Cerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Stefania D’Egidio

Neil Young – Homegrown (Reprise, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

Inutile dire che siamo al cospetto di uno dei più grandi cantautori viventi, oltre ad essere un chitarrista di un altro pianeta: ne so qualcosa io che, pur di vederlo, nel 2016 mi sono sparata non so quante ore in piedi sotto un sole assassino, rischiando anche di farmi sequestrare la reflex dalla security, ma questa è un’altra storia…
Tutto ciò che ha fatto è entrato più o meno nella leggenda e non poteva essere altrimenti per Homegrown, concepito tra il 1974 e il 1975, registrato in analogico come si usava allora, ma mai venuto alla luce fino a qualche giorno fa, il 19 giugno, tanto che sembrava destinato a restare una chimera.

Continua a leggere “Neil Young – Homegrown (Reprise, 2020)”

Ritmo Tribale – La Rivoluzione Del Giorno Prima (Bagana/Pirames, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

Sono stati protagonisti assoluti della scena underground rock degli anni ’90 e sono vivi e vegeti, tornando a distanza di 21 anni con un nuovo album, La Rivoluzione del Giorno Prima, pubblicato il 17 aprile da Bagana/Pirames International, sotto la regia di Marco Tondini, nel cui studio hanno registrato, e di Enrico La Falce per il mixaggio.
Ripresentarsi dopo un così lungo periodo potrebbe sembrare agli occhi di qualcuno un azzardo, ma i Tribali hanno sempre suonato per il puro piacere di suonare e non per compiacere il pubblico, così dopo alcuni live, si sono ritrovati a provare brani e, uno tira l’altro, ne è venuto fuori un nuovo lavoro.

Continua a leggere “Ritmo Tribale – La Rivoluzione Del Giorno Prima (Bagana/Pirames, 2020)”

Faz Waltz – Rebel Kick (Spaghetty Town/ Contra Rec/ Surfin’ Ki, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

Siete depressi perché dovrete convivere con la ricrescita dei capelli bianchi fino al primo giugno o perché i vostri affetti stabili sono dall’altra parte d’Italia? Il rimedio giusto allora è l’ultimo album dei Faz Waltz, uscito lo scorso 20 aprile per Spaghetti Town Records; al diavolo il virus, le dirette di Conte, la collezione di autocertificazioni e lo smart working: con Rebel Kicks potrete gettare gli ultimi due mesi di non vita nel cesso e passare poco meno di trenta minuti a ballare sul divano.
Il power trio made in Cantù, formato da Faz La Rocca alla voce, chitarra e piano, Diego Angelini al basso e Marco Galimberti alla batteria, ha una lunga storia di concerti in giro per il mondo e inaugura questo tredicesimo anno di vita con un lavoro, il settimo in studio, che equivale ad un candelotto dinamitardo, all’insegna di quel glamrock e hardrock che, da sempre, influenzano le sonorità della band.

 

Continua a leggere “Faz Waltz – Rebel Kick (Spaghetty Town/ Contra Rec/ Surfin’ Ki, 2020)”

The Backlash – Passing By (Artist First, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

Lo avevo capito subito, due anni fa, quando li avevo visti all’Ohibò in apertura ai We Are Scientist, che i The Backlash avevano molto da dire; il successivo Mindtrap me lo aveva confermato, con tanto di live al Rock’n’Roll di Milano.
Ora mi ritrovo tra le mani il nuovo e bellissimo EP, Passing By, uscito il 25 febbraio e prodotto nello studio autogestito Right Bright Side (RBS) con cui il quartetto prosegue un discorso iniziato nel 2013, facendo però un ulteriore passo avanti e alzando la posta in gioco, non più piccoli cloni delle blasonate band d’oltremanica a cui si ispirano, in primis Oasis e Verve, ma un gruppo con una identità ben precisa.

L'immagine può contenere: 4 persone, barba e spazio all'aperto

Continua a leggere “The Backlash – Passing By (Artist First, 2020)”

Matinée – Event horizon (Neon Tetra Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

È con un pizzico di orgoglio che recensisco l’ultimo lavoro dei Matinée, band con cui condivido le origini, essendo abruzzesi come me, e l’amore per il sound made in England.
Il quartetto è composto da Luigi Tiberio, alla voce, chitarra e synth, Alfredo Ioannone alla voce e al basso, Giuseppe Cantoli alla chitarra e Alessio Palizzi alla batteria; una lunga gavetta nell’East-London a suonare nei principali club per giovani band, devono il loro nome al brano The Dark Side of the Matinée, dal primo album dei Franz Ferdinand, di cui hanno suonato cover per anni, fino ad essere notati dal manager di Kapranos e soci, scelti come tribute band ufficiale e chiamati ad aprire i loro live in Italia.

Continua a leggere “Matinée – Event horizon (Neon Tetra Records, 2020)”

Boomtown Rats – Citizens Of Boomtown (BMG, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

Ad esser sincera, a parte I Don’t like Monday, credo di non conoscere nessuna passata canzone dei The Boomtown Rats. Non tra i gruppi più blasonati dell’era postpunk e new wave, nonostante sia stato il primo gruppo irlandese a raggiungere la vetta delle classifiche in Gran Bretagna, ne ho sempre sentito parlare più per le vicende umane e professionali del suo leader, il cantante Bob Geldof, che per la loro produzione.
Un artista poliedrico, che si è sempre diviso tra musica, cinema ed attivismo politico, con una vita costellata di gravi lutti familiari. Artefice del più grande evento musicale del secolo scorso, quel Live Aid che nel 1985 portò sul palco i migliori musicisti del mondo per raccogliere fondi a favore dell’Africa, aveva già capito l’anno precedente con Do They Know The Christmas? che l’arte non dev’essere fine a se stessa e che può dare un grande contributo ad importanti battaglie sociali.

Continua a leggere “Boomtown Rats – Citizens Of Boomtown (BMG, 2020)”

Ozzy Osbourne – Ordinary Man (Epic Records, 2020)

R E C E N S I O N E


Articolo di Stefania D’Egidio

In questi giorni in cui il pianeta è alle prese con l’emergenza Coronavirus e il caos regna sovrano, sono andata alla ricerca di un motivo di ottimismo e, soprattutto, di certezze ed ecco che mi capita tra le mani l’undicesimo lavoro del Principe delle Tenebre, Mr. Ozzy Osbourne: lui sì che è una certezza, ne ha viste e superate più di chiunque altro, è caduto e si è rialzato decine e decine di volte e, a 71 anni suonati (e cantati), Ordinary Man è il suo messaggio di speranza per i fans di tutto il mondo. Pubblicato il 21 Febbraio 2020 per l’etichetta Epic Records, la copertina mostra un Ozzy ringiovanito, in barba a quanti lo davano spacciato dopo gli ultimi recenti problemi di salute e l’annullamento del tour europeo (potere di Photoshop?).

Continua a leggere “Ozzy Osbourne – Ordinary Man (Epic Records, 2020)”

Editors – Black Gold Tour @ Alcatraz Milano, 11 Febbraio 2020

L I V E – R E P O R T


Articolo di Stefania D’Egidio

Qualche giorno fa, in occasione del Festival di Sanremo, chiedevano a Piero Pelù se davvero il rock fosse morto, come si è soliti dire, e lui rispondeva che non solo non è morto, ma addirittura si è arricchito di nuove sonorità, grazie all’aiuto dell’elettronica. Quella che è appena finita è stata, a Milano, la settimana del Black Gold Tour degli Editors, con ben due date all’Alcatraz, e quale esempio migliore si potrebbe dare di commistione tra rock ed elettronica? Ho avuto la fortuna di assistere al primo dei due concerti, lo scorso 11 febbraio: causa concomitanza con un altro evento (lo show degli Slipknot al Forum di Assago), mi aspettavo una scarsa affluenza di pubblico e, invece, già all’apertura, affidata al trio tutto al femminile delle Junodef, si faceva fatica a scorgere l’ultima fila.

Continua a leggere “Editors – Black Gold Tour @ Alcatraz Milano, 11 Febbraio 2020”

Deproducers @ Teatro dal Verme, Milano – 29 novembre 2019

L I V E – R E P O R T


Articolo di Stefania D’Egidio

Acido Desossiribonucleico, già la parola preannuncia una serata di quelle impegnative, tanto che quando me l’hanno proposta in redazione ho subito pensato mi stessero tirando un pacco. Poi, leggendo il press kit, mi sono detta: “ah però!” il progetto è di quelli ambiziosi, ripercorrere in un unico viaggio le tappe fondamentali della nostra evoluzione, dal big bang alla comparsa dell’Homo Sapiens. Visionari in questo senso Airc e BPM che patrocinano l’evento, visionari i produttori Cosma, Maroccolo, Sinigallia e Casacci, che hanno risposto alla sfida dando vita al supergruppo Deproducers: per chi non li conoscesse sono tra i produttori discografici più prolifici in Italia, avendo collaborato con nomi di un certo calibro, tra cui PFM, Elio e le Storie Tese, Niccolo Fabi, Max Gazzè, Frankie Hi-Nrg Mc, Litfiba, CCCP, Subsonica e chi più ne ha, più ne metta.

Continua a leggere “Deproducers @ Teatro dal Verme, Milano – 29 novembre 2019”

WordPress.com.

Su ↑