Lucio Corsi – Altalena boy / Vetulonia Dakar (Picicca, 2015)

Postato il Aggiornato il

vetulonia dakar

Articolo di Eleonora Montesanti

Avete presente Edward Bloom, il protagonista del film Big Fish di Tim Burton? Era quel signore che raccontava storie meravigliosamente strampalate e che riusciva a trasformare i piccoli avvenimenti della sua vita in eventi eroici e poetici attraverso il filtro della creatività. Ecco, appena mi sono imbattuta in questa opera doppia di Lucio Corsi, il signor Edward Bloom è stato il mio primo pensiero, perché la scrittura del giovanissimo cantautore toscano è ugualmente stravagante, spensierata e contagiosa.
Le storie di una vita incredibile di Lucio Corsi sono suddivise in due ep, con due identità ben distinte, ma messi nello stesso disco.
Il primo, uscito in digitale ad aprile 2014, si intitola Vetulonia Dakar ed è un viaggio acustico e minimale nel bucolico paesaggio maremmano in compagnia di una chitarra, un’armonica e di tutti gli animali e gli strani personaggi che popolano la Toscana, dinosauri compresi.
La prima traccia è dedicata proprio a loro, immaginati in situazioni umane e quotidiane: hai mai visto dinosauri che non mangiano nutella, non fumano e non si bevono il tè? Le storie di Lucio Corsi sono un insieme di accostamenti divertenti e geniali, come si intuisce anche in Le api, brano che evidenzia la sua capacità di stuzzicare l’immaginazione tra parole e metafore.
C’è anche una più tradizionale canzone nostalgica per la fine di una relazione, intitolata Canzone per me, la quale in realtà di tradizionale non ha nulla: non c’è ombra di sentimentalismo, bensì si tratta di un susseguirsi di istantanee e dettagli che rendono il pezzo, basato su una semplice chitarra acustica, assolutamente originale e innovativo.

altalena boy

Ed eccoci ora ad Altalena Boy, l’ultimo lavoro del cantautore, che si distingue dal precedente soprattutto a livello melodico: i suoni sono molto più ricchi e articolati (la produzione è a cura di Federico Dragogna dei Ministri). Ciononostante non vengono mai meno la semplicità e la freschezza degli arrangiamenti, i quali sostengono con morbidezza la voce calda di Lucio e il suo spirito narrativo.
Altalena boy, ad esempio, è un ragazzo che scompare dopo aver fatto il giro della morte con l’altalena e che diventa una vera leggenda, poiché nessuno riesce a spiegarsi che fine possa aver fatto: l’avranno preso gli extraterrestri? O i marziani? O gli zingari? O gli alberi? La cosa certa è che per tutta la durata dell’ep bisogna guardare in alto, perché i protagonisti vengono dallo spazio, oppure vi aspirano.

Alieni è un componimento frizzante, allegro e con delle percussioni bellissime, che narra in maniera bizzarra della discesa degli alieni sulla Terra e l’incapacità degli umani di accoglierli. L’astronave, poi, ricorda il minimalismo musicale di Vetulonia Dakar (anche per i numerosi riferimenti geografici) e ha un ritornello forte e trasognato che ricorda vagamente Rino Gaetano. Godzilla, invece, ha arragiamenti davvero accattivanti e un testo superlativo, poiché gioca sull’associazione tra alieni e insetti, restituendo un po’ di amorevole dignità alle cimici e alle falene.
Il fiore all’occhiello di questa seconda parte è Migrazione generale dalle campagne alle città, in cui la narrazione viene esasperata fino a diventare un racconto, parlato e non cantato, accompagnato da una schernissima chitarra e da qualche percussione. Questa è una di quelle storie che si vorrebbe sentire prima di andare a dormire, per sognare di solleticare le stelle insieme ai grattacieli.

Altalena Boy / Vetulonia Dakar è un ascolto insolito se paragonato al disagio e alla decadenza tipici del cantautorato italiano dell’ultimo decennio; grazie alla sua spensieratezza creativa offre una visione del mondo ricca e trasognata.
Quello di Lucio Corsi, dunque, è un modo di fare musica di cui oggi più che mai abbiamo assolutamente bisogno. Gli auguriamo un futuro brillante e incredibile, come le sue canzoni.

TRACKLIST:

Altalena Boy
01. Altalena boy
02. Alieni
03. L’astronave
04. Godzilla
05. Migrazione generale dalle campagne alle città

Vetulonia Dakar
01. Dinosauri
02. Sõren
03. Le api
04. Cocomero
05. Canzone per me

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...