NonostanteClizia – La Stagione Animale (Alabianca Group/Warner, 2015)

Postato il Aggiornato il

nonostanteclizia la stagione animale

Articolo di Antonio Spanò Greco

Crepuscolare, intimistico, ma allo stesso tempo luminoso e concreto: questo è La stagione animale primo album dei NonostanteClizia che segue Bang del 2013, l’EP che li ha portati all’attenzione nazionale. Ensamble di Acqui Terme, amici da una vita, compongono undici tracce che confermano le ottime impressioni del loro debutto. Il nome della band è stato preso da un romanzo noir di Andrea G. Pinketts, lettura in contemporanea del vocalist e autore dei testi Valerio Gaglione e del tasterista Simone Barisione, fondatori del gruppo.

Colpiscono per la loro musica legata alla new-vawe inglese, ma soprattutto per i loro testi. Simone dice di Valerio: “ha questo talento nel formare testi fotografici per il suo legame con l’arte pittorica, la sua abilità nel dipingere”. Gli altri componenti della band sono Marco Gervino chitarra e voce, Matteo Porta basso e Manuel Concilio batteria. Insieme creano un sound compatto in cui le chitarre lanciano proclami di vita. Le parole fotografano la realtà disincantata e annebbiata, con gli occhi di giovani vogliosi di gridare al mondo e a loro stessi di essere vivi. L’EP Bang è stato preceduto da due demotape che hanno suscitato l’interesse degli addetti ai lavori ricevendo parecchi consensi e passaggi su MTV e sulle principali radio nazionali. Per la realizzazione della loro opera prima si sono avvalsi della produzione artistica di Riccardo Tesio dei Marlene Kuntz e la collaborazione di Giorgio Maroccolo, guru del rock made in Italy. Entrambi aiutano in maniera determinante i cinque a confezionare un lavoro limpido, pieno di sfaccettature, intriso di suoni che soddisferà appieno i fans della prima ora e i nuovi, che ascolteranno per la prima volta brani come La nausea o Barbie California, per poi riscoprire I ragazzi dell’alaska. Il titolo La stagione animale sembra l’intento che li accompagna in tutte le tracce del disco: la ricerca e la volontà di riscoprire gli impulsi, gli istinti di una vita animale, quell’età in cui la ragione ancora non prende il sopravvento e ci lasciamo guidare solo dal sesto senso. In una vecchia intervista il cantante Valerio affermava che il futuro disco avrebbe avuto trame hollywoodiane. In parte è vero, non solo dal punto di vista sonoro, perchè le melodie potrebbero benissimo accompagnare scene di film riguardanti giovani della provincia italiana quali sono loro stessi, ma per quanto riguarda i testi. Ci sono due brani, Ingrid e David Hemmings, forse piu direttamente imputabili all’affermazione di cui sopra, ma anche i restanti sembrano congelare in istantanee, in flash le vicende, i sogni, le delusioni dei giovani in cerca di loro stessi. Alla domanda di definizione del loro stile Valerio risponde: “ i Bluvertigo, il mio gruppo italiano preferito, si definirono Blob Rock, una specie di insieme di stili; noi forse siamo Blob Pop indie e inflazionato”. Definizione non completamente appropriata, ma diamo atto al gruppo di aver continuato al meglio un percorso iniziato nel 2008, sviluppatosi con concerti in lungo e in largo nella nostra penisola, che li ha portati a concepire un album decisamente maturo e sopra la media dei prodotti indie rock nostrani. Undici tracce dal sapore intenso e fresco dove ognuno potrà trovare la sua preferita: sia la rockeggiante Mary Garret o l’intimistica Adolescenza, sia David Hammings, il primo singolo tratto dall’album o La stagione animale, traccia dichiarazione d’intenti visionaria e con continui cambi di ritmo, sia Emma, Chiara e Clara brano d’apertura ben costruito, urlo contro la solitudine o la malinconica Barbie California, brano di chiusura che ricorda molto alcune canzoni di Manuel Agnelli. Sicuramente sentiremo parlare ancora dei NonostanteClizia: hanno tutte le carte in regola per ricevere sempre più consensi e costruirsi un posto al sole nel panorama del rock indie-alternativo italiano, facendo di Valerio Gaglione un songwriter di prim’ordine.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...