Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Mario Grella

Astral Travel – If You Say You Are From This Planet, Why Do You Treat It Like You Do (Hyperjazz Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

“Cinque anni fa, in una delle mie sortite newyorkesi, mi sono imbattuto in un libro di poesie di Sun Ra intitolato ‘This Planet is Doomed’. Avevo da poco intrapreso un tanto atteso approfondimento sulla sua figura ed ero costantemente in cerca di qualche testo che valorizzasse l’aspetto filosofico e concettuale dell’artista rispetto alle famose biografie e tante documentazioni musicali…” Così Tommaso Cappellato rispondeva ad una domanda di Enrico Bettinello, su Il Giornale della Musica, a proposito del suo ultimo lavoro. Ed è proprio sulla poesia di Sun Ra e sulle sue bizzarre teorie dei rapporti tra uomo, spiritualità e natura che si impernia l’ultima fatica discografica di Tommaso Cappellato, che si intitola If You Say You Are From This Planet, Why Do You Treat It Like You Do?.

Continua a leggere “Astral Travel – If You Say You Are From This Planet, Why Do You Treat It Like You Do (Hyperjazz Records, 2020)”

NovaraJazz 2020, anzi 2021 – dal 27 maggio al 13 giugno la 18ma edizione

C O N F E R E N Z E


Articolo di Mario Grella

Si è svolta la video-conferenza stampa di NovaraJazz, tenuta da Corrado Beldì e Riccardo Cigolotti per comunicare che, in considerazione della crisi sanitaria, come prevedibile, il NovaraJazz Festival edizione 2020 non si terrà. Ma non si tratta di annullamento, bensì di un rinvio alla primavera/estate 2021. Un grande sforzo da parte degli organizzatori per trasportare tutte le iniziative e che, vale la pena ricordarlo, non coinvolgono solo musicisti e band, ma anche una serie di attività a cui danno il loro apporto associazioni cittadine, aziende ed esercizi commerciali di Novara e della provincia.

Continua a leggere “NovaraJazz 2020, anzi 2021 – dal 27 maggio al 13 giugno la 18ma edizione”

Avishai Cohen – Big Vicious (ECM, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Avishai Cohen è un trombettista israeliano che vive negli Stati Uniti e Big Vicious è il nome del gruppo che ha formato, circa sei anni fa, composto da Uri Ramirez alla chitarra, Yonatan Albalak alla chitarra e basso, Aviv Cohen alla batteria, Ziv Ravitz alle percussioni e all’elettronica. Un gruppo esposto ai venti di tante influenze diverse: elettronica, ambient, psichedelica, ma anche groove e persino pop music. Per ammissione dello stesso Cohen non è stato facile far convivere tanti spunti e tante diverse personalità. Per avere un’idea del disco basta incominciare l’ascolto da Fractals, basata su una cosiddetta “scala indiana” per chitarra e che porta in realtà, con sé ritmi e sonorità che spaziano dalla psichedelia ai soliloqui trombettistici del jazz “freddo”.

Continua a leggere “Avishai Cohen – Big Vicious (ECM, 2020)”

Paolo Giordano – Nel contagio (Giulio Einaudi editore, 2020)

L E T T U R E


Articolo di Mario Grella

Mi verrebbe subito da dire, lasciate perdere quello che state leggendo e correte subito a leggere Nel contagio di Paolo Giordano (autore de “La solitudine dei numeri primi”), edito da Einaudi-Corriere della Sera, ma sarebbe una contraddizione in termini. Raramente capita di leggere un breve, anzi brevissimo saggio, di tanta intensità e circostanziata divulgazione scientifica. In questo caso, però, non si tratta di un libro su un virus scritto da un epidemiologo o da un biologo, ma da un matematico. Il libro era abbinato al “Corriere della Sera” di qualche settimana fa, ma credo sarà reperibile anche nelle librerie (una volta riaperte, ovviamente). In caso contrario dovrete accontentarvi di queste note scritte a caldo dopo aver terminato la lettura, così come, a caldo, Paolo Giordano ha sentito l’impellente necessità di formulare il suo pensiero attorno all’emergenza sanitaria del secolo, quella del Covid-19.

Continua a leggere “Paolo Giordano – Nel contagio (Giulio Einaudi editore, 2020)”

Irreversible Entanglements – Who Sent You? (International Anthem/Don Giovanni, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Camae Ayewa con i suoi “messaggi” un po’ sconclusionati, ma suggestivi, Keir Neuringer al sax e alle percussioni, Aquiles Navarro alla tromba e percussioni, Luke Stewart al contrabbasso e percussioni, Tcheser Holmes alla batteria e alle congas, sembrano essere molto convinti del loro jazz-punk-rock ed effettivamente il suono è molto ben amalgamato, piuttosto originale, anche godibile, soprattutto per quel sottofondo continuo, ma mai invasivo di percussioni coniugate in mille maniere. Bella, cristallina e ficcante la tromba di Aquiles Navarro, un contrabbasso pieno di personalità quello di Luke Stewart che sa far vibrare anche il silenzio, atonale e rumoristico quanto basta il sax di Keir Neuringer, insomma gran bella musica. 

Continua a leggere “Irreversible Entanglements – Who Sent You? (International Anthem/Don Giovanni, 2020)”

Paolo Bacchetta Yerkir – The Storytellers (Auand, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Ho sempre un po’ di timore ad ascoltare un lavoro discografico, dove la chitarra elettrica la fa da padrone. È un pregiudizio, lo so. Purtroppo per chi è cresciuto a Jimi Hendrix, Carlos Santana, Eric Clapton, Pat Metheny, Paul Motian e Leo Kottke, tanto per buttare lì (a casaccio), un po’ di nomi che siano congruenti con la mia età, tutto il resto tende a sembrare una vana rincorsa a qualcuno di irraggiungibile. Discorso stupido? No, profonda ed inconscia verità, depositata e sedimentata nel cuore. Mi ci vogliono sempre due o tre brani prima che io riesca davvero a concentrarmi sulle sonorità di una chitarra.

Continua a leggere “Paolo Bacchetta Yerkir – The Storytellers (Auand, 2020)”

Dimitri Grechi Espinoza – The Spiritual Way (Ponderosa Music Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Certo che Grechi Espinoza, mira in alto; direi che più in alto proprio non si possa. L’uscita, il 20 marzo appena trascorso, del suo ultimo lavoro, intitolato The Spiritual Way per la Ponderosa Music Records, fa parte del progetto denominato Oreb, il monte dove Mosé incontro Dio. Scusate se è poco. Del resto, il musicista non fa mistero del fatto che la sua musica è, per scelta deliberata, una ricerca dell’ascesi. Mi sia concesso riportare le parole dello stesso Dimitri: “Per sviluppare le virtù naturali un uomo lavora prima di tutto a perfezionare se stesso. Per perfezionare se stesso, prima di tutto regola i battiti del proprio cuore. Per regolare i battiti del cuore regola il respiro, per regolare il respiro concentra la mente. Per concentrare la mente rendi perfetta la volontà, sviluppando il più possibile le conoscenze. Le conoscenze si sviluppano penetrando l’essenza delle cose. Penetrata l’essenza delle cose la conoscenza raggiunge il suo grado più elevato. Quando la conoscenza è arrivata al suo grado più elevato, la volontà diventa perfetta. Perfetta la volontà, la mente diviene stabile. La mente stabile calma il respiro così che anche i battiti del cuore diventano regolari. Regolati i battiti del cuore l’uomo è privo di difetti.L’uomo privo di difetti è in equilibrio e opera con equanimità, compassione, giustizia e rettitudine nel Mondo.

Continua a leggere “Dimitri Grechi Espinoza – The Spiritual Way (Ponderosa Music Records, 2020)”

Shabaka and the Ancestors – We are sent here by history (Impulse!, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

La sensazione della pienezza, qualche volta, corrisponde alla sensazione della sazietà. Non sempre la sazietà corrisponde ad uno stato di totale benessere, poiché qualche volta ci piacerebbe essere meno sazi, ma contemporaneamente la sazietà può anche essere sintomo dello stato di benessere. Non avremmo mangiato né una cosa di più, né una cosa di meno. Avremmo voluto mangiare esattamente quello e quanto abbiamo mangiato. Se, magnanimamente, decideste di passarmi il paragone un po’ pecoreccio, potrei aggiungere che è proprio una sensazione di “sazietà spirituale” quella che si prova dopo aver ascoltato We are sent here by history, secondo album di Shabaka & The Ancestors, pubblicato da Impulse!.

Continua a leggere “Shabaka and the Ancestors – We are sent here by history (Impulse!, 2020)”

Norma Ensemble – Revelation (Promu label, 2020)

R E C E N S I O N E


Recensione di Mario Grella

Incomincio spesso ad ascoltare gli album musicali dall’ultimo brano. Come da bambino volevo vedere, per primo, l’ultimo soldatino della scatola. Qualche volta restavo deluso, ma molto più spesso comprendevo che quella era sempre la scelta giusta, non fosse altro perché la “climax” di un’opera, per logica, si raggiunge al termine di essa, anche se non è una regola ferrea. E così, aprendo questa curiosa “music box”, che va sotto il nome di Revelation, titolo piuttosto azzeccato del Norma Ensemble, uscito il 28 febbraio scorso scopro una gemma rara, una composizione struggente ed equilibratissima. 

Continua a leggere “Norma Ensemble – Revelation (Promu label, 2020)”

WordPress.com.

Su ↑