R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Da qualche tempo che sinceramente non saprei quantificare, il jazz europeo e italiano in particolare, sembra molto interessato alla terra. Non fraintendetemi, alla terra in senso simbolico, diciamo alla “madre-terra” per intenderci, ai riti e ai miti ad essa connessi. E quindi anche, se vogliamo, al misticismo, alla magia, ma anche alla grande tematica ecologica. Forse è molto più di una mia impressione e per verificarlo basta andare a frugare, nella musica jazz, tra produzioni “minori” ed etichette indipendenti per rendersene conto. Ascrivibile a questo filone potrebbe essere anche il piacevolissimo lavoro del contrabbassista Ferdinando Romano dal titolo Totem.

Continua a leggere “Ferdinando Romano – Totem (Losen Records, 2020)”