Un concerto al giorno. Giorno04. Arctic Monkeys

Postato il

Diario quotidiano di Domenica D’Agosto #unconcertoalgiorno

Lunedì feels

L’inizio settimana ha sempre quel tocco di tristezza acida, mista ad una manata di “non c’ho voglia” che mi accompagna per tutta la giornata. Carica di cotanti sentimenti, affronto l’intensa sessione lavorativa, anzi intensissima, perché ad una certa dovrò cambiarmi e materializzarmi dall’altra parte della città, in tempo per l’inizio del concerto; volo.

Arrivo ai cancelli del Forum d’Assago quando, naturalmente, sono tutti già dentro e gli Artic Monkeys salgono sul palco. Supero agile i controlli; sarà che ho la faccia da brava ragazza e la corporatura di una minorenne ma di solito manco mi guardano. Potevo arricchirmi facile con un’inarrestabile carriera da contrabbandiera e invece no, io volevo fare il medico.

Il mio ragazzo, al contrario, viene sottoposto a minuziosa perquisizione, scansione, interrogazione e lettura della mano. Le congiunzioni astrali e gli esami del sangue come stanno? Tutt’apposto? Possiamo entrare.

Il pubblico è già caldo, tracanno la mia birretta fresca, travasata in bottiglia di plastica da mezzo litro, rigorosamente senza tappo e vado alla conquista della transenna.
Il parterre sudato e danzante non è nulla rispetto a quello che trovo nelle primissime file: FANGIRLS. Io sono l’incarnazione della tolleranza, persino il lunedì, ma preferisco un bisonte che mi macini le costole nel pogo, ai ferormoni di fanciulle urlanti vestite con tutto ciò che odiavo degli anni delle medie: jeans a vita alta, capello cotonato e fastidiosissimo zainetto.

Resisto ben poco e arretro nella zona comfort, insieme ad altri mie coetanei che sono lì per il live e non per il frontman figo. Ecco, ora due cose sugli Arctic Monkeys le dovrei anche scrivere; premetto che non li conoscevo, mi sono piaciuti abbastanza, anche se non tanto da strapparmi i capelli come le sopracitate fans, e soprattutto da non rimpiangere un pochetto il caro prezzo del biglietto e la lunga coda per il rientro. Sicuramente un gruppo molto interessante, da rivedere, possibilmente di sabato.

Se volete rileggere gli altri giorni del diario di Domenica, li trovate qui.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.