere “Maria Devigili – Superstiti [anteprima video]”

WordPress.com.

Su ↑