Ricerca

Off Topic

Solo contenuti originali

Tag

Video

Musica e riscatto: l’intervista ai Cara Calma per l’uscita di GOSSIP!

I N T E R V I S T A


Articolo di Giovanni Tamburino

Il 14 gennaio uscirà per Piuma Dischi GOSSIP!, il terzo lavoro in studio dei Cara Calma. Un disco che ai lividi e ai denti stretti, che da sempre accompagnano il sound della band, affianca lo sguardo di chi è cresciuto. Lo smalto è intatto e il cuore in pezzi, aperto così che tutti possano vederlo attraverso le chitarre distorte e le lyrics graffiate.
La consapevolezza di sé e del mondo che li circonda, in particolare del marketing ormai endemico nella scena musicale, diventa una riflessione matura e per nulla distaccata, con cui questi ragazzi bresciani dipingono ancora una volta un cosmo vivido e crudo, in cui il riscatto è per chi non annega nel cinismo, ma anzi accetta i propri demoni e ci cammina accanto.
A pochi giorni dall’uscita del disco, i Cara Calma hanno risposto ad alcune delle nostre domande.

Continua a leggere “Musica e riscatto: l’intervista ai Cara Calma per l’uscita di GOSSIP!”

Da Quagga – Kodak [anteprima video]

I N T E R V I S T A


Articolo di Giovanni Tamburino

Esce oggi in anteprima per Off Topic il videoclip di Kodak, il singolo della band veronese Da Quagga. Estratto da Bolla, ultimo disco del collettivo, il brano racconta la storia di un rullino ormai inutilizzato per l’avvento del digitale. Allo stesso modo, il tema della caducità, della perdita di una passione, di uno scopo, viene ripreso nel video dalla vicenda di un fotografo sommerso dalla routine.
Un altro passo avanti nella continua evoluzione e sperimentazione di questo collettivo, che per l’occasione ha risposto ad alcune nostre domande.

Continua a leggere “Da Quagga – Kodak [anteprima video]”

Manu Delago – Trees for the wood

   V I D E O


Articolo di Lucia Dallabona

Manu Delago, musicista, e compositore di origine austriaca, è un maestro dell’handpan, riconosciuto a livello internazionale. Nel corso della sua carriera ha suonato in oltre 50 paesi, sia con il suo progetto che accompagnando in tour artisti del prestigio di Bjork ed Olafur Arnalds; ha inoltre collaborato con la London Symphony Orchestra.
Vive da molti anni tra la Londra urbana e le Alpi tirolesi; nei tanti mesi trascorsi in isolamento durante il lockdown è cresciuto in lui il desiderio di registrare in modo musicale i suoni della natura, fondendoli con l’elettronica.
Nasce da queste premesse il suo nuovo disco Environ me, in uscita il 24 settembre. Il progetto costituisce anche un originale viaggio audiovisivo realizzato con una serie di riprese che sorprendono, emozionano e inducono alla riflessione. Delago, infatti insieme ad un affascinante ascolto, propone un percorso di consapevolezza riguardante il valore dell’ambiente che ci circonda. Un’attitudine autentica, confermata dal suo più recente video, relativo al singolo Trees for the wood.


All’interno di un bosco, 20 contrabbassisti, posizionati ognuno su un ceppo d’albero appena abbattuto, hanno suonato per richiamare l’attenzione su un progetto di foresta sostenibile.
La melodia, registrata dal vivo e successivamente arricchita con contributi elettronici, all’inizio risulta disturbante, stridente, proprio come il rumore di una motosega al lavoro.
Con l’arrivo in primo piano dell’handpan le note, tornate morbide, celebrano l’amore e la gratitudine verso le “creature legnose”.
I musicisti hanno donato il loro compenso per contribuire a mettere a dimora altrettanti giovani olmi, una specie che pur soffrendo molto il riscaldamento globale può svilupparsi in altezza fino a 30 metri, riuscendo così a mitigare gli effetti delle temperature sempre più anomale. Le piantine, crescendo, non solo immagazzineranno CO2, ma proteggeranno dal maltempo furioso e da fenomeni di erosione.

Con questa scelta, Delago, fa seguito ad un’iniziativa altrettanto etica, messa in pratica durante il “Recycling Tour”.
Lo scorso maggio, in un percorso di 35 giorni, insieme ai componenti della band si è spostato da un paese all’altro d’Europa per esibirsi in 18 concerti utilizzando dei mezzi davvero speciali: biciclette create affinché, tramite la pedalata, si ricaricassero i pannelli solari posti sulle stesse, riuscendo così, di conseguenza, ad alimentare la strumentazione per i live.
Un bellissimo esempio di quanto coniugare arte e rispetto per l’ambiente sia una realtà possibile…

Piume – L’addio (2021)

   V I D E O


Articolo di Lucia Dallabona 

Giuliano Dottori è cantautore, polistrumentista, produttore discografico ed ha all’attivo diverse collaborazioni importanti. Paolo Marrone è frontman del gruppo musicale dei Favonio, nonché vivace attivista culturale. Dal loro incontro, un paio di anni fa, scaturisce prima una collaborazione e poi un’amicizia, sfociate in un progetto decisamente fuori dall’ordinario: dieci scrittori, per la prima volta, quindi senza alcun riferimento o appiglio, provano a scrivere il testo di una canzone. 
I risultati, molto diversi nella forma, hanno però una caratteristica comune: tutti raccontano una storia. Ci sono voluti due anni per mettere in musica gli scritti, ma ora, finalmente, è appena uscito l’Ep con i primi quattro brani; i testi sono redatti da Marina ManderNicolai LilinMimmo Borrelli e Massimo Cassani. Più avanti, probabilmente a maggio, arriverà il disco completo.

Continua a leggere “Piume – L’addio (2021)”

Eluvium – Renegerative Being (2017)

   V I D E O


Articolo curato da Lucia Dallabona 

Nato in Tennessee ma residente a Portland, in Oregon, Matthew Cooper in arte Eluvium, è un compositore americano che attinge ad una variegata tavolozza di suoni per creare atmosfere molto intime ed oniriche. In particolare, nell’album False Reading On, ci presenta un perfetto connubio di generi musicali, spaziando dall’elettronica sperimentale, al minimalismo, alla musica sacra. Il brano Renegerative Being ne è uno splendido esempio, accompagnato da un video animato altrettanto sorprendente e suggestivo realizzato dall’illustratore ucraino Stas Santimov.

Continua a leggere “Eluvium – Renegerative Being (2017)”

Classifica dei 50 migliori album del 2020

R E C E N S I O N E


Ci siamo. Siamo arrivati al panettone. Superate le festività natalizie, puntuale come le tasse, ecco il consueto appuntamento con la classifica di fine anno. Tradizione, per noi, vuole che il “listone” sia affidato alla competenza e alla curiosità di Simone Nicastro che ci accompagna in questo viaggio a ritroso lungo un 2020 particolarmente complicato. Isolamento, paura e incertezza hanno rischiato di metterci all’angolo. Abbiamo però una certezza: la musica è un’amica fedele che sa starci vicino anche e soprattutto nei momenti difficili. Cibo per l’anima, ristoro per cuori affamati. C’è tanta buona musica in giro, tanta da affollare ogni nostra giornata. Una classifica è necessariamente parziale e soggettiva, la musica non è una scienza esatta e le emozioni che trasmette sono individuali, però ci auguriamo che sia uno stimolo al confronto. Se ciò avviene abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Vi lasciamo perciò alle parole di Simone. Buona lettura e buona musica!

La redazione

Articolo di Simone Nicastro

Come ogni anno (da un bel po’ di anni ormai) inizia qui il mio percorso di memoria personale e valutazione totalmente soggettiva dell’anno discografico appena trascorso. Anno che, ahimè, sappiamo tutti essere stato fin troppo pieno di dolore e sacrifici. Mai come in questi 12 mesi ringrazio il cielo di essere riuscito ad alimentare, ancora una volta, il desiderio inesauribile di ascoltare e confrontarmi con l’arte musicale, di farmi trasportare da essa e, infine, di non esserne mai sazio.

Continua a leggere “Classifica dei 50 migliori album del 2020”

Nana Adjoa – National song (2020)

   V I D E O


Articolo curato da Luci

Nana Adjoa, di origine olandese-ghanese, è una cantautrice polistrumentista, di formazione jazzista, che ha appena pubblicato Big Dreaming Ants, un attesissimo album di debutto.
Le sue canzoni, che spaziano fra il soul, l’indie, il dream pop e il trip hop, con un lirismo toccante affrontano temi complessi legati alla razza, alla religione, alla sessualità, mettendo spesso al centro una riflessione intensa sull’identità.
In contemporanea con il disco è uscito, per la regia di Robbert Doelwijt Jr., lo splendido video di National Song. Brano principale dell’album, esplora il senso di appartenenza ad una nazione, focalizzandosi in particolar modo sul concetto di neo-nazionalismo.

Continua a leggere “Nana Adjoa – National song (2020)”

Alfio Antico – Re Bufé (2020)

   V I D E O


Articolo curato da Luci

Il 2020 è un anno ricco per Alfio Antico. A marzo è uscito il suo nuovo album, Trema la terra, con la produzione artistica di Cesare Basile, il suo primo disco scritto e nato quasi interamente in casa, sviluppatosi attraverso i suoni e i ricordi. All’interno ci sono con le pelli, le onde, i racconti arcaici e le radici, acustica ed elettronica, tradizione e sperimentazione. Da qualche settimana inoltre è stato pubblicato il libro Alfio Antico – Il Dio Tamburo di Giuseppe Attardi, in bilico tra biografia e romanzo, è un’opera che rispetta le sue radici, il suo animo bucolico e il linguaggio primitivo del suo strumento.

Continua a leggere “Alfio Antico – Re Bufé (2020)”

Bobby Soul – 20/30 (2020)

   V I D E O


Articolo curato da Luci

Nel 2020 un virus sconosciuto costringe ogni singolo individuo del pianeta terra ad autoconfinarsi nella prigione salvifica delle sue mura domestiche. Molti artisti scelgono di dare sfogo alla propria creatività utilizzando mezzi di fortuna che possiedono all’interno delle proprie abitazioni.
È con queste premesse che Alberto Debenedetti, noto come Bobby Soul, chiuso nella sua “cameretta”, si proietta in un futuro diverso, che lo trasporta più in là di dieci anni, nel 2030. Da lì, in compagnia di un avvistatore di Ufo, racconta storie e pensieri, sogni, romantiche avventure estive di un’umanità che, sopravvissuta al virus, arriva fino ad incontrare non solo Dio, ma anche gli alieni e le loro rivelazioni.

Continua a leggere “Bobby Soul – 20/30 (2020)”

WordPress.com.

Su ↑