Sofia Ellar – Seis Peniques (Sofia Ellar SL, 2017)

Postato il Aggiornato il

1200x630bb

La verità in un sorriso – Articolo di Giacomo Starace

Nei prossimi giorni uscirà l’album Seis Peniques, primo lavoro di una giovane cantautrice madrilena. Il suo nome è Sofia Ellar, nata e cresciuta a Londra, ma profondamente spagnola, sta riscuotendo grande successo in Spagna e nel mondo senza confini di Internet.

Il primo elemento che risalta è la sua voce quasi da bambina, sospirata o spinta con forza verso l’alto, che culla l’ascoltatore, accompagnandolo con melodie semplici e spagnoleggianti, anche leggermente pop.
Il secondo punto è la sincerità; cito le sue parole:
“So che la vita è fatta di percorsi diversi. Alcuni più ripidi di altri. Quello che ho scelto, non è esattamente convenzionale; ma con ogni passo che faccio, scrivo, a poco a poco, la storia della mia vita. La storia di Sofia Ellar.”

Questo è ciò che mette in ballo quando imbraccia la chitarra. È un aspetto che si vede chiaramente, nei suoi concerti e nei video che frequentemente carica sul suo canale Youtube: è tutt’uno con la sua musica, va ben oltre la semplice interpretazione. Sembra già matura, dimostra di sapersi muovere agilmente con la voce, creando unità fra le varie parti, affidando ad essa lo spirito di ogni brano e le sue sfumature. Usando un’immagine quasi “lirica”, in brani allegri come “Mundos” si percepisce il sole e la leggerezza di una mattinata estiva; in brani più meditativi, “Fire of Fame” o “Segundas Partes Entre Suicidas” (quest’ultimo già disponibile su Spotify), invece, si entra in un’atmosfera notturna o grigia di pioggia…

I testi delle sue canzoni rispecchiano pienamente le parole citate sopra: ognuno ci mostra una sfaccettatura dell’artista: dall’immaginazione spensierata, alla chiamata di Madre Terra che, in “The Mad Man”, non viene udita dall’uomo impegnato ad innalzare la sua bandiera, o ad uno dei versi di “Fire of Fame”:
I’m getting sick and tired of liars, Hiding between the fire, I’m burning every single word I ever wrote tonight” (“Mi sto sentendo male e sono stanca delle bugie, nascondendomi tra le fiamme, brucio ogni singola parola io abbia scritto stasera”).
Sofia affida le sue impressioni alle note che “intona senza pensare”, riuscendo a farsi ascoltare con piacere e portando qualcosa di nuovo, cioè se stessa: una semplice ragazza di poco più di vent’anni con una chitarra in mano, un sorriso luminoso e la voglia di raccontarsi in musica.

Tracklist
01. El rayo verde
02. Segundas partes entre suicidas
03. Amor de anticuario
04. G&T’s
05. Fire of fame
06. Seis peniques
07. Hace dos perdices
08. The mad man
09. Rock’n’rolles de chiquillos
10. Spirit love
11. Asì no
12. Mundos

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...